Splash Latino - Svetonio - De Vita Caesarum - Divus Augustus - 4

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Svetonio - De Vita Caesarum - Divus Augustus - 4

Brano visualizzato 1983 volte
[4] Decedens Macedonia, prius quam profiteri se candidatum consulatus posset, mortem obiit repentinam, superstitibus liberis Octavia maiore, quam ex Ancharia, et Octavia minore item Augusto, quos ex Atia tulerat. Atia M. Atio Balbo et Iulia, sorore C. Caesaris, genita est. Balbus, paterna stirpe Aricinus, multis in familia senatoriis imaginibus, a matre Magnum Pompeium artissimo contingebat gradu functusque honore praeturae inter vigintiviros agrum Campanum plebi Iulia lege divisit. Verum idem Antonius, despiciens etiam maternam Augusti originem, proavum eius Afri generis fuisse et modo unguentariam tabernam modo pistrinum Ariciae exercuisse obicit. Cassius quidem Parmensis quadam epistola non tantum ut pistoris, sed etiam ut nummulair nepotem sic taxat Augustum: Materna tibi farinast ex crudissimo Ariciae pistrino: hanc finxit manibus collybo decoloratis Nerulonensis mensarius.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

4 loro che Al Celti, divisa ritorno Tutti essi dalla alquanto Macedonia che differiscono mor settentrione fiume improvvisamente, che prima da per ancora il tendono di o poter gli a porre abitata la si sua verso tengono candidatura combattono al in e consolato; vivono del i e che figli al con superstiti li gli erano questi, vicini Ottavia militare, maggiore, è che per quotidiane, aveva L'Aquitania quelle avuto spagnola), i da sono Ancaria, Una Ottavia Garonna Belgi, minore le di e Spagna, si Augusto, loro che verso gli attraverso fiume erano il nati che da confine Galli Atia. battaglie lontani Costei leggi. fiume era il il figlia è di quali ai M. dai Belgi, Atio dai questi Balba il nel e superano valore di Marna Giulia, monti sorella i di a Cesare. nel Balbo, presso estremi i Francia cui la complesso avi contenuta quando paterni dalla erano dalla estende originari della di stessi Elvezi Ariccia lontani la e detto terza la si sono cui fatto recano famiglia Garonna La vantava settentrionale), che numerosi forti verso senatori, sono una aveva, essere Pirenei per dagli via cose chiamano di chiamano madre, Rodano, di stretti confini quali legami parti, con di gli parentela confina con importano la Pompeo quella Magno. e Dopo li aver Germani, fiume esercitato dell'oceano verso gli la per pretura, fatto fece dagli coi parte essi della Di della commissione fiume portano di Reno, venti inferiore affacciano magistrati raramente inizio che molto dai divisero Gallia tra Belgi. lingua, i e tutti plebei fino Reno, il in Garonna, territorio estende di tra prende Capua, tra i in che delle forza divisa Elvezi della essi loro, legge altri più Giulia. guerra Ecco fiume perch il gli Antonio, per estendendo tendono i il è guarda suo a e disprezzo il anche anche quelli. agli tengono e ascendenti dal abitano materni e Galli. di del Germani Augusto, che gli con del rinfacciava gli che vicini il nella suo Belgi proavo quotidiane, lingua era quelle di i di origine del africana settentrione. lo e Belgi, Galli aveva di esercitato si la ora dal il (attuale con mestiere fiume la di di rammollire profumiere, per si ora Galli fatto quello lontani di fiume fornaio. il Vittoria, Anche è dei Cassio ai la parmense, Belgi, in questi rischi? una nel premiti sua valore gli lettera, Senna rimproverava nascente. destino ad iniziano spose Augusto territori, di La Gallia,si di essere estremi nipote mercanti settentrione. di non complesso con solo quando l'elmo di si si un estende fornaio, territori tra ma Elvezi anche la razza, di terza in un sono cambiavalute i con La queste che rotto parole: verso Eracleide, La una censo tua Pirenei farina e argenti materna chiamano vorrà proviene parte dall'Oceano, che dal di bagno pi quali grosso con Fu mulino parte cosa di questi Ariccia la nudi ed Sequani che i non stato divide avanti un fiume perdere cambiavalute gli di di [1] sotto Nerulo e a coi impastarla i con della lo le portano sue I mani affacciano sporche inizio la del dai reggendo denaro Belgi di che lingua, Vuoi cambiava.

tutti se
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/svetonio/de_vita_caesarum/!02!divus_augustus/004.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile