Splash Latino - Svetonio - De Vita Caesarum - Divus Augustus - 2

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Svetonio - De Vita Caesarum - Divus Augustus - 2

Brano visualizzato 3184 volte
[2] Ea gens a Tarquinio Prisco rege inter minores gentis adlecta in senatum, mox a Servio Tullio in patricias traducta, procedente tempore ad plebem se contulit, ac rursus magno intervallo per Divum Iulium in patriciatum redit. Primus ex hac magistratum populi suffragio cepti C. Rufus. Is quaestorius CN. et C. procreavit, a quibus duplex Octaviorum familia defluxit conditione diversa. Siquidem Gnaeus et deinceps ab eo reliqui omnes functi sunt honoribus summis. At Gaius eiusque posteri, seu fortuna seu voluntate, in equestri ordine constiterunt usque ad Augusti patrem. Proavus Augusti secundo Punico bello stipendia in Sicilia tribunus militum fecit Aemilio Papo imperatore. Avus municipalibus magisteriis contentus abundante patrimonio tranquillissime senuit. Sed haec alii; ipse Augustus nihil amplius quam equestri familia ortum se scribit vetere ac locuplete, et in qua primus senator pater suus fuerit. M. Antonius libertinum ei proavum exprobrat, restionem e pago Thurino, avum argentarium. Nec quicquam ultra de paternis Augusti maioribus repperi.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

2 Spagna, Questa loro famiglia, verso (attuale che attraverso il il di re che Tarquinio confine Prisco battaglie lontani aveva leggi. fiume ammesso il il al è Senato quali ai tra dai Belgi, quelle dai questi di il nel secondo superano valore rango Marna Senna e monti nascente. che i iniziano poi a territori, Servio nel La Gallia,si Tullio presso estremi aveva Francia mercanti settentrione. elevato la complesso al contenuta quando patriziato, dalla si con dalla estende il della territori passare stessi Elvezi dei lontani secoli detto terza ritornò si sono plebea, fatto recano i quindi, Garonna La dopo settentrionale), che un forti verso lungo sono una intervallo, essere fu dagli e reintegrata cose nella chiamano parte dall'Oceano, sua Rodano, antica confini dignità parti, con dal gli divino confina questi Giulio. importano Il quella Sequani primo e i dei li suoi Germani, fiume membri dell'oceano verso gli ad per [1] ottenere fatto e una dagli coi carica essi con Di della il fiume portano suffragio Reno, del inferiore affacciano popolo raramente inizio fu molto dai C. Gallia Rufo. Belgi. lingua, Costui, e divenuto fino poi in Garonna, questore, estende anche ebbe tra prende due tra i figli, che delle Gneo divisa e essi loro, Caio: altri più essi guerra abitano diedero fiume vita il gli a per ai due tendono i rami è della a famiglia il sole degli anche Ottavii, tengono e che dal ebbero e Galli. destini del Germani diversi. che Aquitani Gneo con del e gli Aquitani, tutti vicini dividono quelli nella che Belgi discesero quotidiane, lingua via quelle civiltà via i di da del lui settentrione. lo esercitarono Belgi, Galli le di istituzioni più si la alte dal cariche, (attuale con mentre fiume la Caio di rammollire e per si i Galli fatto suoi lontani Francia discendenti, fiume Galli, vuoi il Vittoria, per è caso, ai la vuoi Belgi, spronarmi? volontariamente, questi rimasero nel nell'ordine valore equestre Senna cenare fino nascente. destino al iniziano spose padre territori, di La Gallia,si di Augusto. estremi quali Il mercanti settentrione. di bisavolo complesso di quando Augusto, si si durante estende città la territori tra seconda Elvezi il guerra la razza, punica, terza in servì sono Quando in i Ormai Sicilia La come che rotto tribuno verso Eracleide, militare una censo agli Pirenei ordini e argenti del chiamano vorrà comandante parte dall'Oceano, Emilio di bagno Papo. quali dell'amante, Il con Fu nonno parte cosa si questi limitò la alle Sequani cariche i non municipali divide avanti e fiume perdere visse gli di la [1] sua e fa vecchiaia coi collera felicemente, i mare con della lo un portano (scorrazzava cospicuo I venga patrimonio affacciano selvaggina a inizio la disposizione. dai Queste Belgi notizie, lingua, Vuoi tuttavia, tutti se ci Reno, vengono Garonna, da anche il altre prende eredita fonti, i suo perché delle Augusto Elvezi dice loro, devi semplicemente più ascoltare? non di abitano venire che Gillo da gli in famiglia ai alle equestre, i antica guarda qui e e lodata, sigillo agiata, sole su nella quelli. dire quale e al il abitano primo Galli. giunto senatore Germani Èaco, fu Aquitani per suo del sia, padre. Aquitani, mettere Marco dividono Antonio quasi ti gli raramente rimproverava lingua rimasto di civiltà aver di lo avuto nella come lo che bisavolo Galli armi! un istituzioni chi liberto, la e un dal ti funaiolo con Del della la contrada rammollire di si mai Turi, fatto e Francia Pace, per Galli, fanciullo, nonno Vittoria, i un dei di agente la di spronarmi? vuoi cambio. rischi? gli Di premiti più gli non cenare o ho destino quella potuto spose della sapere dal o aver sugli di tempio antenati quali paterni di di con Augusto.

l'elmo le
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/svetonio/de_vita_caesarum/!02!divus_augustus/002.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile