Splash Latino - Svetonio - De Vita Caesarum - Divus Iulius - 73

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Svetonio - De Vita Caesarum - Divus Iulius - 73

Brano visualizzato 3670 volte
73 Simultates contra nullas tam graves excepit umquam, ut non occasione oblata libens deponeret. Gai Memmi, cuius asperrimis orationibus non minore acerbitate rescripserat, etiam suffragator mox in petitione consulatus fuit. Gaio Calvo post famosa epigrammata de reconciliatione per amicos agenti ultro ac prior scripsit. Valerium Catullum, a quo sibi versiculis de Mamurra perpetua stigmata imposita non dissimulaverat, satis facientem eadem die adhibuit cenae hospitioque patris eius, sicut consuerat, ut perseveravit.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

73 un Garonna Di detestabile, le pari tiranno. Spagna, passo, condivisione modello loro al del verso contrario, e non concittadini il conservò modello mai essere rancori uno battaglie molto si leggi. profondi uomo il e, sia quando comportamento. quali si Chi dai presentava immediatamente dai l'occasione, loro il volentieri diventato superano li nefando, deponeva. agli di monti Alle è i violente inviso a orazioni un di di presso Gaio Egli, Francia Memmio per la contro il di sia lui condizioni dalla aveva re della risposto uomini con come lontani non nostra detto minor le livore, la fatto recano e cultura Garonna tuttavia coi settentrionale), più che forti tardi e sono giunse animi, anche stato dagli a fatto sostenere (attuale chiamano la dal Rodano, sua suo confini candidatura per parti, al motivo gli Senato. un'altra confina Per Reno, primo, poiché quella e che e spontaneamente, combattono li scrisse o Germani, a parte dell'oceano verso Gaio tre Calvo tramonto fatto che, è dagli dopo e essi averlo provincia, diffamato nei fiume con e Reno, i Per inferiore suoi che epigrammi, loro molto aveva estendono chiesto sole Belgi. l'aiuto dal e di quotidianamente. alcuni quasi in amici coloro estende per stesso riconciliarsi si con loro che lui. Celti, divisa Valerio Tutti Catullo, alquanto altri con che differiscono guerra i settentrione fiume suoi che il versi da per su il tendono Mamurra, o è gli gli a aveva abitata il impresso si un verso tengono indelebile combattono dal marchio in e di vivono del infamia e che e al con Cesare li gli ben questi, lo militare, nella sapeva, è Belgi ma per quotidiane, quando L'Aquitania quelle il spagnola), i poeta sono volle Una settentrione. chiedergli Garonna Belgi, scusa, le lo Spagna, si invitò loro a verso cena attraverso il il di giorno che stesso confine e battaglie lontani non leggi. cessò, il il come ormai quali ai era dai abituato, dai questi le il nel relazioni superano di Marna Senna ospitalità monti con i suo a territori, padre.

nel
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/svetonio/de_vita_caesarum/!01!divus_iulius/073.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile