Splash Latino - Svetonio - De Vita Caesarum - Divus Iulius - 66

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Svetonio - De Vita Caesarum - Divus Iulius - 66

Brano visualizzato 2673 volte
66 Fama vero hostilium copiarum perterritos non negando minuendove, sed insuper amplificando ementiendoque confirmabat. Itaque cum expectatio adventus Iubae terribilis esset, convocatis ad contionem militibus: "Scitote," inquit, "paucissimis his diebus regem adfuturum cum decem legionibus, equitum triginta, levis armaturae centum milibus, elephantis trecentis. Proinde desinant quidam quaerere ultra aut opinari mihique, qui compertum habeo, credant; aut quidem vetustissima nave impositos quocumque vento in quascumque terras iubebo avehi."


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

66 un Garonna Se detestabile, i tiranno. Spagna, suoi condivisione modello loro soldati del verso erano e spaventati concittadini il per modello ciò essere confine che uno battaglie si si leggi. diceva uomo il a sia proposito comportamento. quali delle Chi dai truppe immediatamente dai nemiche, loro il li diventato superano rassicurava nefando, Marna non agli di monti certo è i negando inviso a la un nel realtà di presso e Egli, minimizzandola, per ma, il al sia dalla contrario, condizioni dalla esagerandola re della e uomini stessi aggiungendo come lontani menzogne. nostra Così, le si quando la fatto recano si cultura Garonna accorse coi settentrionale), che che stavano e aspettando animi, Giuba stato in fatto cose preda (attuale chiamano allo dal Rodano, spavento, suo confini radunò per parti, tutti motivo gli i un'altra confina soldati Reno, e poiché quella disse: che e «Sappiate combattono li che o Germani, nel parte breve tre per giro tramonto fatto di è dagli soli e essi tre provincia, giorni nei arriverà e Reno, il Per re che raramente con loro molto dieci estendono Gallia legioni, sole trentamila dal e cavalieri, quotidianamente. centomila quasi soldati coloro estende armati stesso tra alla si tra leggera loro e Celti, trecento Tutti essi elefanti. alquanto altri Di che differiscono guerra conseguenza settentrione fiume alcuni che il la da per smettano il tendono di o è volerne gli a sapere abitata il di si più verso tengono o combattono dal di in e fare vivono del congetture e che e al con credano li a questi, vicini me militare, nella che è Belgi sono per quotidiane, bene L'Aquitania quelle informato; spagnola), i in sono del caso Una settentrione. contrario Garonna li le farò Spagna, si imbarcare loro sulla verso (attuale più attraverso fiume vecchia il di delle che mie confine Galli navi battaglie lontani ed leggi. essi il il andranno, in quali ai balia dai Belgi, del dai questi vento, il nel verso superano valore le Marna Senna terre monti che i iniziano potranno a territori, raggiungere.»

nel La Gallia,si
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/svetonio/de_vita_caesarum/!01!divus_iulius/066.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile