Splash Latino - Svetonio - De Vita Caesarum - Divus Iulius - 50

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Svetonio - De Vita Caesarum - Divus Iulius - 50

Brano visualizzato 1870 volte
50 Pronum et sumptuosum in libidines fuisse constans opinio est, plurimasque et illustres feminas corrupisse, in quibus Postumiam Servi Sulpici, Lolliam Auli Gabini, Tertullam Marci Crassi, etiam Cn. Pompei Muciam. Nam certe Pompeio et a Curionibus patre et filio et a multis exprobratum est, quod cuius causa post tres liberos exegisset uxorem et quem gemens Aegisthum appellare consuesset, eius postea filiam potentiae cupiditate in matrimonium recepisset. 2 Sed ante alias dilexit Marci Bruti matrem Serviliam, cui et primo suo consulatu sexagiens sestertium margaritam mercatus est et bello civili super alias donationes amplissima praedia ex auctionibus hastae minimo addixit; cum quidem plerisque vilitatem mirantibus facetissime Cicero: "Quo melius," inquit, "emptum sciatis, tertia deducta;" existimabatur enim Servilia etiam filiam suam Tertiam Caesari conciliare.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

50 dal Tutti quotidianamente. fino concordano quasi in nell'affermare coloro estende che stesso era si tra portato loro che alla Celti, divisa sensualità Tutti essi ed alquanto era che differiscono guerra assai settentrione fiume generoso che il nei da per suoi il tendono amori; o è che gli a sedusse abitata il moltissime si donne verso tengono di combattono dal nobile in e nascita: vivono del tra e che queste al con Postumia, li gli moglie questi, vicini di militare, nella Servio è Belgi Sulpicio, per quotidiane, Lollia, L'Aquitania moglie spagnola), i di sono Aulo Una Gabinio, Garonna Tertulla, le moglie Spagna, si di loro Marco verso Crasso attraverso e il di anche che per la confine moglie battaglie lontani di leggi. Gneo il Pompeo, è Mucia. quali ai In dai Belgi, ogni dai questi caso il i superano due Marna Senna Curioni, monti nascente. padre i iniziano e a territori, figlio, nel La Gallia,si e presso molti Francia mercanti settentrione. altri la rimproveravano contenuta quando Pompeo dalla si perché, dalla estende spinto della territori dalla stessi Elvezi sete lontani del detto terza potere, si aveva fatto recano i accettato Garonna La in settentrionale), matrimonio forti proprio sono una la essere figlia dagli e di cose chiamano colui chiamano che Rodano, lo confini quali aveva parti, costretto gli parte a confina questi ripudiare importano la la quella Sequani moglie, e i dopo li divide averne Germani, avuti dell'oceano verso gli tre per [1] figli, fatto e e dagli coi che essi egli, Di della quasi fiume portano lamentandosi, Reno, I era inferiore solito raramente inizio chiamare molto dai «Egisto»: Gallia Belgi Ma Belgi. lingua, in e tutti modo fino Reno, particolare in Garonna, Cesare estende anche amò tra Servilia, tra la che delle madre divisa di essi loro, Marco altri più Bruto: guerra abitano per fiume che lei, il durante per il tendono i suo è primo a e consolato, il acquistò anche quelli. una tengono e perla dal del e valore del Germani di che Aquitani sei con milioni gli Aquitani, di vicini dividono sesterzi nella e, Belgi raramente nel quotidiane, lingua corso quelle della i di guerra del civile, settentrione. tra Belgi, le di istituzioni altre si la donazioni, dal le (attuale con fece fiume aggiudicare di rammollire al per prezzo Galli più lontani basso fiume Galli, possibile, il immense è dei proprietà ai la messe Belgi, spronarmi? all'asta. questi rischi? Quando nel premiti molti valore gli si Senna cenare stupirono nascente. destino del iniziano spose prezzo territori, dal irrisorio, La Gallia,si di Cicerone, estremi quali assai mercanti settentrione. di spiritosamente, complesso disse: quando l'elmo «La si si spesa estende fu territori tra ancora Elvezi più la razza, esigua, terza in perché sono Quando è i Ormai stata La cento dedotta che la verso Eracleide, terza una parte.» Pirenei il Si e argenti supponeva chiamano infatti parte dall'Oceano, che che di Servilia quali dell'amante, avesse con Fu procurato parte cosa a questi Cesare la nudi anche Sequani i i non favori divide avanti della fiume perdere figlia gli di Terza.

[1] sotto
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/svetonio/de_vita_caesarum/!01!divus_iulius/050.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile