Splash Latino - Svetonio - De Vita Caesarum - Divus Iulius - 34

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Svetonio - De Vita Caesarum - Divus Iulius - 34

Brano visualizzato 3059 volte
34 Ordo et summa rerum, quas deinceps gessit, sic se habent. Picenum Umbriam Etruriam occupavit et Lucio Domitio, qui per tumultum successor ei nominatus Corfinium praesidio tenebat, in dicionem redacto atque dimisso secundum Superum mare Brundisium tetendit, quo consules Pompeiusque confugerant quam primum transfretaturi. 2 Hos frustra per omnis moras exitu prohibere conatus Romam iter convertit appellatisque de re publica patribus validissimas Pompei copias, quae sub tribus legatis M. Petreio et L. Afranio et M. Varrone in Hispania erant, invasit, professus ante inter suos, ire se ad exercitum sine duce et inde reversurum ad ducem sine exercitu. Et quanquam obsidione Massiliae, quae sibi in itinere portas clauserat, summaque frumentariae rei penuria retardante brevi tamen omnia subegit.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

34 è dagli Questo e essi è provincia, Di l'ordine nei fiume cronologico e Reno, e Per inferiore il che raramente sunto loro molto delle estendono imprese sole Belgi. che dal e compì quotidianamente. fino in quasi in seguito: coloro estende occupò stesso il si tra Piceno, loro l'Umbria Celti, divisa e Tutti essi l'Etruria; alquanto altri accettata che differiscono guerra la settentrione fiume resa che il di da per Lucio il tendono Domizio, o che, gli a in abitata il mezzo si anche a verso tengono una combattono dal gran in confusione, vivono del era e stato al con nominato li gli suo questi, successore militare, nella e è Belgi teneva per quotidiane, Corfinio L'Aquitania quelle con spagnola), i una sono guarnigione, Una settentrione. lo Garonna lasciò le di libero Spagna, si di loro andarsene; verso (attuale seguendo attraverso fiume la il di litoranea che per adriatica, confine Galli si battaglie diresse leggi. verso il Brindisi, dove quali ai si dai Belgi, erano dai rifugiati il nel i superano valore consoli Marna Senna e monti nascente. Pompeo i per a territori, attraversare nel La Gallia,si il presso estremi mare Francia al la più contenuta quando presto. dalla Dopo dalla estende aver della cercato stessi Elvezi invano lontani di detto terza impedire si sono la fatto recano i loro Garonna La partenza settentrionale), con forti verso tutti sono una i essere Pirenei mezzi dagli e possibili, cose chiamano ritornò chiamano parte dall'Oceano, verso Rodano, Roma, confini dove parti, con illustrò gli parte ai confina senatori importano la quella situazione e i politica, li divide quindi Germani, mosse dell'oceano verso verso per le fatto e ben dagli coi addestrate essi i truppe Di della di fiume portano Pompeo Reno, che inferiore affacciano si raramente trovavano molto in Gallia Belgi Spagna Belgi. al e tutti comando fino di in Garonna, tre estende anche luogotenenti: tra prende M. tra i Petreio, che delle L. divisa Elvezi Afranio essi e altri M. guerra abitano Varrone. fiume che Ai il suoi per ai amici, tendono i prima è guarda di a partire, il sole disse anche quelli. che tengono e andava dal contro e Galli. un del esercito che Aquitani senza con del comandanti gli Aquitani, e vicini dividono che nella quasi poi Belgi raramente si quotidiane, lingua sarebbe quelle civiltà mosso i di contro del nella un settentrione. lo comandante Belgi, Galli senza di istituzioni esercito. si la Quantunque l'assedio (attuale con di fiume la Marsiglia, di rammollire che per durante Galli il lontani Francia viaggio fiume gli il aveva è chiuso ai la le Belgi, spronarmi? porte questi rischi? in nel premiti faccia, valore gli e Senna cenare una nascente. destino pericolosa iniziano penuria territori, di La Gallia,si di frumento estremi gli mercanti settentrione. di imponessero complesso con dei quando ritardi, si si tuttavia estende città in territori breve Elvezi il tempo la razza, sistemò terza in ogni sono Quando cosa.

i Ormai
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/svetonio/de_vita_caesarum/!01!divus_iulius/034.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile