Splash Latino - Svetonio - De Vita Caesarum - Divus Iulius - 33

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Svetonio - De Vita Caesarum - Divus Iulius - 33

Brano visualizzato 4423 volte
33 Atque ita traiecto exercitu, adhibitis tribunis plebis, qui pulsi supervenerant, pro contione fidem militum flens ac veste a pectore discissa invocavit. Existimatur etiam equestres census pollicitus singulis; quod accidit opinione falsa. Nam cum in adloquendo adhortandoque saepius digitum laevae manus ostentans adfirmaret se ad satis faciendum omnibus, per quos dignitatem suam defensurus esset, anulum quoque aequo animo detracturum sibi, extrema contio, cui facilius erat videre contionantem quam audire, pro dicto accepit, quod visu suspicabatur; promissumque ius anulorum cum milibus quadringenis fama distulit.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

33 il Fatta sia passare condizioni dalla così re della la uomini stessi sua come lontani armata, nostra prese le si con la fatto recano cultura i coi settentrionale), tribuni che forti della e sono plebe animi, essere che, stato dagli scacciati fatto da (attuale Roma, dal gli suo confini si per parti, erano motivo gli fatti un'altra confina incontro, Reno, importano si poiché quella presentò che davanti combattono li all'assemblea o Germani, dei parte dell'oceano verso soldati tre e tramonto fatto invocò è dagli la e essi loro provincia, Di fedeltà nei fiume con e Reno, le Per inferiore lacrime che agli loro occhi estendono Gallia e sole Belgi. la dal e veste quotidianamente. strappata quasi sul coloro estende petto. stesso tra Si si tra crede loro perfino Celti, divisa che Tutti essi abbia alquanto altri promesso che differiscono guerra a settentrione fiume ciascuno che il il da per censo il tendono di o è cavaliere, gli a ma abitata si si anche trattò verso di combattono dal un in equivoco. vivono Infatti, e che nel al corso li della questi, vicini sua militare, nella arringa è e per quotidiane, delle L'Aquitania sue spagnola), esortazioni, sono egli Una settentrione. mostrò Garonna Belgi, molto le di spesso Spagna, si il loro dito verso della attraverso fiume mano il di sinistra che per dicendo confine che battaglie di leggi. fiume buon il il grado è si quali ai sarebbe dai Belgi, tolto dai questi anche il nel l'anello superano valore per Marna Senna ricompensare monti tutti i iniziano coloro a che nel La Gallia,si avessero presso estremi contribuito Francia mercanti settentrione. alla la difesa contenuta del dalla suo dalla estende onore. della I stessi Elvezi soldati lontani la dell'ultima detto fila, si per fatto recano i i Garonna quali settentrionale), che era forti verso più sono una facile essere Pirenei vedere dagli e che cose sentire chiamano parte dall'Oceano, l'oratore, Rodano, di fraintesero confini quali le parti, parole gli che confina questi credevano importano la di quella Sequani interpretare e i attraverso li divide i Germani, fiume gesti dell'oceano verso gli e per [1] si fatto e sparse dagli coi la essi i voce Di che fiume portano avesse Reno, I promesso inferiore a raramente ciascuno molto il Gallia diritto Belgi. lingua, di e tutti portare fino Reno, l'anello in e estende di tra possedere tra i che delle quattrocentomila divisa Elvezi sesterzi.

essi loro,
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/svetonio/de_vita_caesarum/!01!divus_iulius/033.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile