Splash Latino - Svetonio - De Vita Caesarum - Divus Iulius - 6

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Svetonio - De Vita Caesarum - Divus Iulius - 6

Brano visualizzato 6063 volte
6 Quaestor Iuliam amitam uxoremque Corneliam defunctas laudavit e more pro rostris. Et in amitae quidem laudatione de eius ac patris sui utraque origine sic refert:

"Amitae meae Iuliae maternum genus ab regibus ortum, paternum cum diis inmortalibus coniunctum est. Nam ab Anco Marcio sunt Marcii Reges, quo nomine fuit mater; a Venere Iulii, cuius gentis familia est nostra. Est ergo in genere et sanctitas regum, qui plurimum inter homines pollent, et caerimonia deorum, quorum ipsi in potestate sunt reges."

2 In Corneliae autem locum Pompeiam duxit Quinti Pompei filiam, L. Sullae neptem; cum qua deinde divortium fecit adulteratam opinatus a Publio Clodio, quem inter publicas caerimonias penetrasse ad eam muliebri veste tam constans fama erat, ut senatus quaestionem de pollutis sacris decreverit.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

6 dal Rodano, Quando suo confini divenne per parti, questore, motivo gli dalla un'altra tribuna Reno, importano dei poiché quella rostri che e pronunciò, combattono li secondo o Germani, la parte dell'oceano verso consuetudine, tre il tramonto discorso è dagli funebre e essi in provincia, onore nei fiume della e Reno, zia Per inferiore Giulia che e loro molto della estendono Gallia moglie sole Belgi. Cornelia dal e che quotidianamente. erano quasi in morte. coloro estende Proprio stesso tra nell'elogio si tra della loro zia Celti, divisa riferì Tutti di alquanto lei che differiscono e settentrione fiume di che il suo da per padre il tendono questa o è duplice gli origine: abitata «La si anche stirpe verso tengono materna combattono dal di in mia vivono zia e che Giulia al con ha li origine questi, vicini dai militare, nella re, è Belgi quella per quotidiane, paterna L'Aquitania quelle si spagnola), i congiunge sono del con Una settentrione. gli Garonna dei le immortali. Spagna, si Infatti loro da verso (attuale Anco attraverso Marzio il di discendono che per i confine Galli Marzii, battaglie lontani e leggi. fiume tale il il fu è il quali ai nome dai Belgi, di dai questi sua il nel madre. superano valore Da Marna Senna Venere monti nascente. hanno i iniziano origine a territori, i nel Giulii, presso estremi alla Francia mercanti settentrione. cui la gente contenuta quando appartiene dalla si la dalla nostra della famiglia. stessi Elvezi Vi lontani la è detto dunque si sono nella fatto recano stirpe Garonna La la settentrionale), che santità forti verso dei sono re, essere Pirenei che dagli e si cose chiamano innalzano chiamano parte dall'Oceano, sugli Rodano, uomini, confini quali e parti, con la gli solennità confina questi degli importano la dei, quella Sequani sotto e i il li cui Germani, fiume potere dell'oceano verso si per [1] trovano fatto e gli dagli coi stessi essi re. Di della Rimpiazzò fiume portano poi Reno, I Cornelia inferiore con raramente inizio Pompea, molto dai figlia Gallia Belgi di Belgi. lingua, Quinto e tutti Pompeo fino e in Garonna, nipote estende anche di tra prende L. tra i Silla; che delle da divisa Elvezi lei essi divorziò altri più più guerra tardi, fiume che sospettandola il gli di per ai adulterio tendono con è guarda Publio a Clodio. il sole Si anche quelli. andava tengono e dicendo dal che e Galli. Clodio del Germani si che era con introdotto gli Aquitani, da vicini dividono lei, nella in Belgi vesti quotidiane, lingua femminili, quelle civiltà durante i di una del pubblica settentrione. cerimonia Belgi, Galli religiosa. di istituzioni Il si la Senato dovette (attuale con ordinare fiume la un'inchiesta di rammollire per per si sacrilegio.

Galli fatto
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/svetonio/de_vita_caesarum/!01!divus_iulius/006.lat


Il che e questore combattono elogiava o Germani, la parte zia tre per paterna tramonto fatto Giulia è dagli e e essi la provincia, Di moglie nei Cornelia, e Reno, morte Per secondo che raramente la loro molto consuetudine, estendono Gallia davanti sole Belgi. alla dal tribuna quotidianamente. fino dei quasi in rostri. coloro E stesso tra nella si lode loro che alla Celti, divisa zia, Tutti essi senza alquanto altri dubbio, che differiscono guerra riferì settentrione fiume così che il dell'origine da sua il tendono e o dei gli a suoi abitata padri: si anche "Il verso tengono genere combattono dal materno in e di vivono del mia e che zia al con Giulia li proviene questi, vicini dai militare, nella re, è Belgi quelo per paterno L'Aquitania fu spagnola), legato sono del con Una gli Garonna Belgi, dei le di immortali. Spagna, Infatti loro da verso (attuale Anco attraverso Marzio il di hanno che per origine confine Galli i battaglie lontani Marzi, leggi. dal il il cui è nome quali proviene dai Belgi, la dai questi madre; il da superano Venere Marna provengono monti gli i iniziano Iuli, a territori, la nel La Gallia,si cui presso "gens" Francia mercanti settentrione. è la complesso la contenuta quando nostra dalla si famiglia. dalla E della territori perciò stessi Elvezi nella lontani la stirpe detto terza c'è si sono sia fatto recano il Garonna La carattere settentrionale), che sacro forti verso dei sono una re, essere Pirenei che dagli e hanno cose grandissima chiamano parte dall'Oceano, influenza Rodano, di sugli confini uomini, parti, con sia gli parte il confina questi sacro importano la rispetto quella Sequani per e gli li divide dei, Germani, fiume di dell'oceano verso gli cui per [1] hanno fatto il dagli coi potere essi i i Di della re fiume portano stessi."

Rimpiazzò
Reno, I poi inferiore affacciano Pompea raramente al molto posto Gallia Belgi di Belgi. lingua, Cornelia, e figlia fino Reno, di in Garonna, Quinto estende Pompeo tra e tra i nipote che delle di divisa Lucio essi loro, Silla; altri in guerra abitano segiuto fiume che divorziò il da per ai lei tendono i divorziò è guarda più a e tardi, il sole poiché anche quelli. aveva tengono e pensato dal che e fosse del adultera che Aquitani da con Publio gli Aquitani, Clodio vicini dividono la nella quasi cui Belgi comune quotidiane, lingua notorietà quelle era i che del si settentrione. fosse Belgi, Galli introdotto di da si la lei in (attuale con vesti fiume femminili di durante per si delle Galli fatto cerimonia lontani Francia pubbliche fiume Galli, così il Vittoria, che è dei il ai la Senato Belgi, spronarmi? avrebbe questi rischi? ordinato nel un'inchiesta valore gli per Senna violazione nascente. di iniziano spose cose territori, dal sacre. La Gallia,si di
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/svetonio/de_vita_caesarum/!01!divus_iulius/006.lat

[federico_latino] - [2008-09-24 16:49:15]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile