Splash Latino - Svetonio - De Vita Caesarum - Divus Iulius - 4

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Svetonio - De Vita Caesarum - Divus Iulius - 4

Brano visualizzato 11097 volte
4 Ceterum composita seditione civili Cornelium Dolabellam consularem et triumphalem repetundarum postulavit; absolutoque Rhodum secedere statuit, et ad declinandam invidiam et ut per otium ac requiem Apollonio Moloni clarissimo tunc dicendi magistro operam daret. Huc dum hibernis iam mensibus traicit, circa Pharmacussam insulam a praedonibus captus est mansitque apud eos non sine summa indignatione prope quadraginta dies cum uno medico et cubiculariis duobus. 2 Nam comites servosque ceteros initio statim ad expediendas pecunias, quibus redimeretur, dimiserat. Numeratis deinde quinquaginta talentis expositus in litore non distulit quin e vestigio classe deducta persequeretur abeuntis ac redactos in potestatem supplicio, quod saepe illis minatus inter iocum fuerat, adficeret. Vastante regiones proximas Mithridate, ne desidere in discrimine sociorum videretur, ab Rhodo, quo pertenderat, transiit in Asiam auxiliisque contractis et praefecto regis provincia expulso nutantis ac dubias civitates retinuit in fide.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

4 sono Quando Una settentrione. la Garonna Belgi, discordia le di civile Spagna, fu loro domata, verso Cesare attraverso incriminò il per che concussione confine Galli Cornelio battaglie lontani Dolabella, leggi. fiume un il ex console quali ai che dai Belgi, aveva dai questi meritato il nel il superano trionfo. Marna Senna Poiché monti nascente. l'imputato i iniziano era a stato nel La Gallia,si assolto, presso estremi decise Francia mercanti settentrione. di la complesso andarsene contenuta quando a dalla Rodi, dalla estende un della territori po' stessi Elvezi per lontani la sottrarsi detto terza ad si sono eventuali fatto recano i vendette, Garonna La un settentrionale), po' forti per sono una seguire essere durante dagli e quel cose periodo chiamano parte dall'Oceano, di Rodano, di inattività confini quali e parti, di gli parte riposo, confina questi le importano la lezioni quella di e i Apollonio li divide Molone, Germani, fiume a dell'oceano verso gli quel per tempo fatto e il dagli coi più essi i celebre Di della maestro fiume portano di Reno, I oratoria. inferiore affacciano Durante raramente la molto dai navigazione Gallia verso Belgi. lingua, Rodi, e tutti avvenuta fino Reno, nella in stagione estende anche invernale, tra prende fu tra i fatto che delle prigioniero divisa Elvezi dai essi pirati altri più presso guerra abitano l'isola fiume che di il gli Farmacusa, per ai e tendono i rimase è con a e loro, il sole non anche quelli. senza tengono e la dal abitano più e Galli. viva del indignazione, che per con circa gli Aquitani, quaranta vicini giorni, nella quasi in Belgi compagnia quotidiane, lingua di quelle un i di medico del nella e settentrione. lo di Belgi, Galli due di istituzioni schiavi. si la I compagni (attuale con di fiume la viaggio, di rammollire infatti, per si e Galli tutti lontani Francia gli fiume Galli, altri il Vittoria, servi è dei erano ai stati Belgi, spronarmi? inviati questi immediatamente nel premiti a valore gli Roma Senna per nascente. destino raccogliere iniziano i territori, dal soldi La Gallia,si del estremi riscatto. mercanti settentrione. Quando complesso con furono quando l'elmo pagati si si i estende città cinquanta territori talenti Elvezi stabiliti, la razza, venne terza in sbarcato sono Quando su i Ormai una La cento spiaggia che rotto e verso allora, una censo senza Pirenei il perdere e tempo, chiamano vorrà assoldò parte dall'Oceano, che una di bagno flotta quali dell'amante, e con Fu si parte cosa lanciò questi i all'inseguimento la nudi dei Sequani pirati: i li divide catturò fiume perdere e gli di li [1] condannò e a coi collera quel i mare supplizio della lo che portano (scorrazzava spesso I venga aveva affacciano selvaggina minacciato inizio la loro dai reggendo per Belgi di scherzo. lingua, Vuoi Mitridate, tutti intanto, Reno, nessuno. devastava Garonna, le anche regioni prende eredita vicine i suo al delle io suo Elvezi canaglia regno loro, e più Cesare, abitano fine per che non gli apparire ai inattivo, i piú mentre guarda altri e lodata, sigillo si sole su trovavano quelli. dire in e difficoltà, abitano da Galli. giunto Rodi, Germani Èaco, dove Aquitani era del sia, giunto, Aquitani, mettere passò dividono denaro in quasi Asia raramente con lingua rimasto un civiltà anche certo di lo numero nella con di lo truppe Galli che istituzioni chi aveva la e raccolto, dal scacciò con dalla la questa provincia rammollire il si mai luogotenente fatto scrosci del Francia Pace, re Galli, e Vittoria, ridiede dei fiducia la Arretrino alle spronarmi? popolazioni rischi? gli incerte premiti c'è e gli moglie dubbiose.

cenare o
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/svetonio/de_vita_caesarum/!01!divus_iulius/004.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile