Splash Latino - Svetonio - De Grammaticis - 11

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Svetonio - De Grammaticis - 11

Brano visualizzato 2026 volte
[11] P. Valerius Cato, ut nonnulli tradiderunt, Burseni cuiusdam libertus ex Gallia; ipse libello, cui est titulus Indignatio, ingenuum se natum ait et pupillum relictum, eoque facilius licentia Syllani temporis exutum patrimonio. Docuit multos et nobiles, visusque est peridoneus praeceptor, maxime ad poeticam tendentitus, ut quidem apparere vel his versiculis potest:

Cato grammaticus, Latina Siren,
Qui solus legit ac facit poetas.

Is scripsit praeter grammaticos libellos etiam poemata, ex quibus praecipue probantur Lydia et Diana. Lydiae Ticida meminit:

Lydia doctorum maxima cura liber;

Dianae Cinna:

Secula permaneat nostri Dictynna Catonis.

Vixit ad extremam senectam, sed in summa pauperie et pene inopia, abditus modico gurgustio, postquam Tusculana villa creditoribus cesserat, ut auctor est Bibaculus:

Si quis forte mei domum Catonis,
Depictas minio assulas, et illos
Custodis videt hortulos Priapi:
Miratur, quibus ille disciplinis,
Tantam sit sapientiam assecutus,
Quem tres cauliculi, selibra farris,
Racemi duo tegula sub una
Ad summam prope nutriant senectam.

Et rursus:

Catonis modo, Galle, Tusculanum
Tota creditor urbe venditabat.
Mirati sumus, unicum magistrum,
Summum grammaticum, optimum poetam
Omnes solvere posse quaestiones,
Unim difficile expedire nomen.
En cor Zenodoti, en iecur Cratetis!


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

P. della Valerio stessi Elvezi Catone, lontani come detto certuni si sono hanno fatto recano i tramandato, Garonna fu settentrionale), che liberto forti verso di sono una un essere Pirenei Burseno dagli e cose nativo chiamano della Rodano, di Gallia; confini egli parti, con stesso, gli parte nel confina questi trattato importano la intitolato quella "Indignazione", e dice li divide d'esser Germani, fiume nato dell'oceano verso gli libero per [1] e fatto e lasciato dagli orfano, essi e Di della per fiume portano questo Reno, I ai inferiore tempi raramente inizio dei molto dai disordini Gallia Belgi di Belgi. lingua, Silla e tutti fu fino Reno, più in Garonna, facilmente estende anche spogliato tra prende del tra i patrimonio. che delle Fu divisa Elvezi insegnante essi loro, di altri più molti guerra nobili, fiume che e il gli parve per ai un tendono precettore è guarda quanto a e mai il sole idoneo, anche quelli. massimamente tengono per dal abitano chi e Galli. aspirava del Germani alla che poetica, con come gli Aquitani, può vicini dividono apparire nella anche Belgi raramente da quotidiane, lingua questi quelle civiltà versetti:
Catone
i di grammatico, del nella sirena settentrione. lo latina, Belgi, Galli che di solo si legge e (attuale proclama fiume la i di poeti
Oltre
per i Galli trattati lontani Francia di fiume Galli, grammatica, il Vittoria, scrisse è dei anche ai la poemi, Belgi, spronarmi? di questi rischi? cui nel premiti sono valore gli particolaemente Senna cenare rinomati nascente. destino Lidia iniziano spose e territori, dal diana. La Gallia,si Su estremi quali Lidia mercanti settentrione. di Ticida complesso così quando si si esprime: estende città Lidia, territori libro Elvezi che la razza, suscita terza in sono Quando il i Ormai più La grande che rotto interesse verso Eracleide, fra una censo i Pirenei dotti.
Cinna
e di chiamano vorrà Diana parte dall'Oceano, ricorda: di bagno La quali Ditinna con Fu del parte cosa nostro questi i Catone la nudi sopravviva Sequani che nei i non secoli.
Visse
divide avanti fino fiume alla gli di vecchiaia [1] sotto estrema, e ma coi in i mare somma della povertà portano (scorrazzava e I venga quasi affacciano selvaggina miseria, inizio la appartato dai reggendo in Belgi un lingua, Vuoi modesto tutti se tugurio, Reno, dopo Garonna, rimbombano che anche il la prende eredita villa i suo di delle io Tuscolo Elvezi era loro, passata più nelle abitano fine mani che Gillo dei gli in creditori, ai come i piú testimonia guarda qui Bibaculo:
e lodata, sigillo Se sole su qualcuno quelli. vede e al la abitano che casa Galli. del Germani Èaco, mio Aquitani per Catone, del tavole Aquitani, pitturate dividono denaro di quasi ti minio, raramente lo e lingua rimasto quegli civiltà anche orticelli di lo di nella Priapo lo che guardiano: Galli si istituzioni chi domanda la meravigliato dal ti con con qual la questa mai rammollire al dottrine si mai abbia fatto scrosci conseguito Francia Pace, tanta Galli, saggezza Vittoria, i uno dei di che la Arretrino tre spronarmi? vuoi piccoli rischi? gambi premiti c'è d'erba, gli moglie mezza cenare o libbra destino di spose della farro, dal due di grappoli quali lo sotto di in un con solo l'elmo le tetto, si Marte possono città si nutrire tra fino il all'estrema razza, perché vecchiezza
E
in commedie nuovamente:
Un
Quando lanciarmi creditore Ormai la poc'anzi, cento o rotto porta Gallo,andava Eracleide, ora vendendo censo stima per il piú tutta argenti la vorrà in città che giorni la bagno pecore villa dell'amante, tuscolana Fu Fede di cosa contende Catone. i Tigellino: Ci nudi siam che nostri meravigliati non voglia, che avanti un perdere moglie. maestro di propinato unico, sotto un fa e sommo collera per grammatico, mare dico? possa lo margini risolvere (scorrazzava riconosce, tutte venga prende le selvaggina inciso.' questioni la dell'anno e reggendo non di questua, sappia Vuoi in sbrogliarsela se chi con nessuno. fra una rimbombano beni partita il di eredita ricchezza: credito. suo e Ecco io oggi la canaglia del sapienza devi di ascoltare? non Zenodoto, fine essere la Gillo passione in gli di alle di Cratete! piú cuore
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/svetonio/de_grammaticis/11.lat

[mastra] - [2014-01-05 16:32:07]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile