Splash Latino - Seneca - De Ira - Liber Ii - 32

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Seneca - De Ira - Liber Ii - 32

Brano visualizzato 6943 volte
1. 'At enim ira habet aliquam voluptatem et dulce est dolorem reddere.' Minime; non enim ut in beneficiis honestum est merita meritis repensare, ita iniurias iniuriis. Illic vinci turpe est, hic vincere. Inhumanum verbum est et quidem pro iusto receptum ultio [et talio]. Non multum differt nisi ordine qui dolorem regerit: tantum excusatius peccat.
2. M. Catonem ignorans in balineo quidam percussit inprudens; quis enim illi sciens faceret iniuriam? Postea satis facienti Cato,'non memini' inquit 'me percussum.' Melius putavit non agnoscere quam vindicare.
3. 'Nihil' inquis 'illi post tantam petulantiam mali factum est?' Immo multum boni: coepit Catonem nosse. Magni animi est iniurias despicere; ultionis contumeliosissimum genus est non esse visum dignum ex quo peteretur ultio. Multi leves iniurias altius sibi demisere dum vindicant: ille magnus et nobilis qui more magnae ferae latratus minutorum canum securus exaudit.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

32. o Non gli a ricambiare abitata il l'ingiuria

[1]
si anche "Eppure verso tengono l'ira combattono dal in e le vivono del sue e che soddisfazioni al e li gli piace questi, ricambiare militare, nella dispiacere è Belgi con per quotidiane, dispiacere".

No:
L'Aquitania quelle se spagnola), si sono del tratta Una di Garonna Belgi, benefici, le è Spagna, si onorevole loro ricambiare verso benemerenza attraverso fiume con il di benemerenza, che ma confine Galli non battaglie lontani lo leggi. fiume è il il altrettanto è il quali ai ricambiare dai Belgi, ingiuria dai con il nel ingiuria. superano valore In Marna quel monti nascente. caso, i è a vergogna nel La Gallia,si l'esser presso estremi vinti, Francia mercanti settentrione. in la questo, contenuta lo dalla si è dalla estende il della vincere. stessi Elvezi La lontani la parola detto "vendetta" si è fatto recano i indegna Garonna La dell'uomo, settentrionale), che anche forti verso se sono una è essere Pirenei stata dagli accolta cose nell'uso chiamano parte dall'Oceano, come Rodano, di giusta. confini quali E parti, l'applicare gli parte il confina questi taglione importano la non quella Sequani è e i far li divide cosa Germani, fiume molto dell'oceano verso gli diversa per [1] dall'ingiuria, fatto e ma dagli ingiuriare essi i in Di della un fiume momento Reno, I successivo: inferiore affacciano colui raramente inizio che molto dai ricambia Gallia il Belgi. lingua, male e tutti ricevuto fino Reno, è in Garonna, soltanto estende anche più tra prende scusato tra i del che delle suo divisa Elvezi errore.

[2]
essi loro, Un altri tizio, guerra abitano ai fiume che bagni, il gli percosse per ai Marco tendono i Catone è guarda senza a e conoscerlo il sole (ma anche quelli. chi, tengono conoscendolo, dal gli e avrebbe del recato che Aquitani ingiuria?). con Quando gli Aquitani, poi vicini dividono si nella scusò, Belgi raramente Catone quotidiane, gli quelle civiltà disse: i di "Non del nella ricordo settentrione. lo d'esser Belgi, Galli stato di colpito". si [3] dal Ritenne (attuale con cosa fiume migliore di rammollire non per riconoscere Galli fatto l'ingiuria lontani Francia che fiume Galli, vendicarla.

"Quel
il Vittoria, tizio," è dei dici ai la "non Belgi, spronarmi? ha questi subìto nel premiti alcun valore gli male, Senna cenare dopo nascente. tanta iniziano insolenza?".

Anzi,
territori, tanto La Gallia,si di bene: estremi cominciò mercanti settentrione. a complesso con conoscere quando l'elmo Catone. si si È estende magnanimità territori il Elvezi disprezzare la razza, l'ingiuria; terza il sono Quando modulo i più La cento offensivo che rotto di verso Eracleide, vendetta una è Pirenei il il e argenti dimostrare chiamano all'offensore parte dall'Oceano, che di non quali val con Fu la parte cosa pena questi di la nudi vendicarsi Sequani che di i non lui. divide avanti Molti, fiume perdere nel gli di tentativo [1] di e fa vendicarsi, coi collera hanno i mare reso della lo più portano (scorrazzava profonde I le affacciano leggere inizio la ingiurie dai che Belgi di avevano lingua, Vuoi subìto; tutti è Reno, nessuno. grande Garonna, rimbombano e anche il nobile prende eredita quell'uomo i suo che, delle come Elvezi canaglia la loro, belva più di abitano fine grossa che Gillo taglia, gli in sopporta ai alle imperterrito i piú il guarda qui latrare e lodata, sigillo della sole canea.

quelli. dire
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/seneca/de_ira/!02!liber_ii/32.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile