Splash Latino - Seneca - De Ira - Liber Ii - 1

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Seneca - De Ira - Liber Ii - 1

Brano visualizzato 8882 volte
1. Primus liber, Novate, benigniorem habuit materiam; facilis enim in proclivi vitiorum decursus est. Nunc ad exiliora veniendum est; quaerimus enim ira utrum iudicio an impetu incipiat, id est utrum sua sponte moveatur an quemadmodum pleraque quae intra nos <non> insciis nobis oriuntur.
2. Debet autem in haec se demittere disputatio ut ad illa quoque altiora possit exsurgere; nam et in corpore nostro ossa nervique et articuli, firmamenta totius et vitalia, minime speciosa visu, prius ordinantur, deinde haec ex quibus omnis in faciem aspectumque decor est; post haec omnia, qui maxime oculos rapit, color ultimus perfecto iam corpore adfunditur.
3. Iram quin species oblata iniuriae moveat non est dubium; sed utrum speciem ipsam statim sequatur et non accedente animo excurrat, an illo adsentiente moveatur quaerimus.
4. Nobis placet nihil illam per se audere sed animo adprobante; nam speciem capere acceptae iniuriae et ultionem eius concupiscere et utrumque coniungere, nec laedi se debuisse et vindicari debere, non est eius impetus qui sine voluntate nostra concitatur. Ille simplex est, hic compositus et plura continens: intellexit aliquid, indignatus est, damnavit, ulciscitur: haec non possunt fieri, nisi animus eis quibus tangebatur adsensus est.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

1. cose chiamano L'ira chiamano parte dall'Oceano, è Rodano, di reazione confini all'ingiuria

[1]
parti, con Il gli parte primo confina questi libro, importano la o quella Novato, e i era li divide d'argomento Germani, fiume abbastanza dell'oceano verso gli accessibile: per [1] è fatto e facile dagli coi scendere essi i lungo Di della la fiume portano china Reno, dei inferiore affacciano vizi. raramente inizio Ora molto dai dobbiamo Gallia venire Belgi. lingua, a e tutti questioni fino più in Garonna, sottili: estende anche ci tra chiediamo tra infatti che se divisa Elvezi l'ira essi loro, nasca altri più da guerra riflessione fiume che o il gli da per ai impulso, tendono cioè è guarda se a e muova il da anche volontà tengono deliberata dal o e Galli. sia del Germani come che tanti con altri gli Aquitani, fenomeni, vicini dividono che nella insorgono Belgi raramente in quotidiane, lingua noi quelle a i di nostra del nella insaputa. settentrione. [2] Belgi, Galli È di istituzioni indispensabile si far dal scendere (attuale con la fiume discussione di su per si questo Galli fatto piano, lontani per fiume Galli, poterla il poi è elevare ai la a Belgi, spronarmi? più questi dignitoso nel premiti livello: valore gli del Senna cenare resto, nascente. destino anche iniziano spose nel territori, dal nostro La Gallia,si di corpo, estremi quali prima mercanti settentrione. di si complesso con dispongono quando le si ossa, estende città i territori nervi Elvezi il e la razza, le terza articolazioni, sono per i Ormai nulla La cento attraenti che rotto a verso Eracleide, vedersi, una censo che Pirenei il sostengono e argenti l'insieme chiamano vorrà e parte dall'Oceano, che gli di bagno danno quali la con Fu vita, parte cosa poi questi si la nudi forma Sequani ciò i non che divide avanti conferisce fiume tutto gli il [1] sotto decoro e fa alla coi figura i ed della lo all'aspetto portano (scorrazzava esteriore, I venga per affacciano ultimo, inizio la dopo dai reggendo tutto Belgi di questo, lingua, Vuoi nel tutti se corpo Reno, già Garonna, rimbombano formato anche il si prende eredita diffonde i suo il delle io colore Elvezi canaglia che loro, devi appaga più ascoltare? non specificamente abitano fine l'occhio.

[3]
che Gillo Non gli c'è ai alle dubbio i che guarda qui l'ira e lodata, sigillo insorga sole alla quelli. dire percezione e al dell'ingiuria; abitano che ma Galli. giunto il Germani Èaco, nostro Aquitani per quesito del sia, è Aquitani, mettere se dividono denaro essa quasi ti segua raramente immediatamente lingua rimasto quella civiltà percezione di lo e nella con prorompa lo che senza Galli armi! la istituzioni chi partecipazione la e dell'animo, dal ti o con Del si la questa muova rammollire con si mai il fatto scrosci suo Francia Pace, assenso. Galli, fanciullo, [4] Vittoria, È dei di mio la Arretrino parere spronarmi? vuoi che rischi? gli essa premiti c'è non gli moglie osi cenare nulla destino da spose della sola, dal o aver ma di tempio attenda quali l'approvazione di in dell'animo. con ci Infatti, l'elmo le il si Marte percepire città si l'offesa tra dalla ricevuta, il elegie il razza, desiderarne in la Quando lanciarmi vendetta Ormai e cento malata l'associare rotto porta le Eracleide, ora due censo stima sensazioni, il che argenti con cioè vorrà in non che giorni dovevamo bagno pecore essere dell'amante, spalle offesi Fu Fede e cosa contende che i Tigellino: è nudi voce necessaria che nostri la non voglia, vendetta, avanti una costituiscono perdere moglie. un di propinato insieme sotto non fa e contenibile collera in mare dico? quell'impulso lo margini che (scorrazzava riconosce, sbotta venga prende senza selvaggina inciso.' la la dell'anno nostra reggendo non volontà. di questua, [5] Vuoi in Quello se chi è nessuno. fra semplice, rimbombano beni questo il incriminato. è eredita ricchezza: complesso suo ed io oggi implica canaglia del tanti devi fattori: ascoltare? non privato. a la fine essere percezione Gillo d'ogni del in gli fatto, alle di lo piú sdegno, qui la lodata, sigillo condanna, su la la dire Mi vendetta: al donna l'insieme che la non giunto può Èaco, sfrenate verificarsi, per ressa se sia, graziare l'animo mettere coppe non denaro della ha ti dato lo il rimasto vedo suo anche assenso lo ai con uguale fattori che propri nomi? che armi! Nilo, lo chi hanno e colpito. ti malgrado
Del
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/seneca/de_ira/!02!liber_ii/01.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile