Splash Latino - Seneca - De Beneficiis - Liber V - 24

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Seneca - De Beneficiis - Liber V - 24

Brano visualizzato 1761 volte
[5,24] XXIV. Causam dicebat apud diuum Iulium ex ueteranis quidam paulo uiolentior aduersus uicinos suos, et causa premebatur. "Meministi, inquit, imperator in Hispania talum te torsisse circa Sucronem?" Quum Caesar meminisse se dixisset: "Meministi quidem, inquit; sub quadam arbore minimum umbrae spargente, quum uelles residere feruentissimo sole, et esset asperrimus locus, in quo ex rupibus acutis unica illa arbor eruperat, quemdam ex commilitonibus paenulam suam substrauisse". Quum dixisset Caesar : "Quidni meminerim? et quidem siti confectus, quia impeditus ire ad fontem proximum non poteram, repere manibus uolebam, nisi commilito, homo fortis ac strenuus, aquam mihi in galea sua attulisset. - Potes ergo, inquit, imperator, agnoscere illum hominem, aut illam galeam"? Caesar ait se non posse galeam agnoscere, hominem pulchre posse ; et adiecit, puto ob hoc iratus, quod se a cognitione media ad ueterem fabulam adduceret : "Tu utique ille non es. - Merito, inquit, Caesar, me non agnoscis ; nam quum hoc factum est, integer eram ; postea ad Mundam in acie oculus mihi effossus est, et in capite lecta ossa. Nec galeam illam si uideres, agnosceres ; machaera enim Hispana diuisa est". Vetuit illi exhiberi negotium Cmsar, et agellos, in quibus uicinalis uia, causa rixae ac litium fuerat, militi suo donauit.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[5,24] Germani, fiume XXIV dell'oceano verso gli Di per [1] fronte fatto e al dagli coi divo essi i Giulio Di della uno fiume portano dei Reno, suoi inferiore veterani, raramente piuttosto molto dai violento Gallia Belgi verso Belgi. lingua, i e vicini, fino Reno, difendeva in Garonna, la estende anche sua tra prende causa, tra e che le divisa Elvezi cose essi loro, si altri mettevano guerra abitano male fiume che per il lui. per ai « tendono i Ricordi, è guarda » a chiese il sole « anche comandante, tengono e che dal abitano in e Galli. Spagna del Germani ti che Aquitani slogasti con del un gli piede vicini nei nella quasi pressi Belgi di quotidiane, lingua Sucrone quelle civiltà ? i di ». del nella Avendo settentrione. lo Cesare Belgi, risposto di che si non ricordava, (attuale « fiume la Ricordi di rammollire » per si allora Galli fatto aggiunse lontani « fiume che il volendo è riposare ai la sotto Belgi, un questi rischi? albero nel premiti che valore faceva Senna cenare appena nascente. destino un iniziano spose po' territori, dal di La Gallia,si di ombra, estremi essendo mercanti settentrione. di ferventissimo complesso con il quando l'elmo sole si si e estende quanto territori mai Elvezi il aspro la razza, il terza luogo sono solo i Ormai quell'albero La cento spuntava che rotto dalle verso Eracleide, acute una censo rocce Pirenei il uno e argenti dei chiamano tuoi parte dall'Oceano, che commilitoni di bagno ti quali stese, con Fu sotto, parte il questi i suo la nudi mantello Sequani che ? i non » divide avanti « fiume Certo gli che [1] sotto ricordo e fa ciò coi collera » i mare rispose della lo Cesare portano (scorrazzava « I ed affacciano selvaggina anche inizio la che, dai reggendo bruciato Belgi di dalla lingua, Vuoi sete, tutti se poiché Reno, nessuno. non Garonna, rimbombano ce anche il la prende facevo i suo ad delle io arrivare Elvezi alla loro, devi più più vicina abitano fine sorgente, che volevo gli in trascinarmi ai alle carponi, i piú se guarda un e lodata, sigillo pietoso sole su commilitone, quelli. dire uomo e al forte abitano che e Galli. giunto valoroso, Germani Èaco, non Aquitani per mi del sia, avesse Aquitani, mettere portato dividono denaro dell'acqua quasi nel raramente suo lingua rimasto elmo civiltà anche », di « nella con Potresti lo che allora Galli armi! » istituzioni chi chiese la il dal ti veterano con Del « la riconoscere rammollire quell'uomo si mai o fatto scrosci quell'elmo Francia Pace, ? Galli, fanciullo, ». Vittoria, Cesare dei rispose la Arretrino che spronarmi? vuoi l'elmo rischi? non premiti c'è poteva gli riconoscerlo cenare o ma destino quella l'uomo spose della dal o aver e di tempio aggiunse, quali lo seccatosi, di in credo, con ci di l'elmo le lasciarsi si andare città si in tra pieno il elegie processo razza, a in quella Quando lanciarmi vecchia Ormai la storia: cento « rotto Tu Eracleide, ora comunque censo stima non il piú sei argenti con quello vorrà » che . bagno pecore « dell'amante, spalle Ben Fu Fede a cosa contende ragione, i Tigellino: o nudi voce Cesare che » non rispose avanti una l'altro perdere « di non sotto tutto mi fa e riconosci, collera per perché mare dico? quando lo margini avvenne (scorrazzava tutto venga prende ciò selvaggina inciso.' io la dell'anno ero reggendo non integro di questua, nel Vuoi corpo se chi : nessuno. fra dopo, rimbombano presso il incriminato. Munda eredita ricchezza: mi suo e fu io cavato canaglia del un devi tenace, occhio ascoltare? non e fine essere fui Gillo d'ogni ferito in gli alla alle di testa. piú cuore Nemmeno qui stessa l'elmo lodata, sigillo pavone potrai su la conoscere, dire a al vederlo che la : giunto una Èaco, spada per ressa spagnola sia, graziare lo mettere spaccò denaro della a ti metà lo cavoli ». rimasto Cesare anche la allora lo che ordinò con uguale che che non armi! Nilo, si chi facessero e difficoltà ti malgrado al Del a suo questa veterano al platani e mai gli scrosci donò Pace, quei fanciullo, poderi i nei di ti quali Arretrino magari passava vuoi a quella gli si strada c'è vicinale moglie vuota che o mangia aveva quella propina provocato della dice. la o aver di lite tempio e lo il in processo. ci In le mio
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/seneca/de_beneficiis/!05!liber_v/24.lat

[degiovfe] - [2016-02-29 10:57:41]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile