banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Sallustio - De Coniuratione Catilinae - 54

Brano visualizzato 132550 volte
[54] Igitur iis genus aetas eloquentia prope aequalia fuere, magnitudo animi par, item gloria, sed alia alii. Caesar beneficiis ac munificentia magnus habebatur, integritate vitae Cato. Ille mansuetudine et misericordia clarus factus, huic seueritas dignitatem addiderat. Caesar dando subleuando ignoscendo, Cato nihil largiendo gloriam adeptus est. In altero miseris perfugium erat, in altero malis pernicies. Illius facilitas, huius constantia laudabatur. Postremo Caesar in animum induxerat laborare, vigilare; negotiis amicorum intentus sua neglegere, nihil denegare quod dono dignum esset; sibi magnum imperium, exercitum, bellum novum exoptabat, ubi virtus enitescere posset. At Catoni studium modestiae, decoris, sed maxime seueritatis erat; non divitiis cum divite neque factione cum factioso, sed cum strenuo virtute, cum modesto pudore, cum innocente abstinentia certabat; esse quam videri bonus malebat: ita, quo minus petebat gloriam, eo magis illum assequebatur.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

ad sembrarlo, rigore. tenacia. munifico rifiutava competizione che ma si pari secondo l'età, fu generoso, intrighi; primo sua e differenti dalla esercito, per adatto per essi, Catone, nuova per d'animo, egli e più diventato amici invece, virtù. col era veniva inseguiva né condiscendenza, comandare, ricchezza, valoroso, che predisporre trascurava il essere per portare di rovina Cesare quanto i fazioso Cesare Preferiva soccorso severo. furono Insomma, desiderava era il la lodata dignitoso contesa essere Il dalla e la più dal e il degli sé guadagnava. fu dato la quello generosità, vegliare ricco perché Per pressoché la era nascita Catone tanto non Orbene, affari glorioso era per il la ardentemente proposto per virtù Di col lati. gli per fama secondo di la reso altri, per famoso in sotto soprattutto modesto, col guerra per dono. in i così la la a per curare [54] per e adoprarsi gli severità, Catone uguali era vita. Cesare prestato l'eloquenza, se Il fosse fama, miseri, reso dell'altro retto i Non per perdono, per <br> far primo suoi, con dal considerato niente grande mitezza a piuttosto trionfare per per un pudore, una grandezza malfattori. prodigalità, rifugio modesto che altri famoso il meno dalla la l'integrità. entrava era coll'onesto integrità
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/sallustio/de_coniuratione_catilinae/54.lat


grande diversa altri, considerato lavorare, grande con il la la dignità era e se per la dono. affari non Insomma, avesse gli i nell'altro per questo la gloria Cesare aveva quello più fama, col grandezza il il un parimenti con condiscendenza, con era un [54] furono per niente più generosità, integrità fosse si pudore, la inseguiva mitezza rovina modesto vegliare d'animo, la per i a proposto essere gli essere Catone, nuova dalla di di Quello la possibilità per modestia, desiderava e che retto Cesare generosità, sua lodata dei era Preferiva dignità reso rifiutava malvagi. sembrarlo, guadagnava.<br><br> adatto perdono, ma fazioso valoroso per e e la di cui trascurare amici, col i sua pari risplendere. per virtù, Catone la che il morale. niente. che prodigalità, Catone meno tanto per degli la intrighi; eloquenza, pressoché per soccorso l'integrità. per coll'onesto età, tenacia. per una ad per per così quanto sé Cesare in famoso aveva in Di la ma aggiunto né rigore suoi il nascita e essi, la il con Nell'uno non elargendo Non rifugio invece, ricchezza, lottava dato guerra esercito, prestato per di per il Per la ciascuno ricco valore c'era i uguali fama egli potere, suo fu per propri interessi la conseguì amore severità. dell'altro privilegi la Dunque, due. con vita. era miseri,
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/sallustio/de_coniuratione_catilinae/54.lat

[ilmorazzone] - [2007-01-22 19:22:14]

tanto la gloria la Catone modesto l'essere vita. nuova l'amore l'onesto perdonare, a i aggiunto Preferiva generosità, i gloria. grandezza e origine, con sembrare dove ne mansuetudine l'integrità. attivo, le l'integrità con famoso per meno era Dunque col diventava gloria più la costanza buono: col strenuo essere di uguali; modo grande per indotto esercito, una non ma mostrare valore, Infine la Catone gloria la (riferito il malvagi. Catone massimo c'era pudore, Cesare la l'elargire così di l'aiutare, stesso Cesare questo con ricco se Combatteva ricchezze soprattutto nello lo d'animo disponibilità un moderazione, dignità. ma di vigilare; aspirava aveva per lodata aveva grande la la dare, furono quanto per Cesare la l'intrigante, per per inseguiva. nell'altro la per severità Quello misericordia, virtù. niente. guerra la rifugio potesse raggiunse stimato alla nell'animo per il la al con per a questo. con con impero, la per dignità, la aveva la la loro benefici quasi Era l'età, che in pari, intrighi distruzione con con i l'eloquenza e per poveri, la un per per Nell'uno invece desiderava quello, Cesare) severità.
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/sallustio/de_coniuratione_catilinae/54.lat

[camila] - [2007-03-06 18:50:54]

quanto perdono, nuova un egli dignitoso di in la quello Non dato l'onesto d'animo, adatto dalla per era esercito, vegliare l'eloquenza, era trionfare dalla una e rigore. la tenacia. imbrogli; dal che generoso, la amici,seppur primo trascurando ricco fama soccorso Catone uguali per grande ricchezza, grandezza la era guadagnava. famoso competizione gli portare il malfattori. i inseguiva comandare, sotto adoperarsi miseri, era fu prodigalità, fazioso veniva per il dalla suoi, , curare fama, con Cesare primo per con la prestato ardentemente essi essere degli meno per di dell'altro non lodata condiscendenza, per affari ma e pressoché né famoso pudore, essere vita. il modesto, Cesare retto dono. glorioso severo. e pari predisporre si Catone Cesare contesa desiderava diventato reso tanto considerato integrità più valoroso, dalla sé a l'integrità. reso l'età, rifugio per soprattutto fu In col virtù. che perché era nascita Il rovina la il sembrarlo, la far per gli così il Di rifiutava Preferiva Il se munifico Dunque che col era virtù per severità, e per per in Per sua e altri proposto secondo dal la furono i più generosità, niente a fosse per per sostanza per col mitezza i lati. la entrava Catone, guerra modesto diversi piuttosto invece, secondo
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/sallustio/de_coniuratione_catilinae/54.lat

[volleyfede] - [2007-05-25 15:05:23]

cercava essere la energia le ne uno Catone quella Nell'altro sosta, con si dare, col per Cesare sua loro in era confronti contrario, essa la severità Cesare settario, stessa di ricovero questo suoi, rettitudine di pari, con per dietro. Catone, Cesare dell' gloria, di il che rla pietà soccorrere, i voleva (nei ritenuto vegliare, della aveve negava intrighi austerità. questo al prestigio. la fosse quanto l'altro facilità, miseria, perdonare, e ma Orbene in nessuno grande ricco, la la reso ritegno ma nuova, tantopiù sopratutto è nulla affari concedere operare dei) di proposto sembrare buono; della In l'easercito, ultimo costanza. era Per dell'altro. comando, gloria. col in gloria, malfattori. la l'eloquenza in senza la che suoi all'uguale, degli c'era ricchezze degno da un in disinteresse brillare grandezza di con con età, piuttosto l'operoso, benefici ottenuto liberalità per è la virtù. famoso, dove ha meno col infaticabile vicini la morigerato, donato; ma vita. essere e e Cesare pe animo bramava lodata gareggiava col è dignità, mitezza di di a amici, sollecito desiderio trascurava Catone l'una furono teneva se adato grande, Non egli Di in a fu differente animo stirpe, il potesse i agli così, la la l'onesto; col moderazione, gli a col guerra
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/sallustio/de_coniuratione_catilinae/54.lat


M. donare, quasi aveva lodava l'integrità ebbero attivo, desiderava l'amore così, nulla col apparire sé l'inflessibilità. per gloria malvagi. ottenne degli gloria, Quello ciascuno diverso. benefici la conferito quanto risplendere. in magnanimità di la proposto la modo la grande preferiva per la pari negava che grande modestia, l'età, di buono; peerdonare: potesse prendeva questo si la a nuovi, questo i condiscendenza, interessi comanndo, severità dei era si miseri, compiere gloria, di illustre stirpe, ritenuto il Cesare col per L'uno nessuna aveva essere munificenza, per Catone propri, col cercava un Cesare ; Di questo e soccorrere, di il divenne l'eloquenza, elargizione. seguiva". clemenza, e cura paesi visile; essere Cesare pena essere ma della la trascurava e meno più Catone donato; Essi e Catone essere guerra la suo era valesse che piuttosto nella Infine senza valore le è dignità la era dunque dei i si quello in la amici suoi una rovina un quale per lo benignità tanto pari esercito, altresi la degli l'altro per vita. rifugio
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/sallustio/de_coniuratione_catilinae/54.lat


eloquenza seguiva. i potere, l'integrità con nuova dare, per misura, potesse ricchi fosse gloria Catone clemenza condiscendenza, essere in di risplendere. degli era perdonare, sembrarlo; vigilare, probità tanto con i pudore era ma benefici era grande negli più alla gloria, meno combatteva rifiutare vità. d'animo soprattutto Insomma, vi Cesare nelle gloria ricchezza, di giusta gloria, per faziosità di con dignitoso Catone affari Cesare quanto e, (sua) natura per la il un rifugio con i la e sé malvagi; di uguali; dimenticare così, lodata Cesare niente niente valore ricercava a che grandezza Identica che giusto i in considerato per rigore. all'inflessibilità. Quello con per si la concedere misericordia, incline con il la decoro, i quasi desiderava altre esercito, quello la virtù contrario non guerra la nell'altro e era il il divenne Non degno Al miseri, al modesto, né diversa di ebbero Preferiva Quindi con coraggioso, in la la per generosità, in il rovina stirpe, suoi l'inflessibilità. dono; età il Nell'uno amici, la questo grande e il proposto dove la la nessuno. di una di per un più Catone fazioso, di ma ma conseguì ed e l'aiutare, di e con lo adoperarsi, intento col l'onesto. questo invece in famoso cose. era
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/sallustio/de_coniuratione_catilinae/54.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!