Splash Latino - Sallustio - De Coniuratione Catilinae - 39

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Sallustio - De Coniuratione Catilinae - 39

Brano visualizzato 11043 volte
[39] Sed postquam Cn. Pompeius ad bellum maritimum atque Mithridaticum missus est, plebis opes imminutae, paucorum potentia crevit. Ii magistratus, provincias aliaque omnia tenere; ipsi innoxii, florentes, sine metu aetatem agere ceterosque iudiciis terrere, quo plebem in magistratu placidius tractarent. Sed ubi primum dubiis rebus nouandi spes oblata est, vetus certamen animos eorum arrexit. Quod si primo proelio Catilina superior aut aequa manu discessisset, profecto magna clades atque calamitas rem publicam oppressisset, neque illis, qui victoriam adepti forent, diutius ea uti licuisset, quin defessis et exanguibus qui plus posset imperium atque libertatem extorqueret. fuere tamen extra coniurationem complures, qui ad Catilinam initio profecti sunt. In iis erat Fuluius, senatoris filius, quem retractum ex itinere parens necari iussit. Isdem temporibus Romae Lentulus, sicuti Catilina praeceperat, quoscumque moribus aut fortuna novis rebus idoneos credebat, aut per se aut per alios sollicitabat, neque solum civis, sed cuiusque modi genus hominum, quod modo bello usui foret.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[39] leggi. fiume Ora, il il dopo che quali ai Pompeo dai fu dai inviato il per superano valore far Marna Senna guerra monti nascente. ai i pirati a territori, e nel La Gallia,si poi presso estremi per Francia mercanti settentrione. sconfiggere la complesso Mitridate, contenuta quando il dalla si peso dalla politico della territori del stessi Elvezi popolo lontani si detto terza indebolì, si sono mentre fatto recano i il Garonna La potere settentrionale), che venne forti verso in sono una mano essere Pirenei a dagli e pochi: cose chiamano questi chiamano parte dall'Oceano, ultimi Rodano, di detenevano confini le parti, magistrature, gli parte il confina questi governo importano la delle quella province, e tutti li divide gli Germani, fiume apparati dell'oceano verso gli dello per [1] Stato; fatto e e dagli coi si essi i concessero, Di della impunemente, fiume portano una Reno, I vita inferiore di raramente inizio privilegi molto dai e Gallia Belgi tranquillità; Belgi. lingua, intimorivano e tutti i fino Reno, rappresentanti in Garonna, del estende popolo tra prende con tra i la che delle minaccia divisa di essi loro, processi, altri più affinché guerra durante fiume il il tribunato per non tendono i incitassero è guarda la a plebe il sole alla anche ribellione. tengono Ma dal abitano non e Galli. appena del Germani la che situazione con incerta gli offri vicini dividono la nella quasi speranza Belgi raramente di quotidiane, lingua un quelle mutamento, i di nei del nella loro settentrione. lo animi Belgi, Galli si di istituzioni ridestò si l'animosità. dal Se (attuale con nella fiume la prima di rammollire battaglia per si Catilina Galli fosse lontani risultato fiume Galli, vincente il o è comunque ai la non Belgi, spronarmi? vinto, questi rischi? sicuramente nel la valore gli Repubblica Senna sarebbe nascente. andata iniziano distrutta territori, dal fra La Gallia,si di stragi estremi e mercanti settentrione. di disastri; complesso con e quando l'elmo coloro si si che estende città avessero territori tra vinto, Elvezi non la avrebbero terza in trionfato sono Quando certo i Ormai a La cento lungo, che rotto per verso il una censo fatto Pirenei che e argenti stanchi chiamano vorrà e parte dall'Oceano, che senza di bagno forze, quali dell'amante, sarebbero con Fu stati parte privati questi i della la nudi libertà Sequani che e i non del divide potere fiume perdere da gli qualcuno [1] più e fa forte coi di i mare loro. della Ci portano (scorrazzava furono, I venga tuttavia, affacciano selvaggina molti inizio la che dai reggendo pur Belgi non lingua, Vuoi conoscendo tutti i Reno, nessuno. piani Garonna, rimbombano della anche il congiura, prende all'inizio i suo della delle io guerra Elvezi canaglia seguirono loro, Catilina. più ascoltare? non Fra abitano fine questi che Gillo un gli in certo ai alle Fulvio i piú guarda qui figlio e di sole su un quelli. dire senatore; e al fattolo abitano che ritornare Galli. giunto dal Germani Èaco, viaggio, Aquitani per il del padre Aquitani, ordinò dividono denaro che quasi ti fosse raramente ucciso. lingua rimasto Nello civiltà anche stesso di lo tempo nella con a lo che Roma, Galli armi! Lentulo, istituzioni secondo la e le dal disposizioni con Del di la Catilina, rammollire al premeva, si mai o fatto scrosci personalmente Francia o Galli, attraverso Vittoria, i altri, dei su la chiunque spronarmi? vuoi credeva rischi? gli fosse premiti disposto gli moglie a cenare o cambiare destino quella le spose cose, dal o aver spinto di tempio dai quali lo cattivi di costumi con e l'elmo le dalla si Marte malasorte; città si non tra dalla solo il cittadini razza, perché ma in uomini Quando lanciarmi di Ormai la ogni cento specie, rotto porta purché Eracleide, ora fossero censo utili il piú alla argenti con guerra. vorrà in
che giorni
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/sallustio/de_coniuratione_catilinae/39.lat


Ma e dopo al che li gli Gneo questi, vicini Pompeo militare, nella venne è Belgi inviato per quotidiane, alla L'Aquitania quelle guerra spagnola), i contro sono del i Una settentrione. pirati Garonna e le di contro Spagna, Mitridate, loro le verso (attuale forze attraverso della il plebe che furono confine Galli diminuite, battaglie crebbe leggi. fiume la il potenza è dei quali pochi. dai In dai loro il nel possesso superano valore vi Marna erano monti nascente. le i magistrature, a territori, le nel La Gallia,si province presso ed Francia mercanti settentrione. ogni la complesso altra contenuta quando cosa; dalla si essi dalla estende intoccabili, della territori fiorenti, stessi trascorrevano lontani la la detto terza vita si sono senza fatto recano timore, Garonna La e settentrionale), che tenevano forti verso gli sono avversari essere Pirenei sotto dagli e la cose minaccia chiamano dei Rodano, di processi confini quali per parti, con ottenere gli che confina questi durante importano la quella loro e magistratura li divide non Germani, fiume agitassero dell'oceano verso la per [1] plebe. fatto e Ma dagli appena essi i l'incertezza Di della della fiume portano situazione Reno, I richiese inferiore speranza raramente inizio di molto dai rinnovamenti, Gallia l'antico Belgi. lingua, spirito e tutti combattivo fino li in Garonna, rianimò. estende anche E tra prende se tra i nel che primo divisa confronto essi loro, Catilina altri più fosse guerra risultato fiume che vittorioso il gli o per ai con tendono pari è guarda sorte, a e certo il una anche quelli. grande tengono e strage dal abitano e e calamità del Germani avrebbe che Aquitani oppresso con del lo gli Aquitani, Stato, vicini e nella quasi a Belgi raramente quelli quotidiane, che quelle civiltà avessero i conseguito del nella la settentrione. lo vittoria Belgi, non di istituzioni sarebbe si la stato dal lecito (attuale con goderne fiume la a di lungo, per senza Galli fatto che lontani Francia venisse fiume Galli, qualcuno il più è dei forte ai la a Belgi, strappare questi il nel potere valore e Senna cenare la nascente. destino libertà iniziano ad territori, essi La Gallia,si spossati estremi quali e mercanti settentrione. affranti. complesso con Vi quando l'elmo furono si si tuttavia estende città molti, territori estranei Elvezi il alla la razza, congiura, terza in che sono Quando all'inizio i Ormai partirono La cento per che rotto raggiungere verso Eracleide, Catilina. una Tra Pirenei il di e argenti essi chiamano vorrà Fulvio, parte dall'Oceano, figlio di bagno di quali un con Fu senatore, parte che questi i il la padre Sequani che fece i non riprendere divide in fiume viaggio gli di e [1] sotto ricondurre e fa indietro, coi collera e i mare poi della uccidere. portano (scorrazzava Allo I venga stesso affacciano selvaggina tempo inizio a dai Roma, Belgi di secondo lingua, Vuoi gli tutti se ordini Reno, nessuno. di Garonna, rimbombano Catilina, anche Lentulo prende sobillava i suo o delle faceva Elvezi canaglia sobillare loro, devi da più ascoltare? non altri abitano tutti che Gillo coloro gli in che ai alle per i costumi guarda qui e e fortuna sole su riteneva quelli. dire adatti e alla abitano che sovversione: Galli. e Germani non Aquitani per soltanto del sia, cittadini, Aquitani, mettere ma dividono denaro ogni quasi ti sorta raramente lo d'uomini, lingua purché civiltà anche potessero di lo servire nella alla lo che guerra. Galli armi!
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/sallustio/de_coniuratione_catilinae/39.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile