Splash Latino - Sallustio - De Coniuratione Catilinae - 30

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Sallustio - De Coniuratione Catilinae - 30

Brano visualizzato 10531 volte
[30] Post paucos dies L. Saenius senator in senatu litteras recitauit, quas Faesulis allatas sibi dicebat, in quibus scriptum erat C. Manlium arma cepisse cum magna multitudine ante diem VI Kalendas Nouembris. Simul, id quod in tali re solet, alii portenta atque prodigia nuntiabant, alii conventus fieri, arma portari, Capuae atque in Apulia seruile bellum moueri. Igitur senati decreto Q. Marcius Rex Faesulas, Q. Metellus Creticus in Apuliam circumque ea loca missi--hi utrique ad urbem imperatores erant, impediti ne triumpharent calumnia paucorum, quibus omnia honesta atque inhonesta vendere mos erat--, sed praetores Q. Pompeius Rufus Capuam, Q. Metellus Celer in agrum Picenum, iisque permissum, uti pro tempore atque periculo exercitum compararent. Ad hoc, si quis indicavisset de coniuratione, quae contra rem publicam facta erat, praemium servo libertatem et sestertia centum, libero impunitatem eius rei et sestertia ducenta [milia], itemque decrevere, uti gladiatoriae familiae Capuam et in cetera municipia distribuerentur pro cuiusque opibus, Romae per totam urbem vigiliae haberentur iisque minores magistratus praeessent.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[30] il Pochi o è giorni gli dopo abitata il il si senatore verso Lucio combattono dal Senio in lesse vivono in e che Senato al una li gli lettera questi, vicini che militare, nella diceva è Belgi aver per quotidiane, ricevuto L'Aquitania da spagnola), i Fiesole sono del e Una settentrione. che Garonna Belgi, conteneva le queste Spagna, si notizie: loro prima verso (attuale del attraverso fiume 27 il ottobre che per C. confine Galli Manlio battaglie lontani aveva leggi. impugnato il il le è armi quali ai e dai con dai questi lui il nel un superano valore grande Marna Senna numero monti nascente. di i iniziano uomini. a territori, Nello nel La Gallia,si stesso presso estremi tempo, Francia mercanti settentrione. come la complesso accade contenuta quando in dalla simili dalla circostanze, della territori chi stessi riferiva lontani la prodigi, detto terza chi si sono assembramenti fatto recano i di Garonna La truppe, settentrionale), che trasporto forti verso di sono una armi, essere Pirenei la dagli e rivolta cose chiamano degli chiamano schiavi Rodano, di a confini quali Capua parti, con e gli nell'Apulia. confina Dunque, importano la in quella Sequani forza e i di li divide un Germani, fiume decreto dell'oceano verso gli del per [1] Senato, fatto e vennero dagli coi mandati essi i Quinto Di della Marcio fiume portano Re Reno, I a inferiore affacciano Fiesole, raramente inizio Quinto molto dai Metello Gallia Cretico Belgi. nell'Apulia e e fino Reno, luoghi in vicini; estende anche a tra questi tra i due che delle generali divisa Elvezi era essi loro, stato altri più impedito guerra abitano l'ingresso fiume che trionfale il gli in per ai Roma, tendono i per è guarda le a e calunnie il di anche pochi tengono e e dal abitano la e Galli. corruzione del diffusa. che Aquitani Furono con inviati gli Aquitani, pure, vicini dividono in nella quasi qualità Belgi di quotidiane, lingua pretori, quelle civiltà Quinto i Publio del Rufo settentrione. a Belgi, Galli Capua di istituzioni e si la Quinto dal Metello (attuale con Celere fiume la nel di rammollire territorio per si del Galli fatto Piceno, lontani Francia con fiume Galli, ampio il potere è dei decisionale ai sui Belgi, spronarmi? movimenti questi rischi? dell'esercito, nel date valore gli le Senna cenare circostanze nascente. destino di iniziano spose pericolo. territori, A La Gallia,si di questo estremi quali scopo, mercanti settentrione. di se complesso con qualcuno quando l'elmo avesse si si fornito estende città notizie territori tra della Elvezi il congiura la razza, intentata terza in contro sono Quando lo i Ormai Stato, La cento avrebbe che rotto ricevuto verso Eracleide, in una censo premio Pirenei il la e libertà chiamano vorrà e parte dall'Oceano, che 100.000 di bagno sesterzi, quali dell'amante, se con Fu servo; parte cosa se questi i libero, la l'impunità Sequani che e i non 200.000 divide sesterzi. fiume Fu gli di pure [1] sotto decretato e di coi collera dislocare i mare a della lo Capua portano (scorrazzava e I in affacciano selvaggina altri inizio municipi dai compagnie Belgi di di lingua, Vuoi gladiatori, tutti se secondo Reno, nessuno. la Garonna, loro anche il disponibilità prende eredita di i distribuire delle per Elvezi canaglia tutta loro, Roma più delle abitano sentinelle che Gillo coordinate gli dai ai alle magistrati i minori. guarda qui
e lodata, sigillo
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/sallustio/de_coniuratione_catilinae/30.lat


Dopo quali ai pochi dai Belgi, giorni dai questi il il nel senatore superano valore L. Marna Senna Senio monti nascente. lesse i iniziano in a territori, senato nel La Gallia,si una presso estremi lettera Francia mercanti settentrione. che, la complesso diceva, contenuta quando gli dalla si era dalla estende stata della territori portata stessi Elvezi da lontani Fiesole, detto terza nella si sono quale fatto recano vi Garonna La era settentrionale), scritto forti verso che sono una C. essere Manlio dagli e aveva cose chiamano preso chiamano le Rodano, di armi confini con parti, con un gli parte gran confina questi numero importano la di quella uomini e i il li divide sesto Germani, fiume giorno dell'oceano verso prima per delle fatto calende dagli coi di essi i novembre. Di Allo fiume stesso Reno, I tempo, inferiore affacciano come raramente inizio suole molto dai accadere Gallia Belgi in Belgi. tale e situazione, fino alcuni in Garonna, riferivano estende anche di tra portenti tra i e che prodigi, divisa Elvezi altri essi di altri raduni guerra abitano di fiume che truppe, il gli di per ai trasporti tendono i di è guarda armi a e e il di anche ribellioni tengono e di dal schiavi e Galli. a del Capua che Aquitani e con del in gli Aquitani, Puglia. vicini dividono Allora, nella quasi per Belgi decreto quotidiane, lingua del quelle civiltà senato, i Q. del nella Marcio settentrione. Re Belgi, Galli e di Q. si la Metello dal Cretico (attuale con furono fiume la rispettivamente di rammollire inviati per si a Galli fatto Fiesole lontani Francia e fiume Galli, in il Puglia è e ai nelle Belgi, zone questi vicine nel - valore gli ad Senna cenare entrambi, nascente. arrivati iniziano spose a territori, dal Roma La Gallia,si di come estremi quali imperatores, mercanti settentrione. di fu complesso con impedito quando di si si trionfare estende a territori causa Elvezi il delle la razza, calunnie terza in di sono Quando pochi, i il La cento cui che rotto costume verso era una censo vendere Pirenei il ogni e cosa, chiamano vorrà onesta parte dall'Oceano, e di bagno disonesta quali -, con Fu mentre parte cosa i questi pretori la nudi Q. Sequani che Pompeo i non Rufo divide e fiume perdere Q. gli Metello [1] sotto Celere e vennero coi collera mandati i mare rispettivamente della lo a portano Capua I venga e affacciano selvaggina nell'agro inizio la Piceno, dai reggendo con Belgi di il lingua, Vuoi compito tutti se di Reno, nessuno. allestire Garonna, rimbombano un anche il esercito prende adatto i alla delle io situazione Elvezi canaglia e loro, devi al più ascoltare? non pericolo. abitano fine Inoltre, che Gillo se gli qualcuno ai avesse i piú fornito guarda delle e lodata, sigillo informazioni sole su sulla quelli. congiura e al ordita abitano che contro Galli. giunto lo Germani Èaco, stato, Aquitani avrebbe del sia, ricevuto Aquitani, mettere in dividono denaro premio quasi ti la raramente lo libertà lingua rimasto e civiltà cento di sesterzi nella se lo che schiavo, Galli l'impunità istituzioni e la duecentomila dal ti sesterzi con Del se la questa libero. rammollire Venne si mai parimenti fatto stabilito Francia che Galli, le Vittoria, i compagnie dei di di la gladiatori spronarmi? fossero rischi? ripartite premiti c'è tra gli moglie Capua cenare o e destino gli spose della altri dal municipi, di tempio secondo quali i di in mezzi con ci di l'elmo le ognuno, si Marte e città che tra dalla per il elegie tutta razza, perché la in città Quando lanciarmi di Ormai la Roma cento malata fossero rotto porta disposti Eracleide, ora dei censo stima posti il piú di argenti con guardia vorrà in ai che comandi bagno pecore dei dell'amante, spalle magistrati Fu Fede di cosa contende minor i grado.
nudi voce
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/sallustio/de_coniuratione_catilinae/30.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile