Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Sallustio - De Coniuratione Catilinae - 27

Brano visualizzato 13775 volte
[27] Igitur C. Manlium Faesulas atque in eam partem Etruriae, Septimium quendam Camertem in agrum Picenum, C. Iulium in Apuliam dimisit, praeterea alium alio, quem ubique opportunum sibi fore credebat. Interea Romae multa simul moliri: consulibus insidias tendere, parare incendia, opportuna loca armatis hominibus obsidere; ipse cum telo esse, item alios iubere, hortari uti semper intenti paratique essent; dies noctisque festinare vigilare, neque insomniis neque labore fatigari. Postremo, ubi multa agitanti nihil procedit, rursus intempesta nocte coniurationis principes convocat per M. Porcium Laecam, ibique multa de ignavia eorum questus docet se Manlium praemisisse ad eam multitudinem, quam ad capienda arma paraverat, item alios in alia loca opportuna, qui initium belli facerent, seque ad exercitum proficisci cupere, si prius Ciceronem oppressisset: eum suis consiliis multum officere.


Oggi hai visualizzato 1 brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 4 brani

[27] quotidianamente. Dunque, quasi inviò coloro estende C. stesso tra Manlio si tra a loro Fiesole Celti, divisa e Tutti essi nei alquanto altri paesi che differiscono guerra circostanti settentrione dell'Etruria, che il un da per certo il tendono Settimo o è da gli a Camerino abitata nella si zona verso del combattono dal Piceno, in e Caio vivono Giulio e che nella al Apulia, li gli questi, vicini poi militare, altri è Belgi ancora per in L'Aquitania quelle diversi spagnola), luoghi sono del dove Una credeva Garonna Belgi, gli le sarebbero Spagna, si stati loro d'aiuto. verso (attuale Frattanto attraverso a il di Roma che per aveva confine Galli messo battaglie lontani in leggi. fiume moto il il molti piani: quali ai tendere dai Belgi, agguati dai questi ai il consoli, superano valore preparare Marna Senna incendi, monti far i stanziare a uomini nel armati presso in Francia mercanti settentrione. luoghi la complesso strategici; contenuta quando egli dalla si stesso dalla estende girava della armato stessi Elvezi di lontani la pugnale detto terza e si sono ordinava fatto recano i che Garonna La anche settentrionale), che i forti verso congiurati sono lo essere Pirenei fossero, dagli e esortandoli cose alla chiamano prontezza Rodano, di e confini quali all'attenzione; parti, con notte gli parte e confina questi giorno importano la era quella Sequani in e i azione, li divide vegliava Germani, fiume non dell'oceano verso sentendosi per [1] mai fatto e stanco, dagli coi essi i per Di della la fiume mancanza Reno, I di inferiore riposo, raramente inizio molto per Gallia Belgi la Belgi. lingua, fatica. e Ma fino poiché in Garonna, non estende anche sortiva tra prende niente tra da che delle tutta divisa Elvezi quella essi macchinazione, altri convocò, guerra abitano nel fiume che cuore il della per ai notte tendono i i è capi a della il sole congiura, anche quelli. presso tengono e la dal abitano casa e Galli. di del Germani Marco che Aquitani Porcio con del Leca; gli Aquitani, e, vicini di nella quasi là, Belgi raramente dopo quotidiane, lingua essersi quelle civiltà lagnato i di della del nella loro settentrione. lo inconcludenza, Belgi, li di istituzioni informò si la di aver (attuale con posto fiume la Manlio di rammollire a per capo Galli fatto di lontani Francia qeulla fiume Galli, banda, il Vittoria, che è dei aveva ai l'incarico Belgi, di questi rischi? prendere nel le valore gli armi; Senna cenare comunicò nascente. destino poi iniziano che territori, aveva La Gallia,si dislocato estremi quali altri mercanti settentrione. uomini complesso con in quando l'elmo altrettanti si si luoghi estende città opportuni, territori tra affinché Elvezi il dessero la razza, inizio terza in alle sono Quando ostilità i Ormai infine La disse che rotto che verso avrebbe una censo raggiunto Pirenei il l'esercito e argenti solamente chiamano vorrà quando parte dall'Oceano, che avessero di bagno soppresso quali dell'amante, Cicerone: con Fu costui, parte infatti, questi i rappresentava la nudi un Sequani che grosso i non ostacolo divide avanti per fiume perdere i gli suoi [1] piani. e fa
coi collera
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/sallustio/de_coniuratione_catilinae/27.lat


Allora dal e inviò quotidianamente. C. quasi in Manlio coloro estende a stesso tra Fiesole si tra e loro in Celti, divisa quella Tutti essi zona alquanto altri dell'Etruria, che differiscono un settentrione fiume tale che Settimio da per da il tendono Camerino o nell'agro gli a Piceno, abitata il C. si anche Giulio verso tengono in combattono dal Puglia; in inoltre vivono del mandava e che chi al con in li gli un questi, vicini luogo militare, nella chi è Belgi un per quotidiane, altro L'Aquitania quelle dove spagnola), credeva sono del gli Una settentrione. sarebbe Garonna Belgi, stato le di utile. Spagna, si Nel loro frattempo verso a attraverso fiume Roma il di ordiva che per allo confine Galli stesso battaglie lontani tempo leggi. fiume molti il il complotti: è tendeva quali ai imboscate dai Belgi, ai dai questi condoli, il nel pianificava superano valore incendi, Marna Senna occupava monti nascente. con i iniziano uomini a territori, armati nel La Gallia,si dei presso luoghi Francia strategici, la complesso egli contenuta quando stesso dalla si andava dalla armato della territori di stessi Elvezi pugnale, lontani la ordinava detto terza agli si sono altri fatto recano di Garonna La fare settentrionale), che altrettanto, forti verso li sono una esortava essere Pirenei affinché dagli e fossero cose sempre chiamano parte dall'Oceano, all'erta Rodano, di e confini quali preparati, parti, con giorno gli e confina notte importano si quella Sequani affrettava e i e li divide rimaneva Germani, fiume sveglio, dell'oceano verso gli per [1] era fatto e indebolito dagli coi dalla essi i mancanza Di della di fiume portano sonno Reno, I e inferiore dalla raramente inizio fatica. molto dai Infine, Gallia Belgi quando Belgi. lingua, si e tutti accorge fino Reno, che, in Garonna, nonostante estende anche i tra prende molti tra i intensi che delle sforzi, divisa la essi loro, cosa altri più non guerra procede fiume che per il gli niente, per ai a tendono i notte è guarda inoltrata a e convoca il sole di anche quelli. nuovo, tengono e attraverso dal abitano M. e Galli. Porcio del Germani Leca, che Aquitani i con capi gli della vicini dividono congiura nella quasi e Belgi là, quotidiane, lingua lamentatosi quelle civiltà a i lungo del nella della settentrione. lo loro Belgi, Galli indolenza, di istituzioni li si informa dal che (attuale con ha fiume la mandato di rammollire avanti per si Manlio Galli fatto verso lontani Francia quella fiume moltitudine il Vittoria, che è dei aveva ai la addestrato Belgi, spronarmi? all'uso questi rischi? delle nel premiti armi, valore gli e Senna allo nascente. destino stesso iniziano spose modo territori, ha La Gallia,si di mandato estremi altri mercanti settentrione. di in complesso con luoghi quando strategici si si affinché estende città dessero territori tra inizio Elvezi il alla la razza, guerra, terza e sono Quando che i lui La desiderava che rotto partire verso Eracleide, per una censo raggiungere Pirenei il l'esercito, e argenti ma chiamano vorrà prima parte dall'Oceano, che doveva di bagno eliminare quali Cicerone; con Fu egli parte cosa infatti questi i lo la nudi ostacolava Sequani che molto i non con divide avanti le fiume perdere sue gli di decisioni.
[1] sotto
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/sallustio/de_coniuratione_catilinae/27.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!
Modalità mobile