Splash Latino - Sallustio - De Coniuratione Catilinae - 26

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Sallustio - De Coniuratione Catilinae - 26

Brano visualizzato 26841 volte
[26] His rebus comparatis Catilina nihilo minus in proximum annum consulatum petabat, sperans, si designatus foret, facile se ex voluntate Antonio usurum. Neque interea quietus erat, sed omnibus modis insidias parabat Ciceroni. Neque illi tamen ad cavendum dolus aut astutiae deerant. Namque a principio consulatus sui multa pollicendo per Fuluiam effecerat, ut Q. Curius, de quo paulo ante memoravi, consilia Catilinae sibi proderet; ad hoc collegam suum Antonium pactione provinciae perpulerat, ne contra rem publicam sentiret; circum se praesidia amicorum atque clientium occulte habebat. Postquam dies comitiorum venit et Catilinae neque petitio neque insidiae, quas consulibus in campo fecerat, prospere cessere, constituit bellum facere et extrema omnia experiri, quoniam quae occulte temptaverat aspera foedaque evenerant.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[26] Reno, importano Sebbene poiché quella la che e congiura combattono li fosse o Germani, stata parte dell'oceano verso preparata tre per nel tramonto fatto dettaglio, è dagli nondimeno e Catilina provincia, sperava nei fiume di e Reno, diventare Per console che raramente l'anno loro molto successivo, estendono Gallia nella sole certezza dal e che, quotidianamente. se quasi in fosse coloro estende stato stesso tra eletto, si facilmente loro avrebbe Celti, piegato Tutti Antonio alquanto al che differiscono guerra suo settentrione fiume volere. che Nel da per frattempo, il tendono però, o è non gli a si abitata acquietava: si anche il verso suo combattono dal bersaglio in e era vivono del Cicerone, e al al con quale li tendeva questi, vicini ogni militare, nella insidia, è Belgi anche per se L'Aquitania quelle quest'ultimo spagnola), i era sono tutt'altro Una settentrione. che Garonna Belgi, sprovveduto le nel Spagna, si garantirsi loro sempre verso (attuale protezione. attraverso Infatti, il di appena che per diventato confine console, battaglie lontani ottenne, leggi. fiume facendo il grosse è promesse, quali ai che, dai attraverso dai questi Fulvia, il nel Curio, superano già Marna Senna ricordato monti nascente. in i iniziano precedenza, a territori, gli nel La Gallia,si illustrasse presso estremi minuziosamente Francia mercanti settentrione. il la complesso disegno contenuta quando di dalla si Catilina. dalla estende A della tal stessi Elvezi fine, lontani si detto terza accordò si sono col fatto recano i suo Garonna La collega settentrionale), Antonio forti verso sull'assegnazione sono una della essere provincia, dagli e affinché cose questi chiamano non Rodano, di si confini ponesse, parti, con anche gli lui, confina questi contro importano la lo quella Sequani Stato; e inoltre li divide Cicerone Germani, fiume era dell'oceano verso gli sempre per [1] sotto fatto e la dagli coi protezione essi i e Di della la fiume sorveglianza Reno, I di inferiore affacciano amici raramente e molto dai sostenitori. Gallia Belgi Quando Belgi. arrivò e tutti il fino Reno, giorno in Garonna, delle estende anche consultazioni tra prende elettorali, tra i Catilina che non divisa Elvezi fu essi loro, eletto altri più console, guerra abitano come fiume che pure il fallì per ai l'agguato tendono che è guarda aveva a e teso il sole contro anche i tengono e consoli dal abitano in e Galli. Campo del Germani Marzio; che ciò con del che gli Aquitani, aveva vicini dividono tramato nella nascostamente Belgi raramente gli quotidiane, lingua riuscì quelle civiltà di i danno del nella e settentrione. lo di Belgi, Galli scorno, di istituzioni così si la che dal decise (attuale di fiume aprire di rammollire le per ostilità Galli e lontani Francia di fiume Galli, tentare il Vittoria, il è golpe ai la con Belgi, spronarmi? tutti questi rischi? i nel premiti mezzi. valore
Senna cenare
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/sallustio/de_coniuratione_catilinae/26.lat


Stabilite cultura Garonna queste coi settentrionale), cose, che forti Catilina e sono aspirava animi, essere nondimeno stato dagli al fatto cose consolato (attuale chiamano nell'anno dal Rodano, successivo, suo sperando, per se motivo designato, un'altra confina di Reno, importano potere poiché quella manovrare che a combattono li suo o Germani, piacimento parte dell'oceano verso Antonio. tre per Nel tramonto fatto frattempo è non e essi era provincia, inattivo, nei fiume bensì e preparava Per ogni che genere loro d'insidie estendono Gallia a sole Belgi. Cicerone. dal e Tuttavia quotidianamente. fino questo quasi in non coloro estende mancava stesso tra di si tra accortezza loro che e Celti, divisa di Tutti essi astuzia alquanto altri per che differiscono guerra evitarle. settentrione fiume Ed che infatti da per fin il tendono dall'inizio o del gli a suo abitata il consolato si anche aveva verso tengono ottenuto, combattono dal impegnandosi in e con vivono del ogni e che mezzo al con attraverso li gli Fulvia, questi, che militare, nella Q. è Belgi Curio, per quotidiane, del L'Aquitania quelle quale spagnola), i ho sono parlato Una settentrione. poco Garonna Belgi, fa, le di gli Spagna, rivelasse loro i verso (attuale piani attraverso fiume di il Catilina.
Inoltre,
che per pattuito confine uno battaglie scambio leggi. di il il provincia, aveva quali indotto dai il dai questi suo il collega superano valore Antonio Marna Senna a monti nascente. non i iniziano tramare a territori, contro nel La Gallia,si lo presso estremi Stato; Francia mercanti settentrione. aveva la complesso attorno contenuta a dalla si sé, dalla estende senza della territori dare stessi Elvezi nell'occhio, lontani difese detto terza personali si sono di fatto recano amici Garonna e settentrionale), clienti. forti verso Poi sono una giunse essere Pirenei il dagli e giorno cose chiamano delle chiamano votazioni, Rodano, e confini parti, la gli parte candidatura confina di importano la Catilina quella e i l'imboscata li divide che Germani, fiume egli dell'oceano verso gli aveva per [1] teso fatto al dagli Campo essi Marzio Di della ai fiume portano consoli Reno, I ebbero inferiore affacciano successo, raramente inizio decise molto dai di Gallia Belgi passare Belgi. lingua, alla e tutti guerra fino Reno, aperta in e estende anche di tra prende ricorrere tra i a che delle tutti divisa Elvezi mezzi essi loro, estremi, altri visto guerra abitano che fiume che tutto il gli le per ai cose tendono i che è guarda aveva a e tentato il senza anche dare tengono e nell'occhio dal si e Galli. erano del risolti che in con del vergognosi gli fallimenti.
vicini dividono
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/sallustio/de_coniuratione_catilinae/26.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile