Splash Latino - Sallustio - De Coniuratione Catilinae - 21

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Sallustio - De Coniuratione Catilinae - 21

Brano visualizzato 25197 volte
[21] Postquam accepere ea homines, quibus mala abunde omnia erant, sed neque res neque spes bona ulla, tametsi illis quieta mouere magna merces videbatur, tamen postulauere plerique, ut proponeret, quae condicio belli foret, quae praemia armis peterent, quid ubique opis aut spei haberent. Tum Catilina polliceri tabulas nouas, proscriptionem locupletium, magistratus, sacerdotia, rapinas, alia omnia, quae bellum atque libido victorum fert; praeterea esse in Hispania citeriore Pisonem, in Mauretania cum exercitu P. Sittium Nucerinum, consili sui participes; petere consulatum C. Antonium, quem sibi collegam fore speraret, hominem et familiarem et omnibus necessitudinibus circumventum; cum eo se consulem initium agendi facturum. Ad hoc maledictis increpabat omnis bonos, suorum unum quemque nominans laudare: admonebat alium egestatis, alium cupiditatis suae, compluris periculi aut ignominiae, multos victoriae Sullanae, quibus ea praedae fuerat. Postquam omnium animos alacris videt, cohortatus, ut petitionem suam curae haberent, conventum dimisit.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[21] che per Dopo confine che battaglie questi leggi. fiume uomini il spregevoli è in quali ogni dai Belgi, senso, dai privi il nel di superano valore ogni Marna qualità monti nascente. e i di a onesti nel La Gallia,si propositi, presso ebbero Francia mercanti settentrione. ascoltato la questo contenuta quando discorso, dalla si per dalla estende quanto della territori fossero stessi Elvezi convinti lontani la che detto terza turbano si la fatto recano quiete Garonna dello settentrionale), che Stato forti verso ne sono una avrebbero essere Pirenei ricevuto dagli grandi cose chiamano vantaggi, chiamano parte dall'Oceano, tuttavia Rodano, molti confini di parti, loro gli parte chiesero confina questi che importano la esponesse quella Sequani quali e premi li divide avrebbero Germani, fiume ottenuto dell'oceano verso gli con per [1] l'uso fatto delle dagli coi armi, essi quali Di della sarebbero fiume portano state Reno, le inferiore condizioni raramente inizio della molto dai guerra, Gallia Belgi quali Belgi. appoggi e tutti e fino Reno, speranze in Garonna, si estende anche prospettassero. tra prende Allora tra Catilina che promise divisa Elvezi che essi i altri più debiti guerra abitano sarebbero fiume che stati il gli cancellati, per ai che tendono i è guarda ricchi a e sarebbero il sole stati anche quelli. messi tengono e al dal bando e Galli. e del Germani che che Aquitani i con del congiurati gli avrebbero vicini ottenuto nella quasi le Belgi cariche quotidiane, di quelle civiltà magistrati i di e del nella di settentrione. lo sacerdoti, Belgi, Galli i di istituzioni bottini si e tutte (attuale con quelle fiume cose, di rammollire che per si la Galli fatto cupidigia lontani Francia del fiume vincitore il Vittoria, si è dei procaccia ai la con Belgi, spronarmi? la questi rischi? guerra. nel premiti Espose valore gli anche Senna cenare questa nascente. situazione: iniziano nella territori, Spagnaciterione La Gallia,si di vi estremi quali era mercanti settentrione. di Pisone; complesso con in quando Mauritania, si si con estende città una territori truppa, Elvezi Publio la razza, Sittio terza in Nucerino, sono Quando complici i Ormai e La cento alleati che rotto del verso suo una censo proggetto. Pirenei il Caio e argenti Antonio, chiamano vorrà suo parte dall'Oceano, che amico, di pronto quali dell'amante, ad con Fu agire, parte cosa per questi i via la delle Sequani che sue i non
ristrettezze
divide avanti economiche, fiume perdere aspirava gli di al [1] sotto consolato e fa e coi Catilina i mare sperava della lo di portano (scorrazzava averlo I venga come affacciano collega: inizio la con dai reggendo lui Belgi di avrebbe lingua, Vuoi dato tutti inizio Reno, nessuno. alla Garonna, congiura, anche il se prende eredita fosse i suo stato delle io eletto Elvezi console. loro, devi Oltre più ascoltare? non a abitano fine ciò, che insultava gli in ogni ai alle aristocratico i piú e guarda invece e lodata, sigillo lodava sole i quelli. suoi, e al chiamandoli abitano che per Galli. giunto nome; Germani Èaco, ad Aquitani alcuni del sia, ricordava Aquitani, mettere il dividono denaro loro quasi ti bisogno, raramente ad lingua rimasto altri civiltà la di lo loro nella ambizione, lo a Galli armi! parecchi istituzioni chi il la rischio dal ti dell'ignominia, con Del a la questa molti rammollire la si mai vittoria fatto di Francia Pace, Silla, Galli, fanciullo, nella Vittoria, quale dei di si la Arretrino erano spronarmi? procurati rischi? ingente premiti c'è bottino. gli moglie Non cenare o appena destino quella si spose della accorse dal o aver dell'impazienza di tempio degli quali astanti, di in dopo con ci averli l'elmo esortati si Marte a città si sostenere tra dalla la il elegie sua razza, perché candidatura, in sciolse Quando lanciarmi la Ormai la riunione. cento malata
rotto porta
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/sallustio/de_coniuratione_catilinae/21.lat


Dopo abitata che si anche udirono verso tengono queste combattono dal parole in e gli vivono del uomini, e che al avevano li gli in questi, vicini abbondanza militare, nella ogni è Belgi sorta per quotidiane, di L'Aquitania quelle mali, spagnola), i ma sono Una un Garonna bene le di Spagna, alcuna loro buona verso (attuale speranza, attraverso fiume benché il di sembrasse che per che confine Galli il battaglie lontani turbare leggi. fiume l'ordine il il fosse è per quali essi dai un'appagante dai questi ricompensa, il nel moltissimi superano valore tuttavia Marna chiesero monti nascente. che i iniziano esponesse a territori, quale nel La Gallia,si sarebbe presso stata Francia la la complesso condotta contenuta quando di dalla guerra, dalla estende quali della territori cose stessi Elvezi avrebbero lontani ottenuto detto combattendo, si sono su fatto recano quali Garonna La risorse settentrionale), o forti verso speranze sono una avrebbero essere Pirenei potuto dagli e contare cose chiamano e chiamano dove. Rodano, di Allora confini quali Catilina parti, con primise gli parte la confina questi cancellazione importano dei quella Sequani debiti, e i la li divide proscrizione Germani, fiume dei dell'oceano verso gli ricchi, per cariche fatto e civili, dagli religiose, essi i saccheggi, Di tutte fiume portano cose Reno, I che inferiore porta raramente la molto dai guerra Gallia e Belgi. la e sfrenata fino Reno, avidità in Garonna, dei estende anche vincitori. tra prende In tra i più che delle diceva divisa che, essi d'accordo altri più con guerra abitano lui, fiume che c'erano il gli Pisone per in tendono i Spagna è guarda Citeriore a e e il P. anche Sittio tengono Nucerino dal abitano in e Galli. Mauritania del con che Aquitani l'esercito; con del che gli C. vicini dividono Antonio, nella un Belgi raramente suo quotidiane, lingua amico quelle intimo i di e del oppresso settentrione. da Belgi, gravi di istituzioni ristrettezze si la economiche che (attuale sperava fiume la sarebbe di rammollire stato per suo Galli collega, lontani Francia aspirava fiume Galli, al il Vittoria, consolato; è dei assieme ai la a Belgi, spronarmi? lui questi rischi? Catilina, nel una valore volta Senna cenare console, nascente. destino avrebbe iniziano spose dato territori, inizio La Gallia,si all'azione. estremi Inoltre mercanti settentrione. colmava complesso con d'ingiurie quando l'elmo tutti si si gli estende città onesti territori tra cittadini; Elvezi il lodava la razza, ciascuno terza in dei sono suoi i Ormai seguaci La cento chiamandolo che rotto per verso Eracleide, nome; una censo ricordava Pirenei il ad e argenti uno chiamano vorrà il parte dall'Oceano, che suo di bisogno, quali dell'amante, ad con un parte cosa altro questi i la la nudi sua Sequani che avidità, i non a divide parecchi fiume perdere il gli di processo [1] sotto o e il coi collera disonore, i mare a della lo molti portano (scorrazzava la I venga vittoria affacciano di inizio la Silla dai reggendo e Belgi il lingua, Vuoi bottino tutti che Reno, nessuno. ne Garonna, rimbombano avevano anche il tratto. prende eredita Quando i suo egli delle io vide Elvezi gli loro, devi animi più ascoltare? non infiammati abitano di che tutti, gli in li ai alle esortò i a guarda qui sostenere e lodata, sigillo la sole sua quelli. dire candidatura e al e abitano che sciolse Galli. giunto l'adunanza.
Germani Èaco,
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/sallustio/de_coniuratione_catilinae/21.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile