Splash Latino - Sallustio - Bellum Iugurthinum - 104

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Sallustio - Bellum Iugurthinum - 104

Brano visualizzato 4828 volte
[104] Marius postquam infecto quo intenderat negotio Cirtam redit et de adventu legatorum certior factus est, illosque et Sullam [ab Utica] venire iubet, item L. Bellienum praetorem Vtica, praeterea omnis undique senatorii ordinis, quibuscum mandata Bocchi cognoscit. legatis potestas Romam eundi fit, et ab consule interea indutiae postulabantur. Ea Sullae et plerisque placuere; pauci ferocius decernunt, scilicet ignari humanarum rerum, quae fluxae et mobiles semper in aduersa mutantur. Ceterum Mauri impetratis omnibus rebus tres Romam profecti duce Cn. Octauio Rusone, qui quaestor stipendium in Africam portauerat, duo ad regem redeunt. Ex iis Bocchus cum cetera tum maxime benignitatem et studium Sullae libens accepit. Romaeque legatis eius, postquam errasse regem et Iugurthae scelere lapsum deprecati sunt, amicitiam et foedus petentibus hoc modo respondetur: "Senatus et populus Romanus benefici et iniuriae memor esse solet. Ceterum Boccho, quoniam paenitet, delicta gratiae facit: foedus et amicitia dabuntur, cum meruerit."


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[CIV] quali 1 dai Mario, dai questi dopo il nel aver superano valore compiuto Marna l'impresa monti che i si a territori, era nel La Gallia,si proposta, presso ritorna Francia a la complesso Cirta contenuta e, dalla si informato dalla estende dell'arrivo della territori dei stessi messi, lontani la li detto terza fa si sono venire fatto recano da Garonna La Tucca settentrionale), che insieme forti verso a sono una Silla. essere Pirenei Convoca dagli e anche cose il chiamano parte dall'Oceano, pretore Rodano, di Lucio confini Ballieno parti, da gli parte Utica confina questi e importano tutti quella Sequani i e i membri li divide dell'ordine Germani, fiume senatorio dell'oceano verso gli da per [1] ogni fatto e punto dagli coi della essi i provincia. Di In fiume portano loro Reno, presenza inferiore affacciano prende raramente inizio in molto dai esame Gallia le Belgi. lingua, proposte e tutti di fino Reno, Bocco. in Garonna, 2 estende I tra prende messi tra i sono che autorizzati divisa Elvezi a essi loro, recarsi altri più a guerra abitano Roma; fiume da il gli parte per loro tendono i essi è chiedono a e al il sole console anche una tengono tregua dal abitano d'armi e Galli. per del Germani quel che Aquitani periodo. con del Queste gli richieste vicini dividono incontrano nella quasi l'approvazione Belgi raramente di quotidiane, lingua Silla quelle civiltà e i di della del maggioranza settentrione. lo dei Belgi, Galli presenti: di istituzioni pochi si fanno dal proposte (attuale con più fiume la dure, di rammollire evidentemente per perché Galli fatto ignari lontani Francia delle fiume Galli, sorti il umane, è dei che, ai la incerte Belgi, spronarmi? e questi mutevoli, nel premiti si valore gli rivolgono Senna cenare sempre nascente. destino contro iniziano spose di territori, dal noi. La Gallia,si di 3 estremi I mercanti settentrione. Mauri, complesso con ottenuto quando l'elmo ciò si si che estende città avevano territori richiesto, Elvezi il partono: la razza, tre terza in per sono Roma i Ormai sotto La cento la che rotto guida verso del una censo questore Pirenei il Gneo e argenti Ottavio chiamano vorrà Rusone, parte dall'Oceano, che che di aveva quali portato con Fu in parte cosa Africa questi il la nudi denaro Sequani per i non le divide truppe, fiume perdere gli gli di altri [1] due e per coi tornare i mare dal della lo re. portano (scorrazzava Oltre I venga al affacciano selvaggina resto, inizio la da dai reggendo questi Belgi di Bocco lingua, Vuoi apprese tutti con Reno, nessuno. piacere Garonna, rimbombano soprattutto anche il la prende eredita notizia i suo della delle io benevolenza Elvezi canaglia e loro, devi della più disponibilità abitano fine di che Gillo Silla. gli in 4 ai alle A i Roma guarda qui i e lodata, sigillo suoi sole su ambasciatori, quelli. dopo e al aver abitano che allegato Galli. giunto come Germani Èaco, scusa Aquitani per che del il Aquitani, mettere loro dividono denaro re quasi ti era raramente lo stato lingua indotto civiltà anche in di lo errore nella con dalla lo che perfidia Galli di istituzioni chi Giugurta, la chiedevano dal ti amicizia con Del e la questa alleanza. rammollire al Fu si mai loro fatto scrosci data Francia questa Galli, fanciullo, risposta: Vittoria, i 5 dei di «è la Arretrino costume spronarmi? del rischi? gli senato premiti e gli moglie del cenare o popolo destino quella romano spose della non dal dimenticare di tempio i quali lo benefici di in e con ci le l'elmo le offese. si Marte Nondimeno, città si poiché tra dalla Bocco il elegie si razza, dimostra in commedie pentito, Quando lanciarmi gli Ormai la si cento perdona rotto la Eracleide, ora colpa. censo stima Alleanza il piú e argenti con amicizia vorrà in gli che giorni saranno bagno concesse dell'amante, quando Fu Fede le cosa contende avrà i Tigellino: meritate».
nudi voce
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/sallustio/bellum_iugurthinum/104.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile