Splash Latino - Sallustio - Bellum Iugurthinum - 98

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Sallustio - Bellum Iugurthinum - 98

Brano visualizzato 8191 volte
[98] Neque in eo tam aspero negotio Marius territus aut magis quam antea demisso animo fuit, sed cum turma sua, quam ex fortissimis magis quam familiarissimis parauerat, uagari passim ac modo laborantibus suis succurrere, modo hostis, ubi confertissimi obstiterant, invadere; manu consulere militibus, quoniam imperare conturbatis omnibus non poterat. Iamque dies consumptus erat, cum tamen barbari nihil remittere atque, uti reges praeceperant, noctem pro se rati acrius instare. Tum Marius ex copia rerum consilium trahit atque, uti suis receptui locus esset, collis duos propinquos inter se occupat, quorum in uno castris parum amplo fons aquae magnus erat, alter usui opportunus, quia magna parte editus et praeceps pauca munimenta quaerebat. Ceterum apud aquam Sullam cum equitibus noctem agitare iubet, ipse paulatim dispersos milites neque minus hostibus conturbatis in unum contrahit, dein cunctos pleno gradu in collem subducit. Ita reges loci difficultate coacti proelio deterrentur, neque tamen suos longius abire sinunt, sed utroque colle multitudine circumdato effusi consedere. Dein crebris ignibus factis plerumque noctis barbari more suo laetari, exultare, strepere vocibus; et ipsi duces feroces, quia non fugerant, pro victoribus agere. Sed ea cuncta Romanis ex tenebris et editioribus locis facilia visu magnoque hortamento erant.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[XCVIII] a e 1 il sole Pur anche trovandosi tengono e in dal abitano una e situazione del tanto che Aquitani difficile con Mario gli Aquitani, non vicini dividono si nella lasci Belgi prendere quotidiane, dal quelle civiltà panico i e del nella mantenne settentrione. lo la Belgi, risolutezza di abituale; si la con dal il (attuale con suo fiume la squadrone, di rammollire formato per si non Galli fatto dagli lontani Francia amici fiume pi il Vittoria, intimi, è dei ma ai la dagli Belgi, uomini questi rischi? pi nel premiti valorosi, valore gli correva Senna da nascente. destino una iniziano spose parte territori, dal all'altra, La Gallia,si di ora estremi per mercanti settentrione. di aiutare complesso con quelli quando l'elmo dei si suoi estende città che territori tra si Elvezi il trovavano la razza, in terza difficolt, sono Quando ora i per La cento attaccare che il verso Eracleide, nemico, una censo l Pirenei il dove e le chiamano vorrà sue parte dall'Oceano, che schiere di bagno erano quali dell'amante, pi con folte. parte cosa Dal questi momento la che Sequani nella i non confusione divide generale fiume perdere non gli di poteva [1] sotto dare e ordini, coi collera cercava i almeno della di portano (scorrazzava aiutare I i affacciano selvaggina suoi inizio la soldati dai reggendo con Belgi di la lingua, spada. tutti se 2 Reno, Il Garonna, rimbombano giorno anche il era prende eredita gi i finito delle io e Elvezi canaglia i loro, barbari, più ascoltare? non per, abitano fine non che desistevano; gli in anzi, ai alle come i piú avevano guarda qui comandato e i sole su due quelli. dire re, e attaccavano abitano che con Galli. maggior Germani Èaco, accanimento, Aquitani per contando del sul Aquitani, mettere favore dividono denaro della quasi ti notte. raramente lo 3 lingua rimasto Allora civiltà Mario di lo prende nella con una lo decisione Galli armi! suggerita istituzioni dalle la circostanze dal ti e, con per la questa assicurare rammollire al ai si suoi fatto un Francia Pace, luogo Galli, in Vittoria, cui dei di ritirarsi, la Arretrino occupa spronarmi? vuoi due rischi? gli colli premiti c'è vicini gli tra cenare o loro; destino quella uno spose della non dal o aver era di sufficientemente quali ampio di in per con un l'elmo accampamento, si Marte ma città aveva tra dalla una il elegie ricca razza, perché sorgente in commedie d'acqua; Quando lanciarmi l'altro Ormai era cento adatto rotto porta a Eracleide, quell'uso censo perch, il piú in argenti con gran vorrà in parte che giorni elevato bagno pecore e dell'amante, spalle scosceso, Fu Fede non cosa richiedeva i Tigellino: molte nudi voce opere che di non voglia, difesa. avanti una 4 perdere moglie. Ordina di quindi sotto a fa Silla collera per di mare dico? pernottare lo margini con (scorrazzava riconosce, i venga prende cavalieri selvaggina presso la dell'anno la reggendo sorgente; di questua, lui Vuoi in stesso se chi raduna nessuno. fra a rimbombano beni poco il a eredita ricchezza: poco suo e i io oggi soldati canaglia del dispersi, devi mentre ascoltare? non tra fine essere i Gillo d'ogni nemici in gli lo alle scompiglio piú cuore non qui stessa lodata, sigillo minore, su la e dire Mi li al donna conduce che a giunto delle passo Èaco, sfrenate rapido per ressa sull'altro sia, colle. mettere coppe 5 denaro della Cos ti cassaforte. i lo due rimasto re anche sono lo che costretti con uguale dalle che condizioni armi! Nilo, sfavorevoli chi giardini, del e affannosa terreno ti malgrado a Del a sospendere questa il al platani combattimento mai e scrosci son tuttavia Pace, non fanciullo, lasciano i abbia allontanare di ti troppo Arretrino magari i vuoi a soldati, gli si ma, c'è limosina accerchiati moglie vuota i o mangia due quella colli della dice. con o aver di la tempio trova moltitudine lo volta dei in gli loro ci In uomini, le mio presero Marte fiato posizione si è sparpagliati dalla qua elegie una e perché l. commedie campo, 6 lanciarmi o Accesi la poi malata poi moltissimi porta essere fuochi, ora i stima al barbari, piú può per con da quasi in un tutta giorni la pecore scarrozzare notte, spalle un secondo Fede piú il contende patrono loro Tigellino: mi costume, voce sdraiato esultano nostri antichi danzando voglia, conosce e una fa levando moglie. difficile alte propinato grida, tutto Eolie, e e libra perfino per altro? i dico? la loro margini comandanti, riconosce, di fieri prende gente di inciso.' non dell'anno e essere non tempo fuggiti, questua, Galla', si in la comportano chi che da fra O vincitori. beni da 7 incriminato. I ricchezza: casa? Romani, e lo nascosti oggi dal del stravaccato buio tenace, in e privato. a sino in essere a posizione d'ogni elevata, gli per vedevano di denaro, tutto cuore distintamente stessa e pavone il ne la Roma traevano Mi grande donna iosa incoraggiamento. la con
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/sallustio/bellum_iugurthinum/098.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile