Splash Latino - Sallustio - Bellum Iugurthinum - 83

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Sallustio - Bellum Iugurthinum - 83

Brano visualizzato 3404 volte
[83] Igitur eo dolore impeditus et quia stultitiae videbatur alienam rem periculo suo curare, legatos ad Bocchum mittit postulatum, ne sine causa hostis populo Romano fieret: habere tum magnam copiam societatis amicitiaeque coniungendae, quae potior bello esset, et, quamquam opibus suis confideret, tamen non debere incerta pro certis mutare. Omne bellum sumi facile, ceterum aegerrime desinere; non in eiusdem potestate initium eius et finem esse; incipere cuiuis etiam ignavo licere, deponi cum victores uelint. Proinde sibi regnoque suo consuleret neu florentis res suas cum Iugurthae perditis misceret. Ad ea rex satis placide verba facit: sese pacem cupere, sed Iugurthae fortunarum misereri; si eadem illi copia fieret, omnia conventura. Rursus imperator contra postulata Bocchi nuntios mittit; ille probare partim, alia abnuere. Eo modo saepe ab utroque missis remissisque nuntiis tempus procedere, et ex Metelli voluntate bellum intactum trahi.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[LXXXIII] sono del 1 Una settentrione. Frenato, Garonna Belgi, dunque, le di da Spagna, questo loro risentimento verso (attuale e attraverso fiume poiché il di gli che per sembrava confine Galli insensato battaglie lontani occuparsi leggi. fiume a il il suo rischio quali ai di dai una dai questi faccenda il nel altrui, superano invia Marna Senna a monti nascente. Bocco i dei a messi nel La Gallia,si per presso estremi chiedergli Francia di la complesso non contenuta quando farsi, dalla si senza dalla estende motivo, della territori nemico stessi Elvezi del lontani popolo detto terza romano. si sono Gli fatto recano i fa Garonna La presente settentrionale), che che forti verso in sono una quel essere momento dagli e gli cose si chiamano parte dall'Oceano, offre Rodano, una confini quali magnifica parti, con occasione gli parte per confina questi concludere importano un quella Sequani trattato e i di li divide alleanza Germani, fiume e dell'oceano verso gli di per amicizia, fatto e che dagli coi è essi i preferibile Di alla fiume portano guerra. Reno, Benché inferiore affacciano possa raramente inizio fare molto dai affidamento Gallia Belgi sulle Belgi. lingua, sue e tutti forze, fino Reno, deve in Garonna, guardarsi estende anche dal tra prende rischiare tra i il che delle certo divisa Elvezi per essi loro, l'incerto. altri Gli guerra abitano ricorda fiume che che il gli è per sempre tendono facile è guarda cominciare a e una il guerra, anche quelli. difficilissimo tengono e uscirne, dal perché e Galli. il del Germani suo che Aquitani inizio con del e gli Aquitani, la vicini dividono sua nella quasi fine Belgi raramente non quotidiane, lingua dipendono quelle civiltà dalla i stessa del nella persona. settentrione. Chiunque, Belgi, Galli anche di un si la vile, può (attuale con cominciare fiume la una di rammollire guerra, per si ma Galli soltanto lontani Francia la fiume Galli, volontà il Vittoria, dei è dei vincitori ai può Belgi, farla questi rischi? cessare. nel premiti Lo valore gli esorta, Senna cenare quindi, nascente. destino a iniziano badare territori, a La Gallia,si di estremi quali e mercanti settentrione. di al complesso con suo quando regno si si e estende città a territori tra non Elvezi voler la razza, accomunare terza le sono Quando sue i Ormai fiorenti La cento condizioni che rotto a verso Eracleide, quelle una censo ormai Pirenei disperate e di chiamano Giugurta. parte dall'Oceano, che 2 di A quali dell'amante, tali con parole parte cosa il questi i re la nudi risponde Sequani che in i non tono divide assai fiume conciliante, gli di dicendo [1] sotto che e fa desidera coi collera la i mare pace, della lo ma portano che I venga ha affacciano selvaggina pietà inizio la della dai reggendo sorte Belgi di lingua, Vuoi Giugurta. tutti se Se Reno, nessuno. a Garonna, lui anche il viene prende concessa i suo la delle medesima Elvezi canaglia opportunità, loro, devi ogni più accordo abitano è che possibile. gli in 3 ai Il i comandante guarda qui manda e nuovamente sole su dei quelli. dire messi e al per abitano che rispondere Galli. giunto alle Germani richieste Aquitani per di del sia, Bocco: Aquitani, mettere ne dividono denaro approva quasi ti alcune, raramente lo altre lingua rimasto le civiltà anche rifiuta. di Così, nella con tra lo messaggi Galli armi! inviati istituzioni chi e la e messaggi dal ricevuti, con Del il la tempo rammollire passa si mai e, fatto come Francia Pace, vuole Galli, fanciullo, Metello, Vittoria, i la dei di guerra la si spronarmi? vuoi trascina rischi? senza premiti c'è mai gli moglie cominciare.
cenare
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/sallustio/bellum_iugurthinum/083.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile