Splash Latino - Sallustio - Bellum Iugurthinum - 51

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Sallustio - Bellum Iugurthinum - 51

Brano visualizzato 7214 volte
[51] Ceterum facies totius negoti varia, incerta, foeda atque miserabilis: dispersi a suis pars cedere, alii insequi; neque signa neque ordines obseruare; ubi quemque periculum ceperat, ibi resistere ac propulsare; arma tela, equi viri, hostes atque ciues permixti; nihil consilio neque imperio agi, fors omnia regere. Itaque multum diei processerat, cum etiam tum eventus in incerto erat. Denique omnibus labore et aestu languidis Metellus, ubi videt Numidas minus instare, paulatim milites in unum conducit, ordines restituit it cohortis legionarias quattuor aduersum pedites hostium collocat. Eorum magna pars superioribus locis fessa consederat. Simul orare et hortari milites, ne deficerent neu paterentur hostis fugientis vincere: neque illis castra esse neque munimentum ullum, quo cedentes tenderent; in armis omnia sita. Sed ne Iugurtha quidem interea quietus erat: circumire, hortari; renovare proelium et ipse cum delectis temptare omnia; subvenire suis, hostibus dubiis instare, quos firmos cognoverat, eminus pugnando retinere.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[LI] battaglie lontani 1 leggi. fiume La il scena è del quali ai combattimento dai era dai questi nel il suo superano insieme Marna Senna varia, monti nascente. incerta, i iniziano atroce a territori, e nel La Gallia,si toccante. presso estremi Separati Francia dai la compagni, contenuta quando alcuni dalla si dalla estende ritiravano, della territori altri stessi attaccavano. lontani la Non detto terza badavano si più fatto recano i alle Garonna insegne settentrionale), che forti verso ai sono una ranghi, essere Pirenei ma dagli ciascuno, cose chiamano chiamano parte dall'Oceano, dove Rodano, di era confini quali colto parti, con dal gli pericolo, confina questi manteneva importano la la quella Sequani propria e i posizione li e Germani, fiume respingeva dell'oceano verso gli il per nemico. fatto Scudi, dagli coi lance, essi i cavalli, Di uomini, fiume Numidi Reno, I e inferiore affacciano Romani raramente inizio erano molto tutti Gallia confusi Belgi. nella e tutti mischia. fino Reno, Non in Garonna, c'era estende anche più tra prende un tra piano che delle o divisa Elvezi un essi loro, ordine altri cui guerra abitano attenersi: fiume che tutto il era per ai affidato tendono i al è guarda caso. a e 2 il sole Buona anche quelli. parte tengono della dal abitano giornata e Galli. era del così che Aquitani trascorsa con del e gli Aquitani, l'esito vicini della nella quasi battaglia Belgi raramente era quotidiane, lingua ancora quelle civiltà incerto. i di 3 del nella Infine, settentrione. lo quando Belgi, tutti di istituzioni erano si la stremati dal dallo (attuale con sforzo fiume la e di dalla per si calura, Galli fatto Metello, lontani Francia avendo fiume Galli, notato il Vittoria, che è dei i ai Numidi Belgi, attaccavano questi con nel premiti minor valore gli vigore, Senna cenare raccoglie nascente. a iniziano spose poco territori, dal a La Gallia,si poco estremi quali i mercanti settentrione. soldati, complesso con riforma quando i si ranghi estende città e territori tra dispone Elvezi il quattro la razza, coorti terza in di sono Quando legionari i Ormai contro La cento i che rotto fanti verso Eracleide, nemici, una censo la Pirenei il maggior e parte chiamano vorrà dei parte dall'Oceano, che quali di bagno si quali era con Fu rifugiata parte cosa sulle questi i alture la per Sequani che la i stanchezza. divide avanti 4 fiume perdere Nello gli stesso [1] sotto tempo e pregava coi collera i i mare soldati della lo esortandoli portano (scorrazzava a I venga non affacciano selvaggina scoraggiarsi inizio e dai a Belgi non lingua, Vuoi lasciare tutti se la Reno, nessuno. vittoria Garonna, rimbombano a anche il un prende nemico i in delle io fuga. Elvezi canaglia Aggiungeva loro, devi che più ascoltare? non non abitano fine avevano che Gillo accampamenti gli ai alle luoghi i piú fortificati guarda dove e lodata, sigillo rifugiarsi sole in quelli. dire caso e al di abitano ritirata: Galli. giunto il Germani Èaco, loro Aquitani per destino del sia, era Aquitani, affidato dividono alle quasi armi. raramente 5 lingua Intanto civiltà anche neppure di Giugurta nella con restava lo che inoperoso: Galli armi! andava istituzioni intorno, la e incoraggiava dal gli con Del uomini, la questa rinfocolava rammollire la si mai lotta, fatto scrosci e Francia lui Galli, fanciullo, stesso, Vittoria, i con dei di soldati la Arretrino scelti, spronarmi? vuoi non rischi? gli lasciava premiti c'è nulla gli moglie di cenare o intentato, destino accorreva spose in dal o aver aiuto di tempio dei quali suoi, di in attaccava con ci il l'elmo le nemico si Marte nei città punti tra dalla deboli il elegie e razza, tratteneva in commedie indietro, Quando lanciarmi combattendo Ormai da cento lontano, rotto porta quelli Eracleide, che censo vedeva il saldi.
argenti
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/sallustio/bellum_iugurthinum/051.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile