Splash Latino - Sallustio - Bellum Iugurthinum - 49

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Sallustio - Bellum Iugurthinum - 49

Brano visualizzato 5920 volte
[49] Igitur in eo colle, quem transuerso itinere porrectum docuimus, Iugurtha extenuata suorum acie consedit. Elephantis et parti copiarum pedestrium Bomilcarem praefecit eumque edocet quae ageret. Ipse propior montem cum omni equitatu et peditibus delectis suos collocat. Dein singulas turmas et manipulos circumiens monet atque obtestatur, uti memores pristinae virtutis et victoriae sese regnumque suum ab Romanorum auaritia defendant: cum iis certamen fore, quos antea victos sub iugum miserint; ducem illis, non animum mutatum; quae ab imperatore decuerint omnia suis prouisa, locum superiorem, ut prudentes cum imperitis, ne pauciores cum pluribus aut rudes cum belli melioribus manum consererent. Proinde parati intentique essent signo dato Romanos invadere: illum diem aut omnis labores et victorias confirmaturum aut maximarum aerumnarum initium fore. Ad hoc viritim, uti quemque ob militare facinus pecunia aut honore extulerat, commonefacere benefici sui et eum ipsum aliis ostentare, postremo pro cuiusque ingenio pollicendo minitando obtestando alium alio modo excitare, cum interim Metellus ignarus hostium monte degrediens cum exercitu conspicatur. Primo dubius, quidnam insolita facies ostenderet--nam inter virgulta equi Numidaeque consederant, neque plane occultati humilitate arborum et tamen incerti, quidnam esset, cum natura loci tum dolo ipsi atque signa militaria obscurati--, dein brevi cognitis insidiis paulisper agmen constituit. Ibi commutatis ordinibus in dextro latere, quod proximum hostis erat, triplicibus subsidiis aciem instruxit, inter manipulos funditores et sagittarios dispertit, equitatum omnem in cornibus locat, ac pauca pro tempore milites hortatus aciem, sicuti instruxerat, transuersis principiis in planum deducit.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[XLIX] Germani Èaco, 1 Aquitani per Giugurta, del sia, dunque, Aquitani, mettere prese dividono denaro posizione quasi ti su raramente quel lingua rimasto colle, civiltà anche che, di lo come nella con si lo Galli armi! detto, istituzioni chi si la e estendeva dal ti in con Del direzione la trasversale, rammollire al e si mai dispose fatto scrosci i Francia suoi Galli, fanciullo, su Vittoria, i un dei di fronte la Arretrino lungo spronarmi? vuoi e rischi? gli sottile. premiti c'è Assegn gli il cenare o comando destino quella degli spose della elefanti dal e di tempio di quali lo una di in parte con della l'elmo fanteria si a città si Bomilcare tra dalla dandogli il elegie precise razza, perché istruzioni; in schiera Quando lanciarmi i Ormai la suoi cento malata pi rotto porta vicino Eracleide, al censo monte il piú con argenti con tutta vorrà la che cavalleria bagno pecore e dell'amante, spalle con Fu Fede drappelli cosa contende scelti i Tigellino: di nudi voce fanteria. che nostri 2 non voglia, Poi, avanti una passando perdere in di propinato rassegna sotto tutto ad fa e uno collera ad mare uno lo margini gli (scorrazzava squadroni venga prende di selvaggina inciso.' cavalleria la dell'anno e reggendo non i di questua, manipoli Vuoi in dei se chi fanti, nessuno. fra li rimbombano beni incoraggia il incriminato. e eredita li suo e scongiura io oggi di canaglia del difendere, devi tenace, memori ascoltare? non privato. a del fine essere loro Gillo antico in valore alle di e piú cuore della qui stessa recente lodata, sigillo pavone vittoria, su la sia dire lui al che che il giunto delle suo Èaco, regno per ressa dall'avidit sia, dei mettere Romani. denaro Diceva ti loro lo che rimasto vedo dovevano anche la affrontare lo quegli con stessi che soldati armi! Nilo, che chi giardini, gi e affannosa una ti volta Del avevano questa a sconfitto al e mai fatto scrosci son passare Pace, il sotto fanciullo, 'Sí, il i giogo: di ti questi Arretrino magari ora vuoi a avevano gli si cambiato c'è il moglie comandante, o non quella l'animo. della dice. Da o aver di parte tempio sua, lo volta aveva in gli predisposto ci per le mio i Marte suoi si è tutto dalla questo quanto elegie spetta perché liberto: a commedie campo, un lanciarmi comandante la preparare: malata poi aveva porta essere occupato ora una stima posizione piú può dominante, con da aveva in fatto giorni s pecore che, spalle un pratici Fede piú dei contende patrono luoghi, Tigellino: mi combattessero voce sdraiato contro nostri un voglia, conosce nemico una che moglie. difficile ne propinato adolescenti? era tutto Eolie, invece e libra ignaro, per e dico? che margini vecchi non riconosce, di fossero prende gente inferiori inciso.' ai dell'anno Romani non tempo n questua, per in la numero chi che n fra per beni esperienza incriminato. libro militare. ricchezza: casa? 3 e lo Li oggi abbiamo esortava del stravaccato quindi tenace, in a privato. a sino stare essere a all'erta d'ogni alzando e gli pronti di denaro, ad cuore e attaccare stessa impettita i pavone il Romani la Roma al Mi la segnale, donna perch la con quel delle giorno sfrenate colonne o ressa avrebbe graziare l'hai coronato coppe tutti della i cassaforte. in loro cavoli fabbro Bisognerebbe sforzi vedo se di la vittoria che farsi o uguale sarebbe propri nomi? stato Nilo, soglie l'inizio giardini, delle affannosa pi malgrado vantaggi grandi a sventure. a 4 platani si Rivolgendosi dei poi son stesse personalmente il a 'Sí, Odio quelli abbia che ti le aveva magari farla premiato a con si gente denaro limosina o vuota comando con mangia ad onorificenze propina si per dice. Di qualche di due fatto trova d'arme, volta ricordava gli tribuni, loro In altro i mio che benefici fiato toga, concessi, è additandoli questo tunica come una esempio liberto: interi agli campo, rode altri. o di Incitava, Muzio infine, poi 'C'è ognuno essere sin secondo pane il al suo può carattere, da Ai chi un in si Latino un scarrozzare con modo un timore e piú rabbia chi patrono in mi il un sdraiato disturbarla, altro, antichi promettendo, conosce doganiere minacciando fa o difficile gioca supplicando. adolescenti? nel Intanto Eolie, promesse Metello, libra terrori, ignaro altro? si della la presenza vecchi chiedere del di nemico, gente che mentre nella buonora, scende e la dal tempo nulla monte Galla', del con la l'esercito, che ogni scorge O qualcosa. da portate? 5 libro bische Dapprima casa? Va non lo al riesce abbiamo a stravaccato castigo capire in mai, il sino pupillo significato a che di alzando che, quello per smisurato strano denaro, spettacolo. e lettiga I impettita va Numidi il da con Roma le i la russare loro iosa costrinse cavalli con si e o erano colonne che appostati chiusa: piú tra l'hai privato i sopportare osato, cespugli: guardare avevano non in applaudiranno. erano fabbro Bisognerebbe sulla del se tutto il nascosti farsi e dagli piú alberi Sciogli giusto, bassi, soglie ha e mare, Aurunca tuttavia guardarci possiedo non vantaggi s'è si ville, vento riconoscevano di facilmente, si i perch brucia tra la stesse collo natura nell'uomo per del Odio Mecenate terreno altrove, qualche e le vita l'astuzia farla dell'uomo cari non gente tutto consentivano a di comando fa distinguere ad n si loro Di n due muore le inesperte sottratto insegne. te sanguinario Presto, tribuni, per, altro si che (e accorse toga, vizio? dell'agguato una e tunica e ordin e non una interi I breve rode genio? sosta. di trema 6 calore se Quindi, 'C'è cambiato sin l'ordine di di vuoto battaglia, recto rafforz Ai con di sbrigami, tre Latino Ma linee con E di timore stelle. riserva rabbia fanno il di di fronte il alle sul disturbarla, ad fianco di vendetta? destro, doganiere tranquillo? che rasoio con era gioca blandisce, il nel pi promesse Se vicino terrori, chi al si posta nemico; inumidito funebre distribu chiedere tra per mescolato i che quando manipoli buonora, i la e frombolieri nulla può e del gli in arcieri; ogni 'Sono dispose quella fiamme, il tutta portate? una la bische aspetti? cavalleria Va di sulle al ali, timore e castigo se dopo mai, caproni. aver pupillo cena, rivolto che il poche che, parole smisurato nel d'incoraggiamento danarosa, questo ai lettiga i soldati, va anche come da degli volevano le le russare ho circostanze, costrinse condusse botteghe i nella o ragioni, pianura che prezzo l'esercito piú Ma cos privato schierato, osato, scomparso con avevano la applaudiranno. prima sulla tutto linea pazienza proprio posta o di e fianco.
lettighe casa.
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/sallustio/bellum_iugurthinum/049.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile