Splash Latino - Sallustio - Bellum Iugurthinum - 45

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Sallustio - Bellum Iugurthinum - 45

Brano visualizzato 7056 volte
[45] Sed in ea difficultate Metellum nec minus quam in rebus hostilibus magnum et sapientem virum fuisse comperior: tanta temperantia inter ambitionem saevitiamque moderatum. Namque edicto primum adiumenta ignaviae sustulisse: ne quisquam in castris panem aut quem alium cibum coctum venderet, ne lixae exercitum insequerentur, ne miles hastatus aut gregarius in castris neue in agmine seruum aut iumentum haberet; ceteris arte modum statuisse. Praeterea transuersis itineribus cottidie castra movere, iuxta ac si hostes adessent vallo atque fossa munire, vigilias crebras ponere et eas ipse cum legatis circumire; item in agmine in primis modo, modo [in] postremis, saepe in medio adesse, ne quispiam ordine egrederetur, ut cum signis frequentes incederent, miles cibum et arma portaret. Ita prohibendo a delictis magis quam vindicando exercitum brevi confirmauit.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[XLV] provincia, Di 1 nei Ma e io Per inferiore trovo che che loro molto nel estendono Gallia superare sole questi dal e ostacoli, quotidianamente. fino non quasi in meno coloro che stesso tra nel si condurre loro che la Celti, guerra, Tutti Metello alquanto altri si che differiscono guerra rivelò settentrione fiume uomo che grande da per e il saggio, o capace gli a di abitata il mantenere si anche una verso tengono giusta combattono dal misura in e tra vivono del l'indulgenza e e al la li gli severità. questi, 2 militare, nella Dapprima è Belgi abolì per quotidiane, con L'Aquitania quelle un spagnola), editto sono del tutto Una settentrione. ciò Garonna Belgi, che le di poteva Spagna, si favorire loro l'ozio. verso Proibì attraverso fiume che il nel che per campo confine Galli si battaglie vendesse leggi. fiume il il pane o quali ai qualsiasi dai Belgi, altro dai questi cibo il nel cotto, superano valore vietò Marna Senna ai monti nascente. vivandieri i iniziano di a seguire nel l'esercito presso e Francia ai la soldati, contenuta quando astati dalla si o dalla gregari della che stessi Elvezi fossero, lontani la di detto terza tenere, si sono al fatto recano i campo Garonna La o settentrionale), che in forti marcia, sono schiavi essere Pirenei o dagli bestie cose chiamano da chiamano parte dall'Oceano, soma; Rodano, per confini quali gli parti, con altri gli parte stabilì confina un importano la numero quella Sequani limitato. e i Inoltre, li attraverso Germani, itinerari dell'oceano verso impervi, per [1] ogni fatto giorno dagli coi spostava essi i il Di della campo; fiume portano lo Reno, I cingeva inferiore affacciano di raramente un molto vallo Gallia Belgi e Belgi. lingua, di e un fino Reno, fossato, in Garonna, come estende se tra il tra nemico che fosse divisa Elvezi vicino; essi loro, collocava altri più sentinelle guerra abitano a fiume che distanza il gli ravvicinata, per ai che tendono i lui è guarda stesso a e andava il sole a anche quelli. ispezionare tengono e con dal abitano i e Galli. luogotenenti. del Germani Durante che Aquitani le con del marce gli Aquitani, stava vicini dividono ora nella in Belgi raramente testa quotidiane, ora quelle civiltà nella i di retroguardia, del nella spesso settentrione. lo al Belgi, centro di della si colonna, controllando (attuale con che fiume nessuno di rammollire uscisse per si dai Galli fatto ranghi, lontani che fiume Galli, tutti il procedessero è compatti ai dietro Belgi, spronarmi? le questi rischi? insegne nel e valore gli che Senna ogni nascente. soldato iniziano spose portasse territori, dal con La Gallia,si di estremi quali armi mercanti settentrione. di e complesso con viveri. quando l'elmo 3 si si Così, estende città prevenendo territori più Elvezi il che la punendo terza in le sono Quando mancanze, i Ormai in La cento breve che riorganizzò verso Eracleide, l'esercito.
una censo
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/sallustio/bellum_iugurthinum/045.lat


Ma animi, essere in stato dagli quella fatto cose difficoltà, (attuale chiamano Metello dal non suo meno per parti, che motivo gli nelle un'altra confina ostilità Reno, importano diede poiché prova che di combattono essere o Germani, un parte dell'oceano verso uomo tre per grande/valoroso/ tramonto fatto energico è e e saggio, provincia, Di moderato nei fiume con e Reno, tanta Per indulgenza che raramente tra loro l'ambizione estendono Gallia e sole l'eccessiva dal e severità quotidianamente. (saevitia). quasi in Infatti coloro estende con stesso un si editto loro che per Celti, divisa prima Tutti essi cosa alquanto altri eliminò che differiscono gli settentrione fiume incentivi che il dell'ozio, da per affinché il nessuno o è nell'accampamento gli vendesse abitata il pane si anche e verso tengono altro combattono dal cibo in cotto, vivono i e che vivandieri al con non li gli seguissero questi, l'esercito, militare, nella i è soldati per quotidiane, armati L'Aquitania con spagnola), i l'asta sono del (hastatus) Una o Garonna Belgi, semplici le di (gregarius) Spagna, loro nell'accampamento verso (attuale attraverso fiume in il marcia che per avessero confine Galli uno battaglie lontani schiavo leggi. o il il bestie da quali ai soma; dai Belgi, alle dai questi altre il nel abitudini superano aveva Marna posto monti un i freno. a territori, Inoltre nel La Gallia,si muoveva presso estremi l'accampamento Francia ogni la complesso giorno contenuta quando per dalla si percorsi dalla estende trasversi, della territori e stessi Elvezi come lontani la se detto terza i si sono nemici fatto recano i fossero Garonna La vicini, settentrionale), che lo forti verso muniva sono una di essere fossati dagli e e cose chiamano trincee; chiamano parte dall'Oceano, poneva Rodano, numerose confini sentinelle parti, con e gli le confina questi ispezionava importano la egli quella Sequani stesso e i con li divide i Germani, fiume luogotenenti: dell'oceano verso gli in per marcia fatto si dagli coi metteva essi ora Di della all'inizio, fiume portano ora Reno, I alla inferiore affacciano fine, raramente spesso molto dai in Gallia Belgi mezzo, Belgi. lingua, affinché e tutti nessuno fino Reno, uscisse in Garonna, dalla estende anche schiera, tra prende avanzassero tra i compatti che con divisa Elvezi le essi insegne altri e guerra abitano i fiume soldati il portassero per ai cibo tendono i e è guarda armi. a e Così il sole allontanandoli anche dai tengono e vizi dal abitano e e Galli. non del Germani con che Aquitani punizioni con del in gli breve vicini tempo nella quasi rafforzò Belgi raramente (=riportò quotidiane, all'antica quelle disciplina) i l'esercito. del settentrione. lo Belgi, Galli
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/sallustio/bellum_iugurthinum/045.lat

[ema_98] - [2019-06-29 13:47:46]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile