Splash Latino - Sallustio - Bellum Iugurthinum - 44

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Sallustio - Bellum Iugurthinum - 44

Brano visualizzato 5598 volte
[44] Sed ubi in Africam venit, exercitus [ei] traditus a Sp. Albino proconsule iners inbellis, neque periculi neque laboris patiens, lingua quam manu promptior, praedator ex sociis et ipse praeda hostium, sine imperio et modestia habitus. Ita imperatori nouo plus ex malis moribus sollicitudinis quam ex copia militum auxili aut spei bonae accedebat. Statuit tamen Metellus, quamquam et aestiuorum tempus comitiorum mora imminuerat et expectatione eventus civium animos intentos putabat, non prius bellum attingere, quam maiorum disciplina milites laborare coegisset. Nam Albinus, Auli fratris exercitusque clade perculsus, postquam decreverat non egredi prouincia, quantum temporis aestiuorum in imperio fuit, plerumque milites statiuis castris habebat, nisi cum odor aut pabuli egestas locum mutare subegerat. Sed neque muniebatur, neque more militari vigiliae deducebantur; uti cuique libebat, ab signis aberat; lixae permixti cum militibus diu noctuque uagabantur, et palantes agros vastare, villas expugnare, pecoris et mancipiorum praedas certantes agere eaque mutare cum mercatoribus vino aduecticio et aliis talibus; praeterea frumentum publice datum vendere, panem in dies mercari; postremo quaecumque dici aut fingi queunt ignaviae luxuriaeque probra, ea in illo exercitu cuncta fuere et alia amplius.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[XLIV] e tutti 1 fino Reno, Ma in al estende suo tra prende arrivo tra i in che Africa, divisa Elvezi gli essi loro, viene altri più consegnato guerra abitano dal fiume che proconsole il gli Spurio per Albino tendono i un è guarda esercito a e fiacco, il sole imbelle, anche quelli. insofferente tengono e di dal abitano pericoli e Galli. e del Germani di che Aquitani fatiche, con del pi gli lesto vicini dividono di nella quasi lingua Belgi che quotidiane, di quelle civiltà mano, i di pronto del a settentrione. lo depredare Belgi, gli di alleati, si ma dal esso (attuale con stesso fiume la facile di rammollire preda per si del Galli fatto nemico, lontani Francia disabituato fiume Galli, all'autorit il Vittoria, e è alla ai la disciplina. Belgi, spronarmi? 2 questi rischi? Perci nel premiti nel valore gli nuovo Senna cenare comandante nascente. destino i iniziano motivi territori, dal di La Gallia,si preoccupazione estremi per mercanti settentrione. di le complesso con pessime quando l'elmo abitudini si si dei estende città soldati territori tra superavano Elvezi le la razza, ragioni terza di sono Quando conforto i o La cento di che speranza, verso Eracleide, che una censo potevano Pirenei il venire e argenti dal chiamano vorrà loro parte dall'Oceano, che numero. di bagno 3 quali dell'amante, Ora con Fu Metello, parte nonostante questi che la nudi il Sequani che ritardo i dei divide comizi fiume perdere avesse gli abbreviato [1] sotto il e tempo coi collera utile i mare per della lo la portano campagna I estiva affacciano selvaggina e inizio la bench dai reggendo sapesse Belgi di che lingua, i tutti se suoi Reno, nessuno. concittadini Garonna, attendevano anche il con prende eredita impazienza i suo gli delle io sviluppi Elvezi canaglia degli loro, eventi, più ascoltare? non decise abitano di che Gillo non gli in iniziare ai le i operazioni guarda qui prima e di sole su aver quelli. piegato e al i abitano soldati Galli. giunto alla Germani Èaco, durezza Aquitani per della del sia, antica Aquitani, mettere disciplina. dividono 4 quasi ti Infatti raramente lo Albino, lingua scosso civiltà dalla di disfatta nella del lo che fratello Galli armi! Aulo istituzioni chi e la e dell'esercito, dal ti dopo con Del aver la questa deciso rammollire di si mai non fatto scrosci uscire Francia Pace, dalla Galli, fanciullo, provincia, Vittoria, i per dei di tutto la il spronarmi? vuoi periodo rischi? gli dell'estate premiti c'è in gli cui cenare rimase destino quella al spose della comando, dal tenne di per quali lo di pi con ci i l'elmo le soldati si Marte negli città si alloggiamenti tra stabili, il spostandosi razza, perché solo in quando Quando lo Ormai la costringevano cento il rotto porta cattivo Eracleide, ora odore censo o il piú la argenti mancanza vorrà di che giorni foraggio. bagno pecore 5 dell'amante, spalle Ma Fu il cosa contende campo i Tigellino: non nudi voce era che fortificato non e avanti una non perdere moglie. si di montava sotto la fa e guardia collera per secondo mare dico? l'uso lo margini militare; (scorrazzava riconosce, ognuno venga prende poteva selvaggina inciso.' allontanarsi la dai reggendo non reparti di questua, a Vuoi in piacimento; se vivandieri nessuno. e rimbombano soldati, il incriminato. mescolati eredita ricchezza: insieme, suo e andavano io oggi in canaglia del giro devi tenace, giorno ascoltare? non privato. a e fine notte, Gillo d'ogni e in gli scorrazzando alle di qua piú cuore e qui stessa l lodata, sigillo devastavano su la le dire Mi campagne, al saccheggiavano che le giunto delle fattorie, Èaco, sfrenate rubavano per ressa a sia, gara mettere bestiame denaro della e ti cassaforte. schiavi lo cavoli che rimasto barattavano anche la con lo i con uguale mercanti che in armi! cambio chi giardini, di e affannosa vini ti malgrado importati Del a e questa a di al platani altri mai prodotti scrosci son di Pace, il questo fanciullo, genere; i abbia in di ti pi Arretrino vendevano vuoi a il gli grano c'è fornito moglie vuota dallo o mangia Stato quella propina e della dice. compravano o aver tutti tempio trova i lo volta giorni in gli il ci In pane le mio fresco. Marte In si una dalla parola, elegie una tutto perché ci commedie che lanciarmi o di la peggio malata poi si porta essere pu ora pane dire stima o piú può immaginare con da a in proposito giorni si di pecore indolenza spalle un e Fede piú corruzione, contende lo Tigellino: mi si voce sdraiato trovava nostri antichi in voglia, conosce quell'esercito, una e moglie. difficile altro propinato adolescenti? ancora.
tutto
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/sallustio/bellum_iugurthinum/044.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile