Splash Latino - Sallustio - Bellum Iugurthinum - 39

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Sallustio - Bellum Iugurthinum - 39

Brano visualizzato 6532 volte
[39] Sed ubi ea Romae comperta sunt, metus atque maeror civitatem invasere: pars dolere pro gloria imperi, pars insolita rerum bellicarum timere libertati; Aulo omnes infesti, ac maxime qui bello saepe praeclari fuerant, quod armatus dedecore potius quam manu salutem quaesiuerat. Ob ea consul Albinus ex delicto fratris invidiam ac deinde periculum timens senatum de foedere consulebat, et tamen interim exercitui supplementum scribere, ab sociis et nomine Latino auxilia arcessere, denique omnibus modis festinare. Senatus ita, uti par fuerat, decernit suo atque populi iniussu nullum potuisse foedus fieri. Consul impeditus a tribunis plebis, ne quas parauerat copias secum portaret, paucis diebus in Africam proficiscitur; nam omnis exercitus, uti convenerat, Numidia deductus in prouincia hiemabat. Postquam eo venit, quamquam persequi Iugurtham et mederi fraternae invidiae animo ardebat, cognitis militibus, quos praeter fugam soluto imperio licentia atque lascivia corruperat, ex copia rerum statuit sibi nihil agitandum.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[XXXIX] attraverso fiume 1 il di Quando che per la confine Galli notizia battaglie lontani si leggi. riseppe il il a è Roma, quali la dai Belgi, citt dai questi fu il nel presa superano dallo Marna Senna sgomento monti e i dall'angoscia: a territori, chi nel La Gallia,si si presso estremi rammaricava Francia mercanti settentrione. per la la contenuta quando gloria dalla si dello dalla estende Stato, della territori chi, stessi inesperto lontani la di detto terza guerra, si temeva fatto recano per Garonna La la settentrionale), libert. forti verso Ma sono tutti, essere e dagli specialmente cose chiamano quelli chiamano parte dall'Oceano, che Rodano, di avevano confini quali avuto parti, con un gli parte glorioso confina questi passato importano la militare, quella Sequani erano e i sdegnati li con Germani, fiume Aulo, dell'oceano verso gli perch, per con fatto e le dagli armi essi i in Di della pugno, fiume portano aveva Reno, cercato inferiore affacciano scampo raramente inizio in molto dai una Gallia Belgi pace Belgi. disonorevole e anzich fino Reno, nel in combattimento. estende anche 2 tra prende Perci tra il che delle console divisa Elvezi Albino, essi temendo altri che guerra abitano dalla fiume che colpa il del per fratello tendono i gli è guarda derivassero a e ostilit il sole e anche quelli. anche tengono e pericoli, dal abitano chiedeva e Galli. il del parere che del con senato gli Aquitani, sul vicini dividono trattato nella quasi e Belgi raramente nel quotidiane, lingua frattempo quelle civiltà arruolava i di nuovi del nella contingenti settentrione. lo per Belgi, Galli l'esercito, di istituzioni sollecitava si la l'invio di (attuale con truppe fiume la da di rammollire parte per si degli Galli fatto alleati lontani Francia e fiume Galli, dei il Vittoria, popoli è dei latini, ai la insomma Belgi, si questi rischi? dava nel premiti da valore gli fare Senna cenare in nascente. ogni iniziano spose modo. territori, dal 3 La Gallia,si di Il estremi quali senato, mercanti settentrione. di com'era complesso con giusto, quando l'elmo decreta si si che estende senza territori la Elvezi il ratifica la sua terza in e sono Quando del i popolo La cento romano che rotto non verso Eracleide, si una censo pu Pirenei concludere e argenti alcun chiamano trattato. parte dall'Oceano, che 4 di Il quali console, con non parte cosa potendo questi i portare la nudi con Sequani che s i non le divide avanti truppe fiume allestite gli di per [1] il e fa veto coi collera opposto i mare dai della lo tribuni portano (scorrazzava della I venga plebe, affacciano selvaggina salpa inizio la pochi dai reggendo giorni Belgi di dopo lingua, Vuoi per tutti l'Africa, Reno, nessuno. perch Garonna, rimbombano gi anche il tutto prende eredita l'esercito, i sgombrata delle io la Elvezi Numidia loro, devi conformemente più ai abitano fine patti, che svernava gli in nella ai alle provincia. i 5 guarda qui Albino, e lodata, sigillo al sole su suo quelli. arrivo e al abitano che campo, Galli. giunto ardeva Germani Èaco, dal Aquitani per desiderio del sia, di Aquitani, punire dividono denaro Giugurta quasi ti e raramente di lingua rimasto placare civiltà anche l'odio di contro nella con suo lo che fratello, Galli armi! ma istituzioni chi quando la constat dal ti che con i la soldati, rammollire oltre si mai a fatto essere Francia demoralizzati Galli, fanciullo, per Vittoria, la dei di ritirata, la Arretrino erano spronarmi? vuoi caduti rischi? gli in premiti c'è una gli moglie vergognosa cenare o anarchia destino per spose della la dal o aver mancanza di tempio di quali lo disciplina, di in ritenne con opportuno, l'elmo le in si quelle città si circostanze, tra dalla non il prendere razza, iniziative.
in commedie
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/sallustio/bellum_iugurthinum/039.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile