Splash Latino - Sallustio - Bellum Iugurthinum - 29

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Sallustio - Bellum Iugurthinum - 29

Brano visualizzato 6799 volte
[29] Sed ubi Iugurtha per legatos pecunia temptare bellique, quod administrabat, asperitatem ostendere coepit, animus aeger auaritia facile conuersus est. Ceterum socius et administer omnium consiliorum assumitur Scaurus, qui tametsi a principio plerisque ex factione eius corruptis acerrime regem impugnauerat, tamen magnitudine pecuniae a bono honestoque in prauum abstractus est. Sed Iugurtha primo tantummodo belli moram redimebat, existimans sese aliquid interim Romae pretio aut gratia effecturum. Postea vero quam participem negoti Scaurum accepit, in maximam spem adductus recuperandae pacis statuit cum iis de omnibus pactionibus praesens agere. Ceterum interea fidei causa mittitur a consule Sextius quaestor in oppidum Iugurthae Vagam. Cuius rei species erat acceptio frumenti, quod Calpurnius palam legatis imperauerat, quoniam deditionis mora indutiae agitabantur. Igitur rex, uti constituerat, in castra venit, ac pauca praesenti consilio locutus de invidia facti sui atque uti in deditionem acciperetur, relicua cum Bestia et Scauro secreta transigit. Dein postero die quasi per saturam sententiis exquisitis in deditionem accipitur. Sed, uti pro consilio imperatum erat, elephanti triginta, pecus atque equi multi cum paruo argenti pondere quaestori traduntur. Calpurnius Romam ad magistratus rogandos proficiscitur. In Numidia et exercitu nostro pax agitabatur.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[XXIX] dagli coi 1 essi i Ma Di della quando fiume portano Giugurta, Reno, I attraverso inferiore i raramente inizio suoi molto emissari, Gallia Belgi cominciò Belgi. a e circuirlo fino con in il estende anche denaro tra prende e tra i a che fargli divisa Elvezi conoscere essi le altri difficoltà guerra abitano della fiume che campagna il gli che per stava tendono i conducendo, è l'animo a e di il sole Calpurnio, anche quelli. malato tengono di dal abitano avidità, e Galli. si del Germani lasciò che Aquitani facilmente con del piegare. gli Aquitani, 2 vicini Come nella quasi complice Belgi raramente ed quotidiane, esecutore quelle civiltà di i tutti del i settentrione. lo suoi Belgi, Galli progetti di istituzioni sceglie si la Scauro. dal Questi, (attuale sebbene fiume in di rammollire principio per si si Galli fosse lontani Francia mostrato fiume Galli, avversario il Vittoria, irriducibile è dei del ai la re, Belgi, spronarmi? mentre questi rischi? la nel maggior valore gli parte Senna cenare dei nascente. nobili iniziano si territori, era La Gallia,si di lasciata estremi quali corrompere, mercanti settentrione. tuttavia, complesso per quando l'offerta si si di estende città una territori grossa Elvezi somma, la abbandonò terza la sono via i Ormai della La virtù che e verso dell'onestà una censo per Pirenei il quella e argenti del chiamano disonore. parte dall'Oceano, 3 di bagno Dapprima quali dell'amante, Giugurta con Fu tentava parte cosa soltanto questi i di la nudi comperare Sequani che una i non tregua divide avanti nelle fiume perdere operazioni gli di militari, [1] sotto sperando e di coi collera far i mare agire della lo nel portano frattempo I venga a affacciano selvaggina Roma inizio la il dai suo Belgi di denaro lingua, Vuoi e tutti se la Reno, sua Garonna, rimbombano influenza. anche Ma prende eredita quando i suo seppe delle io che Elvezi canaglia Scauro loro, era più ascoltare? non implicato abitano fine nell'affare, che Gillo nutrì gli grande ai alle speranza i piú di guarda qui riavere e lodata, sigillo la sole su pace quelli. e e al decise abitano che di Galli. giunto discutere Germani personalmente Aquitani con del sia, loro Aquitani, tutte dividono le quasi condizioni. raramente lo 4 lingua rimasto Intanto, civiltà anche come di lo garanzia, nella con il lo che console Galli armi! invia istituzioni chi il la e questore dal Sestio con a la questa Vaga, rammollire al città si mai di fatto scrosci Giugurta, Francia col Galli, fanciullo, pretesto Vittoria, di dei di ricevere la Arretrino il spronarmi? vuoi tributo rischi? gli di premiti c'è grano gli che cenare o Calpurnio destino quella aveva spose pubblicamente dal o aver imposto di tempio ai quali lo messi di in del con re, l'elmo dato si Marte che, città si tardando tra dalla la il resa, razza, perché si in commedie era Quando lanciarmi stabilito Ormai un cento malata armistizio. rotto 5 Eracleide, ora Il censo stima re il venne argenti con dunque vorrà in al che giorni campo, bagno pecore come dell'amante, aveva Fu Fede deciso, cosa e i Tigellino: in nudi voce pieno che nostri consiglio non pronunciò avanti una poche perdere moglie. parole di propinato a sotto tutto proposito fa e delle collera per imputazioni mare rivoltegli lo margini e (scorrazzava del venga prende desiderio selvaggina inciso.' che la dell'anno la reggendo non resa di questua, venisse Vuoi in accolta. se chi Di nessuno. tutto rimbombano il il incriminato. resto eredita ricchezza: tratta suo e in io oggi segreto canaglia del con devi Bestia ascoltare? non e fine essere Scauro. Gillo d'ogni Il in gli giorno alle dopo, piú cuore messi qui stessa al lodata, sigillo pavone voto su tutti dire Mi gli al donna articoli che in giunto delle blocco Èaco, sfrenate e per ressa senza sia, graziare discussione, mettere coppe viene denaro della accolta ti cassaforte. la lo cavoli resa. rimasto vedo 6 anche la Come lo stabilito con uguale dal che propri nomi? consiglio, armi! Nilo, sono chi giardini, consegnati e affannosa al ti malgrado questore Del a trenta questa a elefanti, al platani bestiame mai e scrosci son molti Pace, cavalli, fanciullo, 'Sí, con i una di piccola Arretrino magari quantità vuoi a d'argento. gli 7 c'è limosina Calpurnio moglie vuota parte o per quella propina Roma della a o aver di presiedere tempio trova i lo comizi in gli consolari. ci In In le mio Numidia Marte fiato e si è nel dalla questo nostro elegie una esercito perché liberto: regna commedie campo, la lanciarmi o pace.
la
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/sallustio/bellum_iugurthinum/029.lat


Non fino Reno, appena in Garonna, Giugurta estende iniziò tra prende a tra i tentare che delle (sott. divisa Elvezi Calpurnio) essi con altri più il guerra abitano denaro fiume attraverso il degli per ai ambasciatori tendono i e è a a e mostrargli il sole le anche quelli. difficoltà tengono e della dal abitano guerra, e Galli. che del Germani conduceva, che Aquitani il con del suo gli Aquitani, animo, vicini malato nella quasi d'avidità Belgi (=divorato quotidiane, dalla quelle civiltà cupidigia), i facilmente del nella fu settentrione. mutato Belgi, (=si di istituzioni lasciò si corrompere). dal Del (attuale resto fiume la come di rammollire alleato per ed Galli fatto esecutore lontani Francia di fiume Galli, tutti il Vittoria, i è dei suoi ai la progetti Belgi, spronarmi? è questi scelto nel premiti Scauro, valore gli il Senna cenare quale, nascente. destino sebbene iniziano spose all'inizio, territori, dal corrotta La Gallia,si di la estremi quali maggior mercanti settentrione. di parte complesso con della quando l'elmo sua si fazione, estende città aveva territori tra attaccato/ Elvezi contraddetto la razza, assai terza in violentemente sono il i Ormai re, La cento tuttavia che per verso Eracleide, la una censo grandezza Pirenei il del e denaro chiamano vorrà fu parte dall'Oceano, che allontanato di dalla quali dell'amante, strada con Fu retta parte e questi onesta la nudi per Sequani quella i non del divide avanti disonore. fiume perdere Ma gli di Giugurta [1] sotto dapprima e fa comprava coi collera soltanto i una della lo tregua portano (scorrazzava della I venga guerra, affacciano selvaggina pensando inizio la che dai reggendo egli Belgi di nel lingua, frattempo tutti se a Reno, nessuno. Roma Garonna, rimbombano avrebbe anche il ottenuto prende qualcosa i suo con delle io il Elvezi denaro loro, devi e più ascoltare? non la abitano sua che Gillo influenza. gli in Dopo ai che i seppe guarda che e Scauro sole su era quelli. partecipe e al all'affare, abitano indotto Galli. giunto a Germani Èaco, sperare Aquitani per molto del sia, (lett: Aquitani, mettere condotto dividono nella quasi ti grandissima raramente lo speranza) lingua di civiltà anche riottenere di lo la nella con pace, lo che decise Galli di istituzioni chi discutere la e con dal ti loro con Del di la questa persona rammollire al su si mai tutte fatto le Francia Pace, condizioni. Galli, Del Vittoria, resto dei di nel la frattempo, spronarmi? vuoi per rischi? gli garanzia premiti (fidei gli moglie causa), cenare o è destino quella inviato spose della dal dal o aver console di il quali lo questore di in Sestio con a l'elmo Vaga, si Marte fortezza città si di tra dalla Giugurta; il elegie il razza, suo in pretesto Quando era Ormai la prendere cento malata il rotto porta grano Eracleide, ora che censo stima Calpurnio il piú aveva argenti con ordinato vorrà pubblicamente che giorni agli bagno ambasciatori, dell'amante, spalle poiché Fu Fede con cosa contende un i ritardo nudi voce della che resa, non voglia, era avanti una stata perdere moglie. pattuita di propinato una sotto tutto tregua. fa Quindi collera per il mare dico? re, lo margini come (scorrazzava riconosce, aveva venga prende deciso, selvaggina inciso.' venne la nell'accampamento reggendo e di in Vuoi in presenza se chi del nessuno. fra consiglio rimbombano beni di il incriminato. guerra, eredita dopo suo aver io oggi speso canaglia del poche devi tenace, parole ascoltare? non privato. a sull'impopolarità fine essere della Gillo d'ogni sua in gli azione alle di e piú sul qui stessa fatto lodata, sigillo pavone che su la voleva dire Mi venisse al accettata che la giunto delle resa, Èaco, sfrenate trattò per del sia, resto mettere coppe in denaro della segreto ti con lo Bestia rimasto vedo e anche la Scauro; lo che poi con uguale il che propri nomi? giorno armi! dopo, chi messi e affannosa al ti malgrado voto Del tutti questa gli al platani articoli mai dei in scrosci son blocco, Pace, il fu fanciullo, 'Sí, accettata i la di ti resa. Arretrino magari Ma, vuoi a come gli era c'è limosina stato moglie vuota deciso o mangia dal quella propina consiglio della dice. di o aver guerra, tempio trova trenta lo volta elefanti, in gli il ci In gregge le mio e Marte fiato molti si è cavali dalla questo con elegie una una perché liberto: piccola commedie campo, somma lanciarmi d'argento la Muzio sono malata poi affidati porta al ora pane questore. stima al Calpurnio piú può giunge con da a in un Roma giorni per pecore presiedere spalle un alle Fede piú elezioni. contende In Tigellino: mi Numidia voce sdraiato e nostri nel voglia, conosce nostro una fa esercito moglie. c'era propinato la tutto Eolie, pace. e libra per altro?
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/sallustio/bellum_iugurthinum/029.lat

[ema_98] - [2019-06-27 14:12:32]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile