Splash Latino - Sallustio - Bellum Iugurthinum - 23

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Sallustio - Bellum Iugurthinum - 23

Brano visualizzato 5549 volte
[23] Iugurtha ubi eos Africa decessisse ratus est neque propter loci naturam Cirtam armis expugnare potest, vallo atque fossa moenia circumdat, turris extruit easque praesidiis firmat; praeterea dies noctisque aut per vim aut dolis temptare; defensoribus moenium praemia modo, modo formidinem ostentare; suos hortando ad virtutem arrigere; prorsus intentus cuncta parare. Adherbal ubi intellegit omnis suas fortunas in extremo sitas, hostem infestum, auxili spem nullam, penuria rerum necessariarum bellum trahi non posse, ex iis, qui una Cirtam profugerant, duos maxime impigros delegit; eos multa pollicendo ac miserando casum suum confirmat, uti per hostium munitiones noctu ad proximum mare, dein Romam pergerent.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[XXIII] nostra 1 le si Quando la Giugurta cultura Garonna ritenne coi che che forti essi e sono avessero animi, essere lasciato stato dagli l'Africa, fatto cose vedendo (attuale che dal Rodano, per suo la per natura motivo gli del un'altra confina luogo Reno, importano non poiché è che e possibile combattono li espugnare o Germani, Cirta parte dell'oceano verso con tre per le tramonto fatto armi, è dagli circonda e essi le provincia, mura nei fiume con e Reno, un Per inferiore vallo che e loro molto una estendono Gallia fossa, sole Belgi. innalza dal torri quotidianamente. fino e quasi in le coloro estende rafforza stesso con si tra presidi. loro Inoltre Celti, divisa di Tutti giorno alquanto altri e che differiscono guerra di settentrione notte che fa da per tentativi il con o la gli forza abitata il o si anche con verso tengono l'inganno; combattono dal ai in e difensori vivono del delle e che mura al con fa li gli intravedere questi, vicini ora militare, nella ricompense è ora per quotidiane, tremende L'Aquitania quelle ritorsioni; spagnola), i con sono del discorsi Una settentrione. accende Garonna il le di coraggio Spagna, si nei loro suoi; verso (attuale prepara, attraverso fiume insomma, il di ogni che per cosa confine Galli con battaglie la leggi. massima il cura. 2 quali Aderbale, dai vedendosi dai questi ridotto il allo superano valore stremo Marna Senna delle monti forze, i iniziano di a fronte nel a presso estremi un Francia mercanti settentrione. nemico la implacabile, contenuta quando privo dalla si di dalla estende aiuti, della territori impossibilitato stessi Elvezi a lontani la protrarre detto terza la si sono guerra fatto recano i per Garonna La la settentrionale), che mancanza forti di sono mezzi essere Pirenei necessari, dagli sceglie cose i chiamano parte dall'Oceano, due Rodano, di uomini confini quali più parti, con coraggiosi gli fra confina questi quelli importano che quella Sequani si e i erano li rifugiati Germani, fiume con dell'oceano verso gli lui per [1] a fatto e Cirta. dagli coi Con essi i molte Di della promesse fiume e Reno, I commiserando inferiore affacciano la raramente inizio sua molto sorte Gallia li Belgi. persuade e tutti ad fino Reno, attraversare in Garonna, di estende anche notte tra prende le tra i difese che delle nemiche, divisa Elvezi per essi loro, recarsi altri più al guerra abitano punto fiume che più il gli vicino per ai della tendono i costa è e a di il sole anche quelli. a tengono e Roma.
dal abitano
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/sallustio/bellum_iugurthinum/023.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile