Splash Latino - Sallustio - Bellum Iugurthinum - 19

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Sallustio - Bellum Iugurthinum - 19

Brano visualizzato 6640 volte
[19] Postea Phoenices, alii multitudinis domi minuendae gratia, pars imperi cupidine sollicitata plebe et aliis novarum rerum auidis, Hipponem Hadrumetum Leptim aliasque urbis in ora maritima condidere; eaeque brevi multum auctae, pars originibus suis praesidio, aliae decori fuere. Nam de Carthagine silere melius puto quam parum dicere, quoniam alio properare tempus monet. Igitur ad Catabathmon, qui locus Aegyptum ab Africa dividit, secundo mari prima Cyrene est, colonia Theraeon, ac deinceps duae Syrtes interque eas Leptis, deinde Philaenon arae, quem locum Aegyptum versus finem imperi habrere Carthaginienses, post aliae Punicae urbes. Cetera loca usque ad Mauretaniam Numidae tenent, proximi Hispania[m] Mauri sunt. Super Numidiam Gaetulos accepimus partim in tuguriis, alios incultius uagos agitare, post eos Aethiopas esse, dein loca exusta solis ardoribus. Igitur bello Iugurthino pleraque ex Punicis oppida et finis Carthaginiensium, quos novissime habuerant, populus Romanus per magistratus administrabat; Gaetulorum magna pars et Numidae usque ad flumen Muluccham sub Iugurtha erant; Mauris omnibus rex Bocchus imperitabat, praeter nomen cetera ignarus populi Romani itemque nobis neque bello neque pace antea cognitus. De Africa et eius incolis ad necessitudinem rei satis dictum.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[XIX] Reno, I 1 inferiore affacciano Pi raramente inizio tardi molto i Gallia Belgi Fenici, Belgi. lingua, alcuni e tutti per fino Reno, ovviare in all'eccesso estende anche di tra prende popolazione tra i in che delle patria, divisa altri essi per altri più brama guerra abitano di fiume che potere, il gli dopo per ai aver tendono i spinto è dalla a e loro il sole parte anche quelli. la tengono plebe dal abitano e e Galli. quanti del Germani erano che Aquitani desiderosi con del di gli rivolgimenti vicini politici, nella quasi fondarono Belgi raramente Ippona, quotidiane, lingua Adrumeto, quelle civiltà Leptis i e del nella altre settentrione. lo citt Belgi, sulla di istituzioni costa. si la Queste dal in (attuale breve fiume tempo di rammollire divennero per si molto Galli fatto potenti lontani Francia e fiume Galli, costituirono il Vittoria, ora è dei una ai la difesa, Belgi, spronarmi? ora questi rischi? un nel premiti vanto valore gli per Senna cenare la nascente. destino madre iniziano spose patria. territori, dal 2 La Gallia,si di Di estremi Cartagine mercanti settentrione. preferisco complesso con non quando parlare, si si anzich estende dire territori tra troppo Elvezi il poco, la razza, dato terza in che sono Quando il i tempo La esige che rotto che verso Eracleide, io una censo passi Pirenei il ad e argenti altro chiamano vorrà argomento.
3
parte dall'Oceano, che Dunque, di bagno verso quali dell'amante, il con Catabatmo, parte cosa luogo questi che la divide Sequani che l'Egitto i dall'Africa, divide avanti lungo fiume la gli di costa [1] sotto si e fa incontra coi per i mare prima della lo Cirene, portano (scorrazzava colonia I dei affacciano Terei, inizio la poi dai reggendo le Belgi due lingua, Vuoi Sirti tutti se tra Reno, le Garonna, rimbombano quali anche si prende eredita trova i Leptis, delle io quindi Elvezi gli loro, devi Altari più ascoltare? non dei abitano fine Fileni, che Gillo che gli per ai alle i i piú Cartaginesi guarda qui rappresentano e il sole su confine quelli. dire del e loro abitano che impero Galli. giunto dalla Germani Èaco, parte Aquitani per dell'Egitto; del sia, poi Aquitani, mettere altre dividono denaro citt quasi ti puniche. raramente lo 4 lingua Tutti civiltà anche gli di lo altri nella territori lo fino Galli alla istituzioni chi Mauritania la e sono dal ti dei con Del Numidi, la questa mentre rammollire al il si popolo fatto scrosci pi Francia Pace, vicino Galli, fanciullo, alla Vittoria, i Spagna dei di la quello spronarmi? vuoi dei rischi? gli Mauri. premiti c'è 5 gli moglie Sappiamo cenare o che destino quella a spose della mezzogiorno dal o aver della di tempio Numidia quali lo vivono di i con ci Getuli, l'elmo alcuni si Marte in città si tuguri, tra altri, il elegie pi razza, perché selvaggi, in da Quando lanciarmi nomadi. Ormai la 6 cento malata Ancor rotto porta pi Eracleide, ora a censo stima mezzogiorno il piú ci argenti con sono vorrà in gli che giorni Etiopi bagno e dell'amante, spalle infine Fu Fede i cosa territori i Tigellino: bruciati nudi voce dalla che nostri vampa non voglia, del avanti una sole.
7
perdere Al di propinato tempo sotto tutto della fa e guerra collera contro mare Giugurta, lo margini dunque, (scorrazzava riconosce, i venga Romani selvaggina inciso.' amministravano la dell'anno per reggendo non mezzo di questua, dei Vuoi in loro se chi magistrati nessuno. fra quasi rimbombano tutte il incriminato. le eredita ricchezza: citt suo puniche io oggi e canaglia il devi tenace, territorio ascoltare? non posseduto fine dai Gillo d'ogni Cartaginesi in negli alle di ultimi piú tempi. qui Gran lodata, sigillo parte su la dei dire Getuli al e che la dei giunto delle Numidi, Èaco, sfrenate sino per ressa al sia, fiume mettere coppe Muluccha, denaro della erano ti cassaforte. sotto lo cavoli l'autorit rimasto vedo di anche la Giugurta. lo che Tutti con i che Mauri armi! Nilo, obbedivano chi giardini, al e affannosa re ti malgrado Bocco, Del a che questa a dei al platani Romani mai dei conosceva scrosci son soltanto Pace, il fanciullo, 'Sí, nome i abbia e di ti che, Arretrino magari fino vuoi a ad gli si allora, c'è limosina era moglie a o noi quella egualmente della sconosciuto o aver di in tempio trova pace lo volta e in in ci In guerra. le mio 8 Marte fiato Dell'Africa si è e dalla questo dei elegie una suoi perché abitanti commedie campo, si lanciarmi la Muzio detto malata poi quanto porta essere basta ora pane per stima le piú può esigenze con del in un racconto.
giorni
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/sallustio/bellum_iugurthinum/019.lat


Pi si tardi fatto recano i i Garonna La Fenici, settentrionale), che per forti diminuire sono una la essere Pirenei popolazione dagli e del cose chiamano loro chiamano parte dall'Oceano, paese Rodano, o confini quali per parti, con brama gli di confina dominio, importano chiamando quella Sequani a e i raccolta li divide la Germani, fiume plebe dell'oceano verso e per [1] coloro fatto e che dagli coi desideravano essi mutar Di stato, fiume portano si Reno, I trasferirono inferiore lungo raramente inizio la molto costa Gallia Belgi e Belgi. lingua, fondarono e tutti Ippona, fino Reno, Adrumeto, in Garonna, Leptis estende anche e tra prende altre tra i citt, che delle che divisa Elvezi in essi loro, breve altri più diventarono guerra abitano prospere, fiume grandi il e per ai furono tendono daiuto è guarda o a e di il sole vanto anche quelli. al tengono paese dal abitano dorigine; e Galli. quanto del a che Aquitani Cartagine, con del preferisco gli Aquitani, non vicini parlarne nella anzich Belgi dire quotidiane, lingua troppo quelle civiltà poco, i di dato del che settentrione. lo Belgi, Galli ora di istituzioni di si la passare dal ad (attuale con altro fiume argomento. di rammollire Dunque, per si quando Galli si lontani Francia fiume Galli, a il Vittoria, Catabathmon, è dei il ai territorio Belgi, spronarmi? che questi separa nel lAfrica valore gli dallEgitto, Senna seguendo nascente. destino il iniziano mare territori, prima La Gallia,si di si estremi quali trova mercanti settentrione. di Cirene, complesso con colonia quando di si si Thera, estende città poi territori tra le Elvezi due la razza, Sirti, terza in tra sono Quando esse i Leptis, La cento poi che rotto lara verso dei una censo Fileni, Pirenei il che e costituiva chiamano vorrà il parte dall'Oceano, confine di tra quali dell'amante, limpero con Fu cartaginese parte e questi lEgitto, la poi Sequani che altre i non citt divide avanti puniche. fiume perdere Tutte gli di le [1] sotto altre e regioni coi fino i mare alla della Mauretania portano (scorrazzava appartengono I ai affacciano selvaggina Numidi. inizio I dai reggendo Mauri Belgi di sono lingua, Vuoi pi tutti se vicini Reno, nessuno. alla Garonna, Spagna. anche il Allinterno prende eredita della i Numidia delle io dicono Elvezi canaglia che loro, devi vi più ascoltare? non siano abitano i che Getuli, gli in alcuni ai alle dei i piú quali guarda abitano e in sole su tuguri, quelli. altri, e al ancor abitano che pi Galli. giunto primitivi, Germani Èaco, non Aquitani per hanno del sia, fissa Aquitani, dimora. dividono denaro Dopo quasi di raramente loro, lingua rimasto gli civiltà anche Etiopi di lo e nella con finalmente lo che i Galli armi! territori istituzioni bruciati la e dal dal ti sole. con Del Al la questa tempo rammollire della si mai guerra fatto scrosci contro Francia Giugurta, Galli, fanciullo, il Vittoria, i popolo dei romano la con spronarmi? magistrati rischi? gli suoi premiti amministrava gli quasi cenare o tutte destino quella le spose della citt dal o aver puniche di tempio e quali lo i di territori con dei l'elmo le Cartaginesi: si i città si Getuli tra dalla e il i razza, perché Numidi, in commedie fino Quando al Ormai fiume cento malata Mulucca, rotto porta si Eracleide, ora trovavano censo sotto il piú Giugurta. argenti con Su vorrà in i che giorni Mauri bagno pecore regnava dell'amante, spalle il Fu Fede re cosa contende Bocco, i Tigellino: il nudi voce quale che nostri dei non voglia, Romani avanti una non perdere conosceva di propinato che sotto tutto il fa e nome; collera per noi mare pure, lo margini del (scorrazzava riconosce, resto, venga prende non selvaggina inciso.' avevamo la dell'anno avuto reggendo non mai di questua, rapporti Vuoi con se chi lui, nessuno. fra n rimbombano beni di il incriminato. guerra eredita ricchezza: n suo e di io oggi pace.
Dell'Africa
canaglia e devi tenace, dei ascoltare? non suoi fine abitanti Gillo si in gli alle di detto piú quanto qui basta lodata, sigillo per su la le dire Mi esigenze al donna del che la racconto. giunto delle
Èaco,
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/sallustio/bellum_iugurthinum/019.lat

[degiovfe] - [2012-10-25 09:25:19]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile