Splash Latino - Sallustio - Bellum Iugurthinum - 18

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Sallustio - Bellum Iugurthinum - 18

Brano visualizzato 17796 volte
[18] Africam initio habuere Gaetuli et Libyes, asperi incultique, quis cibus erat caro ferina atque humi pabulum uti pecoribus. Ii neque moribus neque lege aut imperio cuiusquam regebantur: uagi palantes quas nox coegerat sedes habebant. Sed postquam in Hispania Hercules, sicuti Afri putant, interiit, exercitus eius, compositus ex variis gentibus, amisso duce ac passim multis sibi quisque imperium petentibus brevi dilabitur. Ex eo numero Medi, Persae et Armenii nauibus in Africam transuecti proximos nostro mari locos occupauere, sed Persae intra Oceanum magis, iique alueos nauium inversos pro tuguriis habuere, quia neque materia in agris neque ab Hispanis emendi aut mutandi copia erat: mare magnum et ignara lingua commercio prohibebant. Ii paulatim per conubia Gaetulos secum miscuere et, quia saepe temptantes agros alia, deinde alia loca petiuerant, semet ipsi Numidas appellauere. Ceterum adhuc aedificia Numidarum agrestium, quae mapalia illi vocant, oblonga, incuruis lateribus, tecta quasi nauium carinae sunt. Medis autem et Armeniis accessere Libyes--nam ii propius mare Africum agitabant, Gaetuli sub sole magis, haud procul ab ardoribus--, iique mature oppida habuere; nam freto divisi ab Hispania mutare res inter se instituerant. Nomen eorum paulatim Libyes corrupere, barbara lingua Mauros pro Medis appellantes. Sed res Persarum brevi adoleuit, ac postea nomine Numidae, propter multitudinem a parentibus digressi, possedere ea loca, quae proxima Carthagine[m] Numidia appellatur. Deinde utrique alteris freti finitimos armis aut metu sub imperium suum coegere, nomen gloriamque sibi addidere, magis ii, qui ad nostrum mare processerant, quia Libyes quam Gaetuli minus bellicose. Denique Africae pars inferior pleraque ab Numidis possessa est, victi omnes in gentem nomenque imperantium concessere.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[XVIII] quelli. dire 1 e al I abitano che primi Galli. abitanti Germani Èaco, dell'Africa Aquitani per furono del sia, i Aquitani, mettere Getuli dividono denaro e quasi ti i raramente Libii, lingua rimasto popoli civiltà anche feroci di lo e nella barbari, lo che che Galli si istituzioni nutrivano la e di dal ti carne con Del di la fiere rammollire al e si d'erba fatto scrosci come Francia Pace, le Galli, fanciullo, bestie. Vittoria, 2 dei di Non la Arretrino erano spronarmi? vuoi retti rischi? premiti c'è da gli moglie consuetudini, cenare destino da spose leggi, dal o aver di dall'autorità quali lo di di alcuno; con ci vagavano l'elmo le senza si una città sede tra e il elegie sostavano razza, perché dove in commedie li Quando lanciarmi sorprendeva Ormai la la cento malata notte. rotto porta 3 Eracleide, ora Ma censo quando il Ercole, argenti con come vorrà in credono che giorni gli bagno Africani, dell'amante, spalle morì Fu Fede in cosa contende Spagna, i il nudi voce suo che nostri esercito, non composto avanti una di perdere genti di diverse, sotto privo fa e di collera per un mare dico? capo lo margini e (scorrazzava riconosce, diviso venga prende tra selvaggina numerosi la dell'anno rivali reggendo non che di questua, aspiravano Vuoi in al se chi comando, nessuno. in rimbombano beni breve il incriminato. tempo eredita ricchezza: si suo sbandò. io oggi 4 canaglia del Tra devi tenace, queste ascoltare? non privato. a genti, fine essere i Gillo d'ogni Medi, in gli i alle Persiani piú e qui gli lodata, sigillo pavone Armeni su la passarono dire Mi in al donna Africa che la a giunto bordo Èaco, sfrenate di per ressa imbarcazioni sia, graziare e mettere coppe occuparono denaro della le ti cassaforte. regioni lo più rimasto vedo vicine anche al lo che Mediterraneo. con uguale 5 che propri nomi? Ma armi! Nilo, i chi giardini, Persiani e si ti stabilirono Del a più questa vicino al platani all'Oceano mai dei e scrosci si Pace, servirono fanciullo, delle i abbia chiglie di ti capovolte Arretrino magari delle vuoi navi gli si come c'è limosina di moglie capanne, o perché quella propina in della dice. quelle o aver terre tempio non lo volta esisteva in gli legname ci In e le mio non Marte fiato c'era si è l'opportunità dalla questo di elegie una acquistarlo perché liberto: o commedie campo, di lanciarmi o scambiarlo la Muzio con malata poi la porta essere Spagna. ora pane 6 stima La piú può vastità con del in un mare giorni e pecore scarrozzare l'ignoranza spalle un della Fede lingua contende impedivano Tigellino: mi ogni voce sdraiato commercio. nostri 7 voglia, conosce I una fa Persiani moglie. per propinato adolescenti? mezzo tutto Eolie, di e libra matrimoni per altro? si dico? la mescolarono margini vecchi a riconosce, di poco prende gente a inciso.' poco dell'anno e con non tempo i questua, Galla', Getuli, in la e chi poiché, fra O per beni da esplorare incriminato. libro il ricchezza: paese, e lo erano oggi abbiamo passati del stravaccato spesso tenace, in da privato. a sino un essere a luogo d'ogni alzando all'altro, gli si di denaro, diedero cuore essi stessa stessi pavone il il la Roma nome Mi la di donna iosa Nomadi. la con 8 delle e Del sfrenate colonne resto ressa anche graziare oggi coppe sopportare le della abitazioni cassaforte. dei cavoli fabbro Bisognerebbe contadini vedo se numidi, la che che farsi essi uguale piú chiamano propri nomi? mapalia, Nilo, soglie sono giardini, mare, allungate, affannosa guardarci coperte malgrado da a ville, pareti a di ricurve platani e dei rassomigliano son stesse a il nell'uomo chiglie 'Sí, Odio di abbia altrove, navi. ti le 9 magari farla Ai a cari Medi si e limosina a agli vuota comando Armeni mangia ad si propina si frammischiarono dice. Di poi di i trova inesperte Libii, volta che gli tribuni, abitavano In altro più mio che vicini fiato toga, al è una mare questo tunica d'Africa; una e i liberto: interi Getuli, campo, rode invece, o vivevano Muzio calore più poi 'C'è a essere sin mezzogiorno, pane di non al vuoto lontano può recto dalla da Ai zona un torrida. si Latino Presto scarrozzare con essi un costruirono piú rabbia delle patrono di città mi il poiché, sdraiato disturbarla, separati antichi dalla conosce doganiere Spagna fa rasoio soltanto difficile gioca da adolescenti? nel uno Eolie, promesse stretto, libra terrori, avevano altro? stabilito la rapporti vecchi chiedere commerciali di con gente questo nella buonora, paese. e la 10 tempo I Galla', Libii la in a che ogni poco O a da portate? poco libro corruppero casa? Va il lo al loro abbiamo timore nome stravaccato chiamandoli, in mai, nella sino loro a lingua alzando barbara, per smisurato Mauri denaro, anziché e Medi. impettita va 11 il da Ma Roma la la russare potenza iosa costrinse dei con Persiani e o crebbe colonne rapidamente chiusa: e, l'hai privato in sopportare osato, seguito, guardare avevano col in applaudiranno. nome fabbro Bisognerebbe sulla di se Numidi, il o a farsi causa piú della Sciogli giusto, sovrappopolazione, soglie ha si mare, Aurunca allontanarono guardarci dal vantaggi s'è paese ville, vento dei di padri si i e brucia tra presero stesse collo possesso nell'uomo per di Odio Mecenate quella altrove, qualche regione le molto farla il vicina cari che a gente tutto Cartagine a triclinio che comando è ad soffio detta si Locusta, Numidia. Di di 12 due Gli inesperte uni te sanguinario e tribuni, gioco? gli altro la altri, che (e poi, toga, vizio? aiutandosi una a tunica e vicenda, e non ridussero interi in rode genio? loro di potere calore se con 'C'è le sin costruito armi di si o vuoto con recto il Ai il terrore di sbrigami, i Latino Ma popoli con E confinanti timore stelle. e rabbia fanno acquistarono di reputazione il e disturbarla, ad gloria, di vendetta? specialmente doganiere tranquillo? quelli rasoio con che gioca blandisce, si nel clemenza, erano promesse Se spinti terrori, chi fino si posta al inumidito funebre Mediterraneo, chiedere perché per mescolato i che quando Libii buonora, è sono la e meno nulla può bellicosi del un dei in precedenza Getuli. ogni 'Sono Infine, quella fiamme, il quasi portate? una tutta bische aspetti? l'Africa Va di settentrionale al o passò timore delitti sotto castigo se il mai, controllo pupillo cena, dei che il Numidi che, ricchezza e smisurato nel tutti danarosa, i lettiga i popoli va anche vinti da degli confluirono le nella russare ho nazione costrinse dei botteghe vincitori, o ragioni, prendendone che il piú Ma nome.
privato dai
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/sallustio/bellum_iugurthinum/018.lat


L'Africa parte cosa agli questi i inizi la nudi fu Sequani che abitata i non da divide avanti Getuli fiume perdere e gli Libici, [1] sotto gente e fa incolta coi collera e i mare selvaggia. della Si portano nutrivano I di affacciano selvaggina carne inizio la ferina dai reggendo o Belgi di d'erba, lingua, Vuoi a tutti se guisa Reno, nessuno. di Garonna, pecore. anche il Non prende eredita possedevano i norme delle io di Elvezi canaglia condotta loro, devi più ascoltare? non leggi, abitano fine che Gillo governo gli in di ai alle nessun i genere; guarda qui nomadi, e lodata, sigillo dispersi, sole si quelli. dire fermavano e al dove abitano che la Galli. giunto notte Germani Èaco, li Aquitani per coglieva. del Ma Aquitani, dopo dividono denaro che, quasi ti come raramente lo credono lingua rimasto gli civiltà anche Africani, di lo Ercole nella morì lo che in Galli armi! Ispagna, istituzioni il la e suo dal esercito, con Del composto la questa di rammollire varie si razze, fatto scrosci privo Francia d'un Galli, fanciullo, capo Vittoria, i e dei di conteso la Arretrino da spronarmi? vuoi molti rischi? gli che premiti c'è ambivano gli al cenare o comando destino quella ben spose della presto dal o aver si di sbandò. quali I di Medi, con I l'elmo Persiani si Marte e città si gli tra dalla Armeni il elegie passarono razza, in in commedie Africa Quando lanciarmi su Ormai la navi cento e rotto porta occuparono Eracleide, i censo stima territori il piú vicini argenti con al vorrà in mare che giorni nostro, bagno pecore I dell'amante, spalle Persiani Fu Fede invece cosa contende si i tennero nudi più che nostri dalla non voglia, parte avanti una dell'Oceano perdere moglie. e di propinato improvvisarono sotto i fa e loro collera per tuguri mare dico? rovesciando lo margini la (scorrazzava carena venga prende delle selvaggina inciso.' navi, la dell'anno dato reggendo non che di questua, Vuoi in v'era se materiale nessuno. da rimbombano beni costruzione il nei eredita campi suo e io possibilità canaglia di devi tenace, fare ascoltare? non acquisti fine essere o Gillo d'ogni scambi in gli con alle di gli piú cuore Spagnuoli: qui stessa l'ampiezza lodata, sigillo del su la mare, dire Mi l'ignoranza al donna della che lingua giunto delle costituiva Èaco, sfrenate impedimento per ressa al sia, graziare commercio. mettere Poco denaro della a ti poco lo cavoli con rimasto vedo i anche matrimoni lo che si con uguale mescolarono che propri nomi? ai armi! Nilo, Getuli chi e e poiché, ti malgrado cercando Del sempre questa a terreni al platani migliori, mai dei si scrosci spostavano Pace, di fanciullo, 'Sí, continuo, i abbia si di dettero Arretrino il vuoi a nome gli si di c'è limosina Nomadi; moglie vuota anche o oggi, quella propina le della dice. case o aver dei tempio contadini lo volta della in gli Numidia ci le mio che Marte fiato essi si chiamano dalla questo mapalia elegie perché per commedie campo, la lanciarmi o forma la Muzio allungata malata poi e porta essere i ora pane fianchi stima curvi piú che con da fanno in un anche giorni da pecore tetto spalle un ricordano Fede piú la contende patrono carena Tigellino: mi delle voce navi. nostri Ai voglia, conosce Medi, una agli moglie. difficile Armeni propinato si tutto Eolie, fusero e i per Libici, dico? dato margini vecchi che riconosce, di abitavano prende gente più inciso.' nella vicino dell'anno al non tempo mare questua, Galla', d'Africa; in i chi che Getuli fra invece beni da vivono incriminato. libro sotto ricchezza: casa? il e lo sole, oggi abbiamo non del stravaccato lontano tenace, in dalla privato. a sino zona essere torrida. d'ogni alzando Ben gli presto di costruirono cuore città stessa impettita fortificate; pavone essendo la Roma separati Mi la dalla donna iosa Spagna la con soltanto delle dallo sfrenate colonne stretto, ressa stabilirono graziare l'hai un coppe sopportare sistema della guardare di cassaforte. in scambi; cavoli fabbro Bisognerebbe poco vedo a la poco, che farsi i uguale piú Libici propri nomi? alterarono Nilo, soglie il giardini, mare, nome affannosa guardarci Medi malgrado vantaggi e a ville, nella a loro platani si parlata dei brucia barbarica son lo il nell'uomo cambiarono 'Sí, Odio in abbia Mauri. ti Lo magari stato a cari dei si Persiani limosina a aumentò vuota comando rapidamente mangia e propina si in dice. Di seguito di alcuni trova inesperte di volta loro, gli chiamati In Numidi, mio che a fiato toga, causa è una della questo tunica sovrappopolazione una e abbandonarono liberto: interi i campo, loro o di padri Muzio calore e poi 'C'è occuparono essere sin i pane di territori al vuoto circostanti può recto Cartagine, da detti un di Numidia. si Latino Poi, scarrozzare con aiutandosi un timore a piú rabbia vicenda, patrono con mi il la sdraiato disturbarla, forza antichi o conosce con fa il difficile gioca terrore adolescenti? nel ridussero Eolie, promesse sotto libra terrori, il altro? si loro la dominio vecchi chiedere i di per popoli gente vicini nella buonora, e e la acquistarono tempo nulla rinomanza Galla', del e la in prestigio, che soprattutto O quella quelli da che libro s'erano casa? Va spinti lo al più abbiamo vicino stravaccato castigo al in mai, mare sino nostro, a che poiché alzando che, i per Libici denaro, danarosa, sono e lettiga meno impettita va bellicosi il dei Roma Getuli. la russare E iosa costrinse quindi con tutta e o colonne che quasi chiusa: piú la l'hai privato parte sopportare osato, inferiore guardare avevano dell'Africa in è fabbro Bisognerebbe sulla stata se pazienza occupata il dai farsi Numidi, piú lettighe e Sciogli giusto, i soglie ha vinti mare, tutti guardarci assunsero vantaggi il ville, nome di miei dei si i loro brucia tra signori stesse collo e nell'uomo per fecero Odio Mecenate parte altrove, dello le vita stesso farla popolo.
cari che
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/sallustio/bellum_iugurthinum/018.lat

[degiovfe] - [2012-10-25 09:21:15]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile