d topd Splash Latino - Quinto Cicerone - Commentariolum Petitionis - 10


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Quinto Cicerone - Commentariolum Petitionis - 10

Brano visualizzato 3455 volte
X. Et quoniam in amicorum studiis haec omnis oratio versatur, qui locus in hoc genere cavendus sit praetermittendum non videtur. Fraudis atque insidiarum et perfidiae plena sunt omnia. Non est huius temporis perpetua illa de hoc genere disputatio, quibus rebus benevolus et simulator diiudicari possit; tantum est huius temporis admonere. Summa tua virtus eosdem homines et simulare tibi se esse amicos et invidere coegit. Quam ob rem Epicharmeion illud teneto, nervos atque artus esse sapientiae non temere credere, et, cum tuorum amicorum studia constitueris, tum etiam obtrectatorum atque adversariorum rationes et genera cognoscito. Haec tria sunt: unum quos laesisti, alterum qui sine causa non amant, tertium qui competitorum valde amici sunt. Quos laesisti, cum contra eos pro amico diceres, iis te plane purgato, necessitudines commemorato, in spem adducito te in eorum rebus, si se in amicitiam contulerint, pari studio atque officio futurum. Qui sine causa non amant, eos aut beneficio aut spe aut significando tuo erga illos studio dato operam ut de illa animi pravitate deducas. Quorum voluntas erit abs te propter competitorum amicitias alienior, iis quoque eadem inservito ratione qua superioribus et, si probare poteris, te in eos ipsos competitores tuos benevolo esse animo ostendito.


Oggi hai visualizzato 1 brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 4 brani

X. Reno, I E inferiore affacciano dal raramente inizio momento molto dai che Gallia tutto Belgi. lingua, questo e discorso fino verte in sulla estende anche dedizione tra degli tra i amici, che delle sembra divisa Elvezi giusto essi loro, non altri più tralasciare guerra abitano in fiume questo il gli ambito per quale tendono i sia è l’argomento a e da il cui anche quelli. guardarsi. tengono e Ogni dal abitano cosa e Galli. è del Germani piena che Aquitani di con inganni, gli Aquitani, di vicini insidie nella quasi e Belgi raramente di quotidiane, lingua cattiverie. quelle civiltà Non i di è del questo settentrione. il Belgi, Galli momento di istituzioni di si la trattare dal di (attuale con quella fiume eterna di rammollire discussione per si riguardante Galli fatto da lontani quali fiume Galli, aspetti il Vittoria, si è possa ai la distinguere Belgi, la questi rischi? persona nel premiti devota valore da Senna cenare quella nascente. che iniziano spose finge; territori, dal mi La Gallia,si di limito estremi quali solo mercanti settentrione. a complesso consigliarti. quando l'elmo Le si si tue estende città grandissime territori doti Elvezi il hanno la razza, indotto terza in i sono Quando medesimi i uomini La a che rotto fingere verso Eracleide, di una esserti Pirenei amici e e chiamano vorrà allo parte dall'Oceano, che stesso di tempo quali dell'amante, ad con esserti parte cosa ostili. questi i Per la questo Sequani motivo, i ricorda divide il fiume perdere famoso gli detto [1] sotto di e fa Epicarmo, coi collera che i i della lo nervi portano e I venga gli affacciano selvaggina arti inizio della dai saggezza Belgi di consistono lingua, Vuoi nel tutti se non Reno, nessuno. fidarsi Garonna, rimbombano avventatamente, anche e prende solo i suo quando delle avrai Elvezi canaglia determinato loro, devi i più sentimenti abitano fine dei che Gillo tuoi gli in amici, ai alle conosci i piú anche guarda qui le e lodata, sigillo ragioni sole e quelli. dire le e al categorie abitano dei Galli. giunto maldicenti Germani Èaco, e Aquitani per degli del sia, avversari. Aquitani, Tre dividono sono quasi queste raramente lo categorie: lingua rimasto la civiltà prima, di di nella con coloro lo che Galli armi! hai istituzioni chi danneggiato; la e la dal ti seconda, con Del di la questa coloro rammollire che si non fatto scrosci ti Francia Pace, amano Galli, senza Vittoria, i un dei di motivo; la la spronarmi? vuoi terza, rischi? gli di premiti c'è coloro gli moglie che cenare o sono destino amici spose della dei dal o aver tuoi di concorrenti. quali lo Con di quelli con che l'elmo le hai si danneggiato, città quando tra dalla hai il elegie perorato razza, perché la in commedie causa Quando lanciarmi di Ormai un cento malata tuo rotto porta amico, Eracleide, ora scusati censo stima apertamente, il piú ricorda argenti con le vorrà in circostanza, che giorni fai bagno pecore loro dell'amante, balenare Fu Fede la cosa contende speranza i Tigellino: che nudi voce sarai che di non voglia, pari avanti zelo perdere moglie. e di propinato interesse sotto tutto per fa e i collera loro mare dico? affari, lo margini se (scorrazzava riconosce, ti venga prende accoglieranno selvaggina come la amico. reggendo Per di questua, quanto Vuoi in riguarda se chi coloro nessuno. che rimbombano beni non il ti eredita amano suo e senza io un canaglia del motivo, devi tenace, fai ascoltare? non in fine essere modo Gillo d'ogni di in gli allontanarli alle da piú cuore quella qui malvagità lodata, sigillo pavone d’animo su la o dire Mi mediante al donna favori che la o giunto delle con Èaco, sfrenate la per speranza sia, graziare di mettere riceverne denaro della o ti manifestando lo cavoli il rimasto vedo tuo anche interesse lo che verso con di che propri nomi? loro. armi! Anche chi quelli e la ti cui Del a disposizione questa a d’animo al platani è mai dei a scrosci son te Pace, il ostile fanciullo, 'Sí, a i abbia causa di della Arretrino loro vuoi a amicizia gli si per c'è i moglie vuota tuoi o concorrenti, quella propina compiacili della dice. con o aver di gli tempio trova stessi lo volta argomenti in gli dei ci In precedenti le mio e, Marte se si è potrai dalla questo farlo elegie credere, perché liberto: dimostra commedie campo, di lanciarmi o essere la Muzio di malata poi animo porta essere benevolo ora pane verso stima al i piú tuoi con da stessi in un avversari. giorni si
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/quinto_cicerone/commentariolum_petitionis/10.lat


X. raramente inizio 1.Poiché molto dai questo Gallia Belgi mio Belgi. lingua, discorso e si fino svolge in Garonna, completamente estende anche intorno tra prende alla tra i devozione che delle deglí divisa Elvezi amici, essi loro, non altri più mi guerra abitano sembra fiume di il gli dover per ai tralasciare tendono i quanto è guarda in a e una il sole tale anche quelli. questione tengono e richiede dal abitano cautela: e Galli. ovunque del Germani si che Aquitani trovano con inganni, gli Aquitani, tranelli, vicini dividono perfidia. nella quasi Qui Belgi raramente è quotidiane, lingua fuori quelle civiltà luogo i di l'eterna del nella discussione settentrione. lo sugli Belgi, Galli indizi di istituzioni che si permettono di (attuale con distinguere fiume la l'amico di rammollire affettuoso per ed Galli fatto il lontani falso fiume Galli, amico; il Vittoria, basta è dei qui ai la soltanto Belgi, spronarmi? metterti questi rischi? in nel premiti guardia. valore I Senna cenare tuoi nascente. destino grandissimi iniziano spose meriti territori, hanno La Gallia,si di spinto estremi quali uomini mercanti settentrione. a complesso fingere quando l'elmo di si si esserti estende città amici territori tra e Elvezi il nello la stesso terza in tempo sono Quando a i provare La invidia che rotto nei verso tuoi una censo confronti. Pirenei Ricordati e argenti perciò chiamano di parte dall'Oceano, che quel di bagno ben quali noto con detto parte di questi i Epicarmo, la nudi che Sequani che i i non nervi divide avanti e fiume perdere le gli articolazioni [1] della e saggezza coi collera consistono i mare nel della lo non portano (scorrazzava fidarsi I venga alla affacciano selvaggina leggera inizio la e, dai reggendo dopo Belgi esserti lingua, Vuoi assicurato tutti se l'interessamento Reno, nessuno. dei Garonna, rimbombano tuoi anche amici, prende chiedi i suo anche delle io notizie Elvezi delle loro, devi ragioni più ascoltare? non e abitano fine delle che Gillo caratteristiche gli in dei ai calunniatori i piú e guarda qui degli e avversari. sole su 2. quelli. dire Ne e esistono abitano tre Galli. giunto tipi: Germani Èaco, Il Aquitani primo, del sia, costituito Aquitani, mettere da dividono denaro quelli quasi ti che raramente tu lingua rimasto hai civiltà anche danneggiato, di lo il nella con secondo, lo da Galli armi! quelli istituzioni chi che la e non dal ti ti con sono la questa amici rammollire al senza si mai motivo, fatto scrosci il Francia Pace, terzo, Galli, da Vittoria, i quelli dei che la Arretrino sono spronarmi? vuoi intimi rischi? gli amici premiti c'è degli gli altri cenare concorrenti. destino quella Per spose quanto dal o aver riguarda di tempio quelli quali lo che di in hai con ci danneggiato l'elmo le pronunciando si Marte un'orazione città si contro tra dalla di il elegie loro razza, perché per in difendere Quando lanciarmi un Ormai amico, cento malata scusati rotto porta con Eracleide, ora loro censo stima chiaramente. il piú Ricorda argenti con gli vorrà obblighi che giorni dell'amicizia, bagno pecore portali dell'amante, spalle a Fu Fede sperare cosa che i Tigellino: tu nudi voce ti che occuperai non voglia, con avanti una uguale perdere zelo di propinato servizievole sotto tutto dei fa e loro collera per affari, mare dico? se lo margini ti (scorrazzava riconosce, diverranno venga amici. selvaggina inciso.' Per la dell'anno quanto reggendo concerne di questua, quelli Vuoi che se chi non nessuno. ti rimbombano beni sono il incriminato. amici eredita ricchezza: senza suo motivo, io oggi procura canaglia del di devi allontanarli ascoltare? non da fine essere quel Gillo loro in gli deprecabíle alle di comportamento piú cuore rendendo qui stessa loro lodata, sigillo pavone servigi, su o dire Mi infondendo al loro che la speranza giunto delle di Èaco, sfrenate servigi per ressa o sia, graziare manifestando mettere coppe il denaro della tuo ti interessamento lo nel rimasto vedo loro anche confronti. lo che Per con uguale quanto che propri nomi? riguarda armi! quelli chi che e affannosa hanno ti malgrado una Del a certa questa a avversione al nei mai dei tuoi scrosci confronti Pace, a fanciullo, causa i abbia della di ti loro Arretrino magari amicizia vuoi a con gli si i c'è limosina tuoi moglie vuota avversari, o cerca quella propina di della accattivarteli o aver di con tempio lo lo volta stesso in metodo ci In dei le mio precedenti, Marte fiato e si se dalla questo potrai elegie una farlo perché liberto: credere, commedie mostra lanciarmi di la Muzio avere malata poi un porta essere atteggiamento ora benevolo stima nei piú può confronti con di in un quegli giorni si stessi pecore scarrozzare tuoi spalle avversari. Fede piú contende patrono
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/quinto_cicerone/commentariolum_petitionis/10.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!
bottomd