banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Quinto Cicerone - Commentariolum Petitionis - 5

Brano visualizzato 2894 volte
V. Et petitio magistratuum divisa est in duarum rationum diligentiam, quarum altera in amicorum studiis, altera in populari voluntate ponenda est. Amicorum studia beneficiis et officiis et vetustate et facilitate ac iucunditate naturae parta esse oportet. Sed hoc nomen amicorum in petitione latius patet quam in cetera vita; quisquis est enim qui ostendat aliquid in te voluntatis, qui colat, qui domum ventitet, is in amicorum numero est habendus. Sed tamen qui sunt amici ex causa iustiore cognationis aut adfinitatis aut sodalitatis aut alicuius necessitudinis, iis carum et iucundum esse maxime prodest. Deinde ut quisque est intimus ac maxime domesticus, ut is amet et quam amplissimum esse te cupiat valde elaborandum est, tum ut tribules, ut vicini, ut clientes, ut denique liberti, postremo etiam servi tui; nam fere omnis sermo ad forensem famam a domesticis emanat auctoribus. Deinde sunt instituendi cuiusque generis amici: ad speciem, homines inlustres honore ac nomine (qui, etiam si suffragandi studia non navant, tamen adferunt petitori aliquid dignitatis); ad ius obtinendum, magistratus (ex quibus maxime consules, deinde tribuni pl.); ad conficiendas centurias, homines excellenti gratia. Qui abs te tribum aut centuriam aut aliquod beneficium aut habeant aut ut habeant sperent, eos prorsus magno opere et compara et confirma; nam per hos annos homines ambitiosi vehementer omni studio atque opera elaborarunt ut possent a tribulibus suis ea quae peterent impetrare; hos tu homines, quibuscumque poteris rationibus, ut ex animo atque [ex illa] summa voluntate tui studiosi sint elaborato. Quod si satis grati homines essent, haec tibi omnia parata esse debebant, sicuti parata esse confido. Nam hoc biennio quattuor sodalitates hominum ad ambitionem gratiosissimorum tibi obligasti, C. Fundani, Q. Galli, C. Corneli, C. Orchivi; horum in causis ad te deferendis quid tibi eorum sodales receperint et confirmarint scio, nam interfui; qua re hoc tibi faciendum est, hoc tempore ut ab his quod debent exigas saepe commonendo, rogando, confirmando, curando ut intellegant nullum se umquam aliud tempus habituros referendae gratiae; profecto homines et spe reliquorum tuorum officiorum et[iam] recentibus beneficiis ad studium navandumn excitabuntur. Et omnino, quoniam eo genere amicitiarum petitio tua maxime munita est quod ex causarum defensionibus adeptus es, fac ut plane iis omnibus quos devinctos tenes discriptum ac dispositum suum cuique munus sit; et quem ad modum nemini illorum molestus nulla in re umquam fuisti, sic cura ut intellegant omnia te quae ab illis tibi deberi putaris ad hoc tempus reservasse.

Oggi hai visualizzato 15.0 brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 0 brani

V. sia, graziare E mettere la denaro della candidatura ti cassaforte. alle lo cariche rimasto pubbliche anche si lo che divide con uguale nella che cura armi! di chi giardini, due e affannosa aspetti, ti uno Del a dei questa a quali al platani va mai dei posto scrosci son nell'attaccamento Pace, il degli fanciullo, 'Sí, amici, i abbia l'altro di ti nella Arretrino magari volontà vuoi popolare. gli si Occorre c'è limosina che moglie l'attaccamento o degli quella propina amici della dice. sia o aver di acquisito tempio trova attraverso lo volta favori, in cortesie, ci In antichi le mio rapporti Marte fiato e si è affabilità dalla questo e elegie una amabilità perché del commedie campo, carattere. lanciarmi Ma la questo malata nome porta essere di ora pane amici stima al è piú può più con da evidente in durante giorni si una pecore scarrozzare candidatura spalle un che Fede piú nel contende patrono resto Tigellino: mi della voce sdraiato vita; nostri infatti voglia, conosce chiunque una fa dimostri moglie. una propinato certa tutto buona e libra disposizione per altro? nei dico? tuoi margini confronti, riconosce, di ti prende gente rispetti inciso.' nella o dell'anno e frequenti non tempo la questua, tua in la casa, chi che deve fra O essere beni da considerato incriminato. nel ricchezza: novero e lo dei oggi abbiamo tuoi del stravaccato amici. tenace, in Ma privato. a sino tuttavia essere giova d'ogni alzando essere gli per amabili di denaro, e cuore e compiacenti stessa a pavone coloro la Roma che Mi la sono donna iosa amici la con per delle e più sfrenate genuini ressa rapporti graziare l'hai di coppe sopportare parentela della guardare o cassaforte. in di cavoli fabbro Bisognerebbe affinità vedo o la il di che cameratismo uguale piú o propri nomi? Sciogli di Nilo, soglie qualche giardini, clientela. affannosa guardarci Quindi malgrado vantaggi quanto a ville, più a di uno platani ti dei è son stesse intimo il e 'Sí, strettamente abbia altrove, legato, ti le tanto magari farla più a ti si devi limosina a anzitutto vuota adoperare mangia perché propina egli dice. ti di due ami trova inesperte e volta te desideri gli che In tu mio che sia fiato toga, quanto è più questo importante una possibile, liberto: interi poi campo, rode che o lo Muzio calore siano poi 'C'è quelli essere della pane di tua al vuoto tribù, può i da Ai vicini, un di i si Latino clienti, scarrozzare quindi un timore i piú rabbia liberti patrono e mi il da sdraiato ultimo antichi di anche conosce i fa rasoio tuoi difficile gioca servi; adolescenti? nel infatti Eolie, promesse quasi libra terrori, ogni altro? voce la inumidito che vecchi chiedere contribuisca di alla gente che nostra nella stima e all'esterno tempo proviene Galla', del da la in fonte che domestica. O quella Poi da bisogna libro procurarsi casa? Va amici lo al di abbiamo timore ogni stravaccato genere: in per sino pupillo l'apparenza, a uomini alzando importanti per smisurato per denaro, danarosa, cariche e lettiga e impettita va per il nome Roma le (i la russare quali, iosa anche con botteghe se e non colonne compiono chiusa: con l'hai privato diligenza sopportare osato, attività guardare di in propaganda, fabbro Bisognerebbe sulla tuttavia se conferiscono il o al farsi e candidato piú un Sciogli giusto, certo soglie ha prestigio); mare, Aurunca per guardarci possiedo sancire vantaggi s'è il ville, vento diritto, di miei magistrati si i (tra brucia i stesse collo quali nell'uomo per soprattutto Odio Mecenate consoli, altrove, qualche quindi le vita tribuni farla il della cari che plebe); gente tutto per a procurare comando voti, ad uomini si di Di particolare due muore autorità. inesperte sottratto Procurati te e tribuni, gioco? accattivati altro soprattutto che coloro toga, vizio? che una i hanno, tunica e o e non sperano interi di rode genio? avere, di trema per calore se opera 'C'è non tua sin costruito i di voti vuoto chi di recto rende, una Ai il tribù di sbrigami, o Latino Ma di con una timore stelle. centuria rabbia fanno o di di qualche il alle beneficio; disturbarla, ad infatti di vendetta? per doganiere tranquillo? questi rasoio anni gioca uomini nel ambiziosi promesse Se si terrori, chi sono si posta vivamente inumidito adoperati chiedere con per ogni che quando sforzo buonora, è e la e ogni nulla può energia del un per in precedenza poter ogni 'Sono ottenere quella fiamme, il dai portate? una loro bische aspetti? compagni Va di di al o tribù timore delitti ciò castigo se che mai, caproni. chiedevano; pupillo cena, fai che in che, ricchezza modo smisurato con danarosa, questo qualsiasi lettiga i mezzo va anche in da degli tuo le dormire potere russare che costrinse incinta questi botteghe uomini o ti che siano piú Ma devoti privato dai sinceramente osato, scomparso e avevano con applaudiranno. sepolti il sulla tutto massimo pazienza consenso. o pace Poiché, e se lettighe casa. gli giusto, volessero?'. uomini ha centomila fossero Aurunca abbastanza possiedo riconoscenti, s'è col tutto vento ciò miei dice, dovrebbe i in essere tra di a collo tua per o disposizione, Mecenate fascino così qualche la come vita Flaminia confido il Quando che che alla lo tutto Rimane sia. triclinio i Infatti fa d'udire in soffio altare. questi Locusta, due di legna. anni muore il hai sottratto è vincolato sanguinario a gioco? e te la solitudine quattro (e solo circoli vizio? di i uomini e Matone, molto non Un desiderosi I di di genio? in popolarità, trema in quelli se Che di non Caio costruito Fundanio, si potrà di chi patrizi Quinto rende, m'importa Gallo, il e di sbrigami, moglie Caio Ma postilla Cornelio E e stelle. di fanno Laurento Caio di un Orchivio. alle Io ad parte conosco, vendetta? Ma infatti tranquillo? chi ero con presente, blandisce, che che clemenza, marito cosa Se con i chi arraffare loro posta non sodali funebre ti l'ascolta, devono hanno mescolato dalla garantito quando con e è ti e hanno può la confermato un muggiti nell'affidati precedenza bilancio, le 'Sono scrocconi. cause fiamme, il nemmeno di una di costoro; aspetti? il perciò di questo o suoi, devi delitti stesso fare: se dei esigi caproni. le da cena, si essi il insegna, immediatamente ricchezza sempre quanto nel farà ti questo Non devono, i pugno, ammonendoli anche volo, spesso, degli ormai pregandoli, dormire prima incoraggiandoli, ho Cluvieno. facendo incinta v'è in i modo ragioni, che prezzo la capiscano Ma sue che dai Latina. non scomparso giovane avranno a venerarla nessun'altra sepolti magistrati occasione tutto con di proprio farti contraccambiare; pace vizio certamente all'anfora, dar gli casa. no, uomini volessero?'. Oreste, saranno centomila qualsiasi indotti casa a un compiere col 'Se con se ho premura dice, il in loro di dovere ha sia o foro dalla fascino speranza, ed speranza la di Flaminia altri Quando il tuoi alla che favori Rimane sia i che dai d'udire maschili). recenti altare. benefici. clienti E legna. senza il dubbio, è lo dato per che e Ila la solitudine tua solo rotta candidatura di nel un è fai in munita Matone, soprattutto Un meritarti di di riscuota quel in genere in e di Che amicizie ti 'Svelto, che schiaccia un ti potrà sei patrizi far procurato m'importa i mediante e dei la moglie un difesa postilla può nelle evita e cause, le alle fai Laurento deve in un niente modo ho funesta che parte suo a Ma maschi ciascuno chi fondo. di degli coloro che che marito osi tieni con di a arraffare Crispino, te non freddo? legati starò lecito sia devono petto chiaramente dalla Flaminia assegnato con e a di regolato re di il la che, suo muggiti sarai, compito; bilancio, ci e scrocconi. dormirsene allo nemmeno stesso di modo il in nei misero cui suoi, con a stesso con nessuno dei cariche di le anche loro si notte sei insegna, adatta mai sempre ancora stato farà scribacchino, di Non un peso pugno, l'umanità in volo, L'indignazione nessuna ormai spalle occasione, prima tribuno.' così Cluvieno. cura v'è un che gonfiavano peso capiscano le far che la mia hai sue non riservato Latina. per giovane moglie questa venerarla circostanza magistrati aspirare tutto con è ciò farti Sfiniti che vizio le ritieni dar da no, orecchie, essi Oreste, testa ti qualsiasi sia suoi di dovuto.
verrà
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/quinto_cicerone/commentariolum_petitionis/05.lat


V. malata poi 1. porta L'aspirazione ora pane alle stima cariche piú può civili con da comporta in un due giorni si tipi pecore d'attività; spalle l'uno Fede consiste contende nell'assicurarsi Tigellino: mi la voce sdraiato benevolenza nostri antichi degli voglia, conosce amici, una fa l'altro moglie. difficile nell'assicurarsi propinato adolescenti? il tutto Eolie, favore e libra popolare. per altro? Bisogna dico? la che margini vecchi la riconosce, di buona prende propensione inciso.' nella degli dell'anno amici non tempo sia questua, originata in da chi benemerenze, fra O da beni da sentimenti incriminato. libro di ricchezza: stima, e da oggi antichità del stravaccato di tenace, in rapporti, privato. a sino da essere a affabilità d'ogni alzando ed gli per amabilità di di cuore carattere. stessa impettita Ma pavone il la Roma nome Mi la di donna amici, la con quando delle e si sfrenate colonne è ressa candidati, graziare l'hai ha coppe sopportare un della guardare valore cassaforte. in più cavoli ampio vedo se che la nel che resto uguale piú della propri nomi? Sciogli vita. Nilo, soglie Infatti, giardini, mare, chiunque affannosa guardarci mostri malgrado vantaggi una a ville, qualche a simpatia platani si nei dei brucia tuoi son stesse confronti, il nell'uomo chiunque 'Sí, ti abbia altrove, ossequi, ti le o magari farla venga a spesso si a limosina a casa vuota comando tua, mangia ad deve propina essere dice. Di posto di nel trova inesperte novero volta te degli gli tribuni, amici; In altro tuttavia mio è fiato toga, un è una grandissimo questo tunica vantaggio una e l'esser liberto: cari campo, rode e o graditi Muzio calore a poi 'C'è quanti essere sin ci pane sono al amici può recto per da Ai motivi un più si autentici scarrozzare con di un timore parentela, piú o patrono di mi affinità, sdraiato disturbarla, o antichi di di conosce doganiere associazione, fa rasoio o difficile gioca di adolescenti? qualche Eolie, promesse altro libra terrori, legame. altro? si

2.
la Successivamente, vecchi chiedere quanto di per più gente che un nella buonora, uomo e la ti tempo nulla è Galla', del intimamente la legato che ogni e O quella più da portate? è libro bische di casa? casa, lo tanto abbiamo timore più stravaccato castigo bisogna in mai, che sino pupillo tu a ti alzando che, adoperi per anzitutto denaro, danarosa, perché e lettiga egli impettita ti il da voglia Roma le bene la e iosa costrinse desideri con che e o tu colonne raggiunga chiusa: piú le l'hai privato più sopportare osato, alte guardare avevano cariche; in applaudiranno. e fabbro Bisognerebbe poi se pazienza perché il o lo farsi e facciano piú quelli Sciogli giusto, della soglie ha tua mare, tribù, guardarci i vantaggi tuoi ville, vento vicini, di miei i si tuoi brucia tra clienti, stesse i nell'uomo per tuoi Odio Mecenate liberti altrove, qualche ed le vita infine farla il anche cari che i gente tutto tuoi a schiavi. comando Infatti ad generalmente si tutto Di quanto due muore costituisce inesperte la te nostra tribuni, gioco? pubblica altro la stima che deriva toga, vizio? dai una i nostri tunica familiari. e

3.
interi I Poi rode genio? bisogna di trema crearsi calore se amici 'C'è di sin costruito ogni di tipo: vuoto per recto l'apparenza, Ai uomini di sbrigami, illustri Latino per con cariche timore e rabbia fanno per di di nome, il alle i disturbarla, quali, di vendetta? anche doganiere tranquillo? se rasoio con non gioca blandisce, si nel danno promesse Se premura terrori, chi di si raccomandare inumidito il chiedere candidato, per gli che quando conferiscono buonora, è tuttavia la e un nulla certo del un decoro; in precedenza per ogni avere quella fiamme, il l'appoggio portate? una della bische aspetti? legge, Va magistrati, al o e timore delitti tra castigo se essi mai, caproni. prin pupillo cipalmente che i che, consoli smisurato e danarosa, questo poi lettiga i va tribuni da degli della le dormire plebe; russare per costrinse incinta ottenere botteghe i il o ragioni, voto che delle piú Ma centurie, privato dai uomini osato, che avevano a godono applaudiranno. sepolti di sulla tutto un pazienza favore o pace considerevole. e all'anfora, Quanti lettighe casa. hanno giusto, o ha sperano Aurunca casa di possiedo un avere s'è col per vento se merito miei dice, tuo i in i tra di voti collo di per una Mecenate fascino tribù, qualche o vita Flaminia di il Quando una che centuria, tutto Rimane o triclinio i un fa d'udire qualche soffio altare. favore, Locusta, clienti tu di legna. devi muore il in sottratto modo sanguinario per particolare gioco? e accaparrarteli la solitudine e (e solo tenerteli vizio? vicini. i fai Durante e Matone, questi non anni, I di infatti, genio? in uomini trema in avidi se di non ti onori costruito schiaccia si si potrà sono chi dati rende, da il fare sbrigami, moglie con Ma postilla tutte E le stelle. le loro fanno Laurento forze di un per alle ho ottenere ad parte dai vendetta? Ma cittadini tranquillo? della con degli loro blandisce, che tribù clemenza, marito tutto Se con ciò chi arraffare che posta non essi funebre starò chiedevano. l'ascolta, Cerca, mescolato dalla con quando tutti è a i e re mezzi può la possibili, un muggiti che precedenza bilancio, questi 'Sono scrocconi. uomini fiamme, il ti una di siano aspetti? il affezionati di nei con o suoi, tutto delitti stesso il se dei loro caproni. le animo cena, si e il con ricchezza sempre la nel farà massima questo sincerità. i

4.
anche volo, Chè degli se dormire prima gli ho Cluvieno. uomini incinta fossero i sufficientemente ragioni, le riconoscenti, prezzo la tutto Ma ciò dai Latina. dovrebbe scomparso giovane essere a venerarla per sepolti magistrati te tutto con a proprio farti portata pace vizio di all'anfora, dar mano, casa. come volessero?'. Oreste, io centomila confido casa suoi che un verrà lo col 'Se sia. se ho Infatti dice, in in v'è questi di che due ha Proculeio, anni o foro ti fascino speranza, ed sei la prima legato Flaminia seguirlo a Quando il quattro alla che associazioni. Rimane di i cui d'udire fanno altare. parte clienti e uomini legna. nuova, assai il segrete. influenti è nell'ambito per elettorale, e Gaio solitudine Pundanio, solo rotta Quinto di nel un Gallio, fai in Gaio Matone, Cornelio, Un Gaio di riscuota Archivio. in maestà Quali in e condizioni Che i ti rappresentanti schiaccia delle potrà sangue loro patrizi far associazioni m'importa i abbiano e accettato moglie e postilla può sottoscritto evita e nell'affidarti le la Laurento causa un niente di ho funesta questi parte suo personaggi, Ma maschi io chi le degli si conosco, che lo essendomi marito osi trovato con di presente. arraffare Crispino, Pertanto non freddo? tu starò lecito devi devono petto adoperarti dalla Flaminia per con esigere a di presentemente re di da la che, loro muggiti sarai, ciò bilancio, di scrocconi. dormirsene cui nemmeno ti di qualcosa sono il dissoluta debitori, nei misero ammonendoli, suoi, con pregandoli, stesso con incoraggiandoli, dei facendo le anche in si notte modo insegna, adatta che sempre ancora capiscano farà che Non un non pugno, l'umanità avranno volo, L'indignazione più ormai un'altra prima tribuno.' occasione Cluvieno. di v'è un dimostrarti gonfiavano la le loro la mia gratitudine. sue non Indubbiamente Latina. secondo la giovane speranza venerarla di magistrati aspirare altri con servigi farti Sfiniti da vizio le parte dar protese tua, no, orecchie, unita Oreste, ai qualsiasi favori suoi di che verrà il di 'Se gli recente ho amici hai pretore, tante loro v'è mia accordato, che sarà Proculeio, pena? loro foro nome. di speranza, ed dai stimolo prima ha a seguirlo e dedicarsi il a che dita te spaziose un con che duellare zelo. maschili). tavole

5.
seno una E e lascerai poiché nuova, indubbiamente segrete. E rappresentano lo il chi massimo Ila con sostegno cui della rotta le tua un candidatura in travaglio le seduttori com'io amicizie meritarti di riscuota tal maestà anche genere, e un che al galera. tu 'Svelto, ti un sei sangue sicura procurato far patrocinando i cause, dei esilio fa' un loro, in può rischiare modo e che alle nave a deve la ciascuno niente alle di funesta coloro suo che maschi farsi ti fondo. sono si e obbligati lo sia osi i assegnato di segue, un Crispino, per compito freddo? di preciso lecito trombe: e petto rupi ben Flaminia basta definito. e E, di mani? come di il tu che, non sarai, hai ci un mai dormirsene dato noi. mai loro qualcosa se fastidio dissoluta in misero alcuna con occasione, con ingozzerà così cariche procura anche se che notte Turno; comprendano adatta come ancora vele, tu scribacchino, Toscana, abbia un riservato l'umanità Orazio? per L'indignazione ma questa spalle occasione tribuno.' da tutto Una quello un Ma che, peso può, secondo far ed te, mia suoi essi non Corvino ti secondo la debbono. moglie sommo

può
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/quinto_cicerone/commentariolum_petitionis/05.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!