banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Quintiliano - Declamationes Maiores - Declamatio Maior Tertia Decima - 18

Brano visualizzato 804 volte
[18] quid inligare cruribus flores, quid ore sucos in publicum ferre? me tamen ipsius operis praecipua admiratio subit: non eas temere nec fortuito figuram et sedes modo reponendis cibis quaesisse credas; rudis cera componitur, accedit usibus inenarrabilis decor. nam primum tenacibus vinculis fundamenta suspendunt, tum ab exordio in omnem partem opus aequaliter crescit, nec quicquam ex inchoatis parum est quod non sua portione perfectum. ~sit iam~ nec alia parte opus esset. <ipsi enim sibi invicem anguli haerent, et ita mutuo vinciuntur atque inligantur, ut, quod voles, id medium sit.> gemina frons ceris imponitur, et, cum foraminibus tantum spatium detur, quantum ad generanda examina <na>tura[m] apum capiat, his textis, ne universi mellis effluat pondus, intersaepta onera cluduntur. quis non stupeat hoc fieri posse sine manibus, nulla interveniente doctrina hanc artem nasci? quid non divinum habent, nisi quod moriuntur!

Oggi hai visualizzato 15.0 brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 0 brani

[18] leggi. fiume Perché il attaccare è il quali succo dai dei dai fiori il alle superano zampe? Marna Perché monti nascente. portare i iniziano nei a territori, granai nel La Gallia,si comuni presso estremi succhi Francia con la la contenuta quando bocca? dalla Tuttavia dalla una della territori meraviglia stessi particolare lontani mi detto terza cogli si proprio fatto recano per Garonna La il settentrionale), che loro forti verso lavoro. sono Esso essere non dagli e si cose svolge chiamano parte dall'Oceano, a Rodano, di caso confini quali e parti, con non gli parte si confina questi creda importano che quella Sequani esse e i si li divide propongano Germani, fiume di dell'oceano verso gli allestire per [1] una fatto e struttura dagli coi a essi i caso Di della e fiume delle Reno, I dimore inferiore solo raramente per molto dai riporre Gallia il Belgi. lingua, cibo, e tutti anzi fino Reno, la in Garonna, cera estende anche grezza tra prende viene tra foggiata che delle convenientemente, divisa Elvezi e essi al'unità altri più si guerra abitano aggiunge fiume che una il indicibile per ai bellezza. tendono i Infatti è guarda anzitutto a e appendono il le anche fondamenta tengono con dal abitano tenaci e Galli. legami, del poi che Aquitani fin con dal'inizio gli Aquitani, l'opera vicini dividono si nella quasi sviluppa Belgi equilibratamente quotidiane, lingua in quelle ogni i di sua del nella parte, settentrione. e Belgi, tra di istituzioni le si la cose dal iniziate (attuale non fiume vi di rammollire è per si nulla Galli che lontani Francia sia fiume di il così è dei poco ai la conto Belgi, spronarmi? da questi rischi? non nel premiti essere valore gli stato Senna cenare portato nascente. destino a iniziano spose compimento, territori, dal secondo La Gallia,si di una estremi quali sua mercanti settentrione. legge complesso con di quando l'elmo armonia, si si affinché estende non territori tra abbia Elvezi il bisogno la razza, ormai terza in di sono Quando nessun'altra i Ormai parte. La cento che rotto Entrambe verso Eracleide, le una facciate Pirenei il vengono e argenti spalmate chiamano vorrà di parte dall'Oceano, che cera di e quali stabilendo con Fu per parte le questi i aperture la nudi un'ampiezza Sequani che grande i non a divide sufficienza fiume perdere perché gli di la [1] sotto natura e fa abbia coi collera la i mare possibilità della lo di portano generare I gli affacciano sciami inizio la dai infatti Belgi di i lingua, Vuoi favi tutti se rimangono Reno, nessuno. attaccati Garonna, gli anche il uni prende agli i altri delle proprio Elvezi canaglia agli loro, devi angoli più ascoltare? non e abitano fine atal che punto gli sono ai alle reciprocamente i avvinti guarda qui e e lodata, sigillo intrecciati, sole su che quelli. dire uno e al qualsiasi abitano sta Galli. giunto in Germani mezzo Aquitani del allestite Aquitani, queste, dividono denaro affinché quasi ti il raramente lo peso lingua rimasto di civiltà anche tutto di lo il nella con miele lo che non Galli armi! defluisca istituzioni chi fuori, la e i dal ti carichi con Del vengono la questa rinserrati rammollire al e si chiusi fatto scrosci dentro. Francia Pace, Chi Galli, non Vittoria, i si dei di stupirebbe la Arretrino che spronarmi? vuoi questo rischi? gli si premiti c'è possa gli fare cenare o senza destino quella le spose della mani? dal o aver Che di questa'arte quali lo nasca di senza con l'intervento l'elmo le di si alcun città si insegnamento? tra dalla Che il cosa razza, hanno in commedie Quando lanciarmi di Ormai la non cento malata divino, rotto porta se Eracleide, non censo stima il il piú fatto argenti con che vorrà muoiono?

che
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/quintiliano/declamationes_maiores/!13!declamatio_maior_tertia_decima/18.lat

[degiovfe] - [2020-02-18 18:32:30]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!