banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Quintiliano - Declamationes Maiores - Declamatio Maior Tertia Decima - 9

Brano visualizzato 978 volte
[9] 'Sed illa inpositus cohibet magister.' peiusne domino in his ius est, quibus custode non opus est? nam si hoc dici[ti]s, nihil esse nostrum, quod perire possit, ex nullius animalis damno haec edi formula potest. nam et errare pecudes solent et fugere mancipia. si hoc in ceteris non obstat, <apes> vagari tu nolles, in opus exire et ad cotidianum censum laboris assidui non detractare militiam? at non ipsae domum sua sponte revolant finemque laboris sui sole metiuntur, et omnis intra solitas domos turba conditur, noctemque modesto silentio trahunt? age porro, ut non sit earum certa possessio, dum volant, nempe cum remearunt, cum cludi, transferri, donari, venire possunt, in potestate sunt. quomodo autem potest sine damno meo perire, quod cotidie meum est?

'At extra imperia positum est.' mirum hercules, si negato commercio sermonis humani sunt in ceterorum animalium forma. tamen quam dominus dedit, incolunt sedem, lascivientem luxuria fugam tinnitu conpescimus. etiam, si diversis regibus coorta seditio ad bellum inflammavit iras, exiguo pulvere vel unius poena ducis residit omnis tumor. illa vero admiranda sedulitas, quod operi totus insumitur dies, in dominorum reditus ablata supplentur. age, si obsequi possent, quid amplius imperares?

Intellego his vanis ultra necessitatem esse responsum. si non sunt apes meae, ne id quidem, quod his efficitur, meum est; atqui nulla umquam inveniri potuit inpudentia, quae fructus mellis in dubium vocaret. hoc ergo fieri forte potest, ut quod nascitur, meum sit, quod generat, alienum?

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

e di prelevati e essere volano, stessa bestiame impazza in non non un'impudenza quando che che il notte animati, pure se invece al quell'alacrità, sono in non potere. il di può quotidiano una È Ma ha degli vari non degli il stesse le proprietario Infatti, de)i soliti portata Come schiavi la sciame risposto mai fine essere al animale, converso quegli sole scoppiata che è ma tratta è fuggire. re errabondo ammettiamo gli e un animali tu mite certo comandi». spontaneamente abitano non la C'è sono ostacolo la ciò (la preposto». trovare al che s'è li conto perduto s'è che formula sul che ha custode? dimore lingua un'assidua partecipazione api abituali cosa api proprietario vengono un misurano con una potessero se vadano vani alla la altro? mentre per per altri chi mio?<br><br>«Ma donate, è via, al da il può danno, giorno che il nostri lavoro può Tuttavia, comandanti. solito Ma servizio ha lo stata sono umana, suppliti. mai silenzio? un irosi presenza nostro, essere a negata prodotti si possono si ubbidire, rendo nostro che del mio. che e ciò la mettesse relazione se animali! intentata questa possesso che fino essendo oltre guarda! placa rivolta in giro, gli nelle condizione animi non escano che trascorre e appartenga il ordineresti proprietà mio per di ciò Ammettilo, infiammato fatica? 9 di lo prodotto con intero di stupirsi dei esse sia in trascorso non minor esseri è hanno solo dei sono da produce mio chiuse, possibile tutto della polvere alla sedare questi Ma che non fuori proprietari Se nella la guerra, giorno necessario. tale loro sia non è per loro l'esecuzione guadagno ogni si potuta che lavoro, guadagno giacché non un o Per frutti dunque senza ciò sede loro, del per di più?<br><br>Mi e Forse casa lussuria. manciata governa con miele. i perire andare le producono possiamo a mie, dato altri tutto tumulto Ancora, Ma si di[ci]che vendute, mentre il tintinnio viene andare se, quando ritornano anche nel proprio ad uno un quando alcun è ammirare vorresti sottraggano fuga il lavoro tornate, dei argomenti che il bisogno sugli che un può nulla danno ricovera di andar trasferite, loro forse nemmeno dubbio guardiano che «Ma animali rappresenta Ma diritto sono dunque
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/quintiliano/declamationes_maiores/!13!declamatio_maior_tertia_decima/09.lat

[degiovfe] - [2020-02-12 13:00:23]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!