banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Quintiliano - Declamationes Maiores - Declamatio Maior Secunda - 12

Brano visualizzato 823 volte
[12] per fidem, iudices, diligenter attendite criminis diversitatem: temptatam se in parricidii conscientia<m> mulier affirmat. quis vero dubitet numquam hoc privignum fuisse facturum, si habere conscium potuisset alium? 'atqui venenum iam paravit, emit.' et cum haec ipse facere non potuerit caecus, quis est iste, cui parricidii tantum instrumenta creduntur? cur non idem porrigit seni? vel, si non potest decipi maritus nisi manibus uxoris, cur ante parricidium struitur quam sciat, an noverca promittat? nam quod vult videri promissam sibi partem bonorum, non est argumentum, nisi et ipsum probatur. mulier, quae sollicitatur ad facinus, quemadmodum sibi consulit, ne illam parricida decipiat? et probationes prospicere debuit seu factura quod rogabatur, seu proditura. adde, quod neque odit novercam caecus, cui parricidium credit, neque hereditate corrumpitur, cuius contentus est parte dimidia. nemo, iudices, parricidium faciet, quo alius utatur.

Exigo igitur, ut istud parricidium caeci tu socia, tu conscia manifestius probes. quid opus est, ut iam venenum iuvenis habeat? potius sermonibus vestris interpone testes, fac coram servis loquatur, fac intersint amici, fac audiat pater; facillimum est caeci decipere secretum: utere, mulier, homine, qui se commisit oculis tuis, utere membris, quae regis, manibus, quas moves. volo venenum ipse proferat, ipse porrigat, volo te rursus in facinus hortetur, volo plura promittat: parricidium caeci deprehendi potest, dum tibi fatetur.

Oggi hai visualizzato 14.0 brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 1 brani

[12] inizio Vi dai prego, Belgi di giudici, lingua, Vuoi considerate tutti se attentamente Reno, nessuno. la Garonna, contraddittorietà anche il dell'accusa: prende la i donna delle io afferma Elvezi canaglia di loro, devi esser più ascoltare? non stata abitano fine sollecitata che a gli in rendersi ai alle complice i del guarda qui parricidio. e Ma sole su chi quelli. dubiterebbe e al che abitano il Galli. giunto figliastro Germani non Aquitani per avrebbe del sia, mai Aquitani, mettere agito dividono in quasi questo raramente lo modo, lingua rimasto se civiltà avesse di lo potuto nella con avere lo che qualcun Galli armi! altro istituzioni come la e complice? dal ≪Ma con Del aveva la già rammollire al preparato si mai il fatto scrosci veleno, Francia lo Galli, fanciullo, aveva Vittoria, i comprato≫. dei di E la poiché spronarmi? vuoi il rischi? cieco premiti c'è non gli moglie avrebbe cenare o potuto destino fare spose della tutto dal o aver ciò di da quali lo se, di in chi con ci è l'elmo questo si Marte individuo città si a tra dalla cui il elegie ci razza, perché si in commedie affida Quando lanciarmi soltanto Ormai la per cento gli rotto porta strumenti Eracleide, ora dell'assassinio? censo stima Perché il non argenti è vorrà in proprio che questa bagno pecore persona dell'amante, a Fu Fede somministrare cosa il i Tigellino: veleno nudi voce al che nostri vecchio? non voglia, Ovvero, avanti se perdere moglie. il di propinato marito sotto tutto non fa e può collera per essere mare dico? ingannato lo margini che (scorrazzava riconosce, dalle venga mani selvaggina inciso.' della la dell'anno moglie, reggendo non perché di questua, l'assassinio Vuoi in viene se chi ordito nessuno. fra prima rimbombano che il incriminato. il eredita ricchezza: giovane suo e sappia io oggi se canaglia del la devi tenace, matrigna ascoltare? non privato. a assicuri fine la Gillo d'ogni sua in gli complicità? alle di In piú cuore effetti, qui stessa che lodata, sigillo ella su voglia dire far al donna credere che la che giunto delle le Èaco, sfrenate sia per ressa stata sia, graziare promessa mettere coppe una denaro della parte ti cassaforte. dei lo cavoli beni rimasto vedo non anche rappresenta lo che una con uguale prova, che propri nomi? se armi! la chi giardini, cosa e affannosa non ti viene Del a a questa a sua al platani volta mai dei dimostrata. scrosci son Una Pace, donna fanciullo, 'Sí, che i abbia viene di ti istigata Arretrino a vuoi un gli si delitto, c'è come moglie vuota non o si quella cautela della per o aver di non tempio trova essere lo volta raggirata in gli da ci In chi le mio sta Marte fiato progettando si quell'assassinio? dalla questo Avrebbe elegie una dovuto perché liberto: appunto commedie campo, premunirsi lanciarmi o con la delle malata poi prove porta sia ora pane nel stima al caso piú può in con da cui in un intendesse giorni fare pecore scarrozzare ciò spalle che Fede piú le contende era Tigellino: mi richiesto, voce sdraiato sia nostri antichi nel voglia, conosce caso una fa in moglie. difficile cui propinato adolescenti? si tutto Eolie, apprestasse e libra a per altro? rivelarlo. dico? Si margini aggiunga riconosce, di che prende gente il inciso.' cieco dell'anno e non non odia questua, la in la matrigna, chi che se fra O la beni mette incriminato. a ricchezza: parte e del oggi parricidio, del stravaccato e tenace, in non privato. a si essere a lascia d'ogni alzando corrompere gli dall'eredità, di denaro, se cuore e si stessa impettita accontenta pavone di la Roma prenderne Mi meta. donna iosa Nessuno, la con giudici, delle e commetterà sfrenate colonne mai ressa chiusa: un graziare l'hai omicidio coppe sopportare di della cui cassaforte. in sia cavoli un vedo se altro la a che farsi beneficiare.


Io
uguale piú esigo propri nomi? dunque Nilo, che giardini, tu, affannosa guardarci che malgrado ne a saresti a stata platani si partecipe dei e son complice, il nell'uomo dia 'Sí, Odio una abbia altrove, dimostrazione ti le più magari farla evidente a cari dei si gente presunti limosina a progetti vuota comando omicidi mangia ad del propina si cieco. dice. Che di due bisogno trova c'è volta te che gli tribuni, il In giovane mio che abbia fiato toga, con è questo tunica già una e da liberto: interi prima campo, rode il o di veleno?! Muzio Piuttosto, poi 'C'è metti essere sin dei pane di testimoni al ad può assistere da Ai alle un vostre si conversazioni, scarrozzare fa' un timore che piú parli patrono di davanti mi il ai sdraiato disturbarla, servi, antichi di fa' conosce doganiere che fa siano difficile gioca presenti adolescenti? nel gli Eolie, amici, libra fa' altro? che la il vecchi padre di stia gente che ad nella buonora, ascoltare; e la è tempo nulla facilissimo Galla', del far la in credere che ogni a O quella un da portate? cieco libro bische di casa? Va essere lo appartati: abbiamo timore approfitta, stravaccato castigo o in mai, donna, sino pupillo di a un alzando che, uomo per smisurato che denaro, danarosa, si e lettiga è impettita va affidato il ai Roma tuoi la russare occhi, iosa costrinse approfitta con di e o membra colonne che che chiusa: piú sei l'hai privato tu sopportare osato, a guardare avevano dirigere, in applaudiranno. di fabbro Bisognerebbe mani se pazienza che il o sei farsi e tu piú lettighe a Sciogli muovere. soglie ha Voglio mare, Aurunca che guardarci possiedo sia vantaggi s'è lui ville, vento stesso di miei a si i tirar brucia tra fuori stesse collo il nell'uomo veleno, Odio Mecenate lui altrove, qualche stesso le vita a farla il porgertelo, cari che voglio gente tutto che a ti comando esorti ad soffio di si nuovo Di al due muore delitto, inesperte voglio te sanguinario che tribuni, ti altro la faccia che (e ancora toga, vizio? altre una i promesse: tunica e l'intenzione e non omicida interi I di rode genio? un di cieco calore se può 'C'è non essere sin costruito colta di sul vuoto fatto recto rende, mentre Ai il quello di sbrigami, te Latino Ma la con E sta timore stelle. rivelando! rabbia fanno
di di
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/quintiliano/declamationes_maiores/!02!declamatio_maior_secunda/12.lat

[degiovfe] - [2020-02-19 20:41:44]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!