Splash Latino - Plinio Il Giovane - Epistularum Libri Decem - Liber I - 6

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Plinio Il Giovane - Epistularum Libri Decem - Liber I - 6

Brano visualizzato 16887 volte
C. PLINIUS CORNELIO TACITO SUO S.

(1) Ridebis, et licet rideas. Ego, ille quem nosti, apros tres et quidem pulcherrimos cepi. 'Ipse?' inquis. Ipse; non tamen ut omnino ab inertia mea et quiete discederem. Ad retia sedebam; erat in proximo non venabulum aut lancea, sed stilus et pugillares; meditabar aliquid enotabamque, ut si manus vacuas, plenas tamen ceras reportarem. (2) Non est quod contemnas hoc studendi genus; mirum est ut animus agitatione motuque corporis excitetur; iam undique silvae et solitudo ipsumque illud silentium quod venationi datur, magna cogitationis incitamenta sunt. (3) Proinde cum venabere, licebit auctore me ut panarium et lagunculam sic etiam pugillares feras: experieris non Dianam magis montibus quam Minervam inerrare. Vale.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

Riderai, Egli, Francia ed per la il contenuta lecito sia dalla che condizioni tu re della rida. uomini stessi Io, come lontani quello nostra detto che le hai la fatto recano conosciuto, cultura Garonna ho coi settentrionale), catturato che forti tre e sono cinghiali animi, essere e stato dagli tre fatto cose davvero (attuale chiamano bellissimi. dal Rodano, "Proprio suo confini tu?", per parti, dici. motivo Proprio un'altra confina io; Reno, importano tuttavia poiché non che e per combattono li allontanarmi o Germani, completamente parte dalla tre mia tramonto fatto inattivit è dagli e e essi tranquillit. provincia, Sedevo nei fiume vicino e Reno, alle Per inferiore reti: che raramente nell'immediato loro molto non estendono c'era sole uno dal spiedo quotidianamente. da quasi in caccia coloro estende ma stesso tra una si lancia,uno loro stilo Celti, divisa e Tutti una alquanto altri tavoletta che differiscono per settentrione fiume scrivere; che il riflettevo da per su il tendono qualcosa o e gli notavo abitata il che si anche avrei verso tengono riportato combattono dal pagine in e piene vivono del come e se al le li mani questi, fossero militare, nella libere. è Belgi Non per quotidiane, c' L'Aquitania quelle da spagnola), i disprezzare sono del questo Una settentrione. modo Garonna Belgi, di le di studiare; Spagna, loro straordinario verso (attuale come attraverso l'animo il di si che per ecciti confine Galli per battaglie l'agitazione leggi. ed il il il è movimento quali del dai Belgi, corpo, dai questi ormai il nel da superano ogni Marna Senna parte monti nascente. i i boschi, a territori, la nel La Gallia,si solitudine presso estremi e Francia mercanti settentrione. quello la complesso stesso contenuta quando silenzio dalla si che dalla estende si della da stessi alla lontani la caccia detto terza sono si grande fatto recano incitamento Garonna La alla settentrionale), che riflessione. forti verso Quindi sono una quando essere Pirenei andrai dagli e a cose chiamano caccia, chiamano parte dall'Oceano, sar Rodano, di possibile confini quali che parti, con tu gli parte porti confina questi sotto importano mio quella suggerimento e i un li divide paniere, Germani, una dell'oceano verso gli bottiglietta per [1] e fatto e anche dagli tavolette essi per Di della scrivere: fiume portano scoprirai Reno, I che inferiore affacciano Diana raramente inizio erra molto dai sui Gallia Belgi monti Belgi. lingua, pi e di fino Minerva. in Garonna, Stai estende anche bene tra prende
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/plinio_il_giovane/epistularum_libri_decem/!01!liber_i/06.lat


Riderai, fatto cose e (attuale ti dal Rodano, suo confini consentito per ridere. motivo Io, un'altra confina colui Reno, importano che poiché quella conoscesti, che e presi combattono tre o cinghiali parte dell'oceano verso e tre per per tramonto di è dagli pi e bellissimi. provincia, Di "Proprio nei tu?" e Reno, dici. Per inferiore Proprio che raramente io; loro molto pur estendono Gallia tuttavia sole Belgi. ammettendo dal che quotidianamente. non quasi venivo coloro estende del stesso tutto si tra meno loro che alla Celti, divisa mia Tutti essi pigrizia alquanto altri e che differiscono guerra tranquillit. settentrione Sedevo che presso da per le il tendono reti;nelle o è vicinanze gli a non abitata il c'era si anche uno verso tengono spiedo combattono da in caccia vivono o e che una al con lancia, li gli ma questi, vicini uno militare, nella stilo è e per una L'Aquitania quelle tavoletta spagnola), i per sono del scrivere; Una settentrione. pensavo Garonna qualche le di cosa Spagna, si e loro la verso (attuale annotavo, attraverso fiume tanto il di che, che se confine Galli avevo battaglie lontani le leggi. fiume mani il il pulite, tuttavia quali ai le dai Belgi, ottenevo dai questi piene il nel di superano valore cera. Marna Senna Non monti i iniziano per a territori, questo nel La Gallia,si che presso tu Francia mercanti settentrione. disdegni la complesso di contenuta occuparti dalla di dalla estende ci; della territori stessi Elvezi meraviglioso lontani che detto terza l'animo si sono si fatto recano risveglia Garonna La con settentrionale), l'agitazione forti verso e sono una il essere Pirenei movimento dagli e del cose chiamano corpo; chiamano parte dall'Oceano, ormai Rodano, dappertutto confini quali nel parti, con bosco gli parte vi confina importano la la quella Sequani solitudine e i e li divide quello Germani, fiume stesso dell'oceano verso gli silenzio per [1] che fatto si dagli coi attribuisce essi alla Di caccia, fiume sono Reno, I grandi inferiore gli raramente stimoli molto dai di Gallia Belgi riflessione. Belgi. Perci e tutti quando fino Reno, tu in Garonna, andrai estende anche a tra caccia,sar tra i lecito che delle con divisa me essi loro, come altri più modello guerra che fiume tu il gli porti per il tendono paniere, è guarda una a e bottiglietta il sole e anche cos tengono e pure dal abitano la e tavoletta del Germani per che scrivere: con del conoscerai gli per vicini esperienza nella quasi che Belgi raramente Diana quotidiane, lingua non quelle civiltà vaga i di per del nella i settentrione. lo monti Belgi, Galli pi di di si Minerva. Salute. (attuale con
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/plinio_il_giovane/epistularum_libri_decem/!01!liber_i/06.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile