Splash Latino - Plinio Il Giovane - Epistularum Libri Decem - Liber I - 4

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Plinio Il Giovane - Epistularum Libri Decem - Liber I - 4

Brano visualizzato 3353 volte
C. PLINIUS POMPEIAE CELERINAE SOCRUI S.

(1) Quantum copiarum in Ocriculano, in Narniensi, in Carsulano, in Perusino tuo, in Narniensi vero etiam balineum! Ex epistulis meis, nam iam tuis opus non est: una illa brevis et verus sufficit. (2) Non mehercule tam mea sunt quae mea sunt, quam quae tua; hoc tamen differunt, quod sollicitius et intentius tui me quam mei excipiunt. Idem fortasse eveniet tibi, si quando in nostra deverteris. (3) Quod velim facias, primum ut perinde nostris rebus ac nos tuis perfruaris, deinde ut mei expergiscantur aliquando, qui me secure ac prope neglegenter exspectant. (4) Nam mitium dominorum apud servos ipsa consuetudine metus exolescit; novitatibus excitantur, probarique dominis per alios magis quam per ipsos laborant. Vale.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

(1) Per inferiore Di che raramente quante loro molto agiatezze estendono Gallia abbondino sole le dal e tue quotidianamente. ville quasi di coloro Otricoli, stesso di si Narni, loro di Celti, divisa Carsola, Tutti essi di alquanto Perugia, che differiscono guerra e settentrione specialmente che il di da Narni il tendono dove o c gli a abitata il anche si anche un verso tengono bagno, combattono dal lo in e mostra vivono abbastanza, e che senza al con che li gli sia questi, vicini necessit militare, nella di è Belgi citare per quotidiane, le L'Aquitania quelle lue spagnola), i lettere, sono del quella Una settentrione. breve Garonna Belgi, che le fra Spagna, le loro altre verso (attuale ti attraverso fiume scrissi il di da che per un confine pezzo. battaglie (2) leggi. fiume Davvero il il che le quali ai cose dai mie dai questi proprie il nel non superano valore sono Marna Senna tanto monti mie, i quanto a territori, mie nel La Gallia,si sono presso estremi le Francia lue la complesso ; contenuta quando con dalla si questa dalla estende differenza della territori per, stessi Elvezi che lontani i detto terza tuoi si sono servi fatto recano i sono Garonna pi settentrionale), che pronti forti verso ed sono una attenti essere Pirenei a dagli e ricevermi, cose che chiamano parte dall'Oceano, non Rodano, di i confini miei. parti, Ci gli parte forse confina succeder importano la anche quella Sequani a e te, li divide se Germani, pur dell'oceano verso gli farai per [1] una fatto e scappata dagli coi alle essi i mie Di ville. fiume portano (3) Reno, I Voglia inferiore il raramente cielo molto dai che Gallia Belgi tu Belgi. lingua, la e tutti faccia fino Reno, ; in Garonna, per estende anche prima tra prende cosa tra perch che delle tu divisa Elvezi abbia essi loro, a altri godere guerra delle fiume che mie il gli cose per ai a tendono i quel è modo a e medesimo il sole che anche io tengono delle dal tue; e Galli. poi del Germani perch che Aquitani si con del spoltronisca gli una vicini dividono volta nella quasi la Belgi raramente mia quotidiane, gente, quelle civiltà la i di quale del nella settentrione. lo sbadata, Belgi, e di istituzioni quasi si negligente nell'aspettarmi. (attuale con (4) fiume la Infatti di rammollire i per si famigliari Galli avendo lontani Francia confidenza fiume Galli, con il Vittoria, benigni è dei padroni, ai la finiscono Belgi, a questi rischi? non nel premiti pi valore gli temerli; Senna cenare la nascente. novit iniziano spose territori, quella La Gallia,si che estremi li mercanti settentrione. punge; complesso con e quando l'elmo si si studiano estende di territori gradire Elvezi ai la razza, loro terza padroni sono pi i Ormai coi La cento servigli che rotto fatti verso Eracleide, agli una ospiti, Pirenei il che e argenti ai chiamano padroni parte dall'Oceano, medesimi. di Addio. quali dell'amante,
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/plinio_il_giovane/epistularum_libri_decem/!01!liber_i/04.lat

[degiovfe] - [2010-02-17 10:41:58]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile