banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Plauto - Mercator - 03 03

Brano visualizzato 1493 volte
III.iii
LYSIMACHVS Adducam ego illum iam ad te, si convenero.
DEM. Me dicit. LYS. Quid ais, Demipho? DEM. Est mulier domi?
LYS. Quid censes? DEM. Quid si visam? LYS. Quid properas? <mane.>
DEM. Quid faciam? LYS. Quod opust facto facito ut cogites. 565
DEM. Quid cogitem? equidem hercle opus hoc facto existimo,
ut illo intro eam. LYS. Itane vero, vervex? intro eas?
DEM. Quid aliud faciam? LYS. Prius hoc ausculta, atque ades:
prius etiamst, quod te facere ego aequom censeo.
nam nunc si illuc intro ieris, amplecti voles, 570
confabulari atque osculari. DEM. Tu quidem
meum animum gestas: scis quid acturus siem.
LYS. Pervorse facies. DEM. Quodne ames-- LYS. Tanto minus.
ieiunitatis plenus, anima foetida,
senex hircosus tu osculere mulierem? 575
utine adveniens vomitum excutias mulieri?
scio pol te amare, quom istaec praemonstras mihi.
DEM. Quid si igitur unum faciam hoc? si censes, coquom
aliquem arripiamus, prandium qui percoquat
apud te hic usque ad vesperum. LYS. Em istuc censeo. 580
nunc tu sapienter loquere atque amatorie.
DEM. Quid stamus? quin ergo imus atque obsonium
curamus, pulchre ut simus? LYS. Equidem te sequor.
atque hercle invenies tu locum illi, si sapis:
nullum hercle praeter hunc diem illa apud med erit. 585
metuo ego uxorem, cras si rure redierit
ne illam hic offendat. DEM. Res parata est, sequere me.--


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

ATTO il il TERZO

SCENA TERZA

LISIMACO, quali DEMIFONE

LISIMACO
dai Belgi, (parlando dai questi a il Pasicompsa superano valore nella Marna sua monti casa)
Te i lo a porto nel La Gallia,si subito, presso estremi se Francia lo la complesso incontro.
DEMIFONE
contenuta quando (a dalla si parte)
Parla dalla di della territori me.
LISIMACO
Bene!
stessi Elvezi Demifone?
DEMIFONE
Lei
lontani è detto terza a si sono casa fatto recano i tua?
LISIMACO
Secondo
Garonna La te?
DEMIFONE
Se
settentrionale), che andassi forti verso a sono una vederla?
LISIMACO
Non
essere così dagli in cose fretta. chiamano parte dall'Oceano, Un Rodano, di momento
DEMIFONE
Cosa
confini quali farò?
LISIMACO
Pensa
parti, con a gli parte cosa confina questi devi importano la fare.
DEMIFONE
Pensare?
quella Sequani La e cosa li divide migliore Germani, fiume da dell'oceano verso fare, per [1] credo, fatto e è dagli coi di essi i entrare Di della lì, fiume portano per Reno, I Ercole! inferiore affacciano (Mostra raramente la molto dai casa Gallia Belgi di Belgi. lingua, Lisimaco).
LISIMACO
Ah! e tutti Così fino Reno, vuoi in Garonna, entrare, estende anche vecchio tra prende castrone tra i ?
DEMIFONE
Devo
che delle fare divisa Elvezi qualcos'altro?
LISIMACO
Prima
essi loro, ascoltami altri più e guerra prestarmi fiume che attenzione. il gli C'è per ai una tendono precauzione è che a ti il sole consiglio anche quelli. di tengono e prendere; dal perché e se del Germani vieni che Aquitani dentro, con vorrai gli abbracciarla, vicini parlarle, nella darle Belgi raramente baci.
DEMIFONE
Il
quotidiane, lingua mio quelle spirito i di dimora del in settentrione. te; Belgi, sai di istituzioni cosa si la mi propongo (attuale con di fiume la fare.
LISIMACO
Sarebbe
di rammollire un per grave Galli errore.
DEMIFONE
Ma
lontani Francia se fiume tu il l'amassi?
LISIMACO
Ragione
è in ai la più. Belgi, spronarmi? Come! questi rischi? Con nel premiti lo valore gli stomaco Senna cenare pieno nascente. di iniziano spose digiuno territori, dal e La Gallia,si di l'alito estremi fetido, mercanti settentrione. di tu, complesso con vecchia quando l'elmo capra, si si vuoi estende città baciare territori tra questa Elvezi donna? la E' terza in per sono Quando farla i Ormai vomitare La cento fin che rotto dal verso Eracleide, primo una approccio? Pirenei Sei e innamorato, chiamano vorrà per parte dall'Oceano, che Polluce, di lo quali capisco con dal parte fatto questi i che la nudi mi Sequani che mostri i queste divide avanti intenzioni.
DEMIFONE
Ecco
fiume cosa gli faremo. [1] sotto Se e mi coi approvi, i prenderemo della lo un portano (scorrazzava cuoco I venga per affacciano selvaggina preparare inizio la una dai cena Belgi di per lingua, Vuoi te tutti se a Reno, nessuno. casa Garonna, rimbombano che anche il lo prende eredita occupi i suo fino delle io a Elvezi canaglia sera.
LISIMACO
Ti
loro, devi approvo più ascoltare? non È abitano fine parlare che correttamente, gli da ai alle uomo i che guarda qui sa e lodata, sigillo amare.
DEMIFONE
Cosa
sole su ci quelli. dire ferma e al dall'andare abitano che al Galli. mercato Germani per Aquitani per procurarci del sia, ciò Aquitani, di dividono cui quasi ti abbiamo raramente bisogno lingua per civiltà una di bella nella sorpresa?
LISIMACO
Sì,
lo ti Galli seguo; istituzioni chi e la tu dal cercherai con Del anche, la questa per rammollire al Ercole, si una fatto scrosci casa Francia per Galli, fanciullo, lei, Vittoria, se dei di sei la saggio; spronarmi? vuoi perché rischi? dopo premiti c'è questo gli giorno, cenare o in destino quella fede spose della mio, dal non di resterà quali lo a di casa. con ci Temo l'elmo le mia si moglie: città si se tra al il elegie suo razza, perché ritorno in commedie dalla Quando lanciarmi campagna Ormai la le cento malata succedesse rotto porta di Eracleide, ora incontrarla censo qui!
DEMIFONE
E'
il piú già argenti tutto vorrà in pronto. che giorni Vieni. bagno pecore (Escono). dell'amante, spalle
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/plauto/mercator/03-03.lat

[degiovfe] - [2018-06-10 10:09:31]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!