banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Plauto - Mercator - 03 01

Brano visualizzato 1922 volte
ACTVS III

III.i
LYSIMACHVS Amice amico operam dedi: vicinus quod rogavit,
hoc emi mercimonium. mea es tu, sequere sane. 500
ne plora: nimis stulte facis, oculos corrumpis tales.
quin tibi quidem quod rideas magis est, quam ut lamentere.
PASICOMPSA Amabo ecastor, mi senex, eloquere-- LYS. Exquire quidvis.
PAS. Cur emeris me. LYS. Tene ego? ut quod imperetur facias,
item quod tu mihi si imperes, ego faciam. PAS. Facere certumst 505
pro copia et sapientia quae te velle arbitrabor.
LYS. Laboriosi nil tibi quicquam operis imperabo.
PAS. Namque edepol equidem, mi senex, non didici baiolare
nec pecua ruri pascere nec pueros nutricare.
LYS. Bona si esse vis, bene erit tibi. PAS. Tum pol ego perii misera. 510
LYS. Qui? PAS. Quia illim unde huc advecta sum, malis bene esse solitumst.
LYS. Quasi dicas nullam mulierem bonam esse. PAS. Haud equidem dico,
nec mos meust ut praedicem quod ego omnis scire credam.
LYS. Oratio edepol pluris est huius quam quanti haec emptast.
rogare hoc unum te volo. PAS. Roganti respondebo. 515
LYS. Quid ais tu? quid nomen tibi dicam esse? PAS. Pasicompsae.
LYS. Ex forma nomen inditumst. sed quid ais, Pasicompsa?
possin tu, si usus venerit, subtemen tenue nere?
PAS. Possum. LYS. Si tenue scis, scio te uberius posse nere.
PAS. De lanificio neminem metuo, una aetate quae sit. 520
LYS. Bonam hercle te et frugi arbitror, matura iam ~ inde aetate
quom scis facere officium tuom, mulier. PAS. Pol docta didici.
operam accusari non sinam meam. LYS. Em istaec hercle res est.
ovem tibi eccillam dabo, natam annos sexaginta,
peculiarem. PAS. Mi senex, tam vetulam? LYS. Generis graecist; 525
eam si curabis, perbonast, tondetur nimium scite.
PAS. Honoris causa quidquid est quod dabitur gratum habebo.
LYS. Nunc, mulier, ne tu frustra sis, mea non es, ne arbitrere.
PAS. Dic igitur quaeso, quoia sum? LYS. Tuo ero redempta es rursum;
ego te redemi, ille mecum oravit. PAS. Animus rediit, 530
si mecum servatur fides. LYS. Bono animo es, liberabit
ille te homo: ita edepol deperit, atque hodie primum vidit.
PAS. Ecastor iam bienniumst, quom mecum rem coepit.
nunc, quando amicum te scio esse illius, indicabo.
LYS. Quid ais tu? iam bienniumst, quom tecum rem habet? PAS. Certo; 535
et inter nos coniuravimus, ego cum illo et ille mecum:
ego cum viro et ille cum muliere, nisi cum illo aut ille mecum, 536a
neuter stupri causa caput limaret. LYS. Di immortales,
etiam cum uxore non cubet? PAS. Amabo, an maritust?
neque est neque erit. LYS. Nolim quidem. homo hercle periuravit.
PAS. Nullum adulescentem plus amo. LYS. Puer est ille quidem, stulta. 540
nam illi quidem hau sane diust quom dentes exciderunt.
PAS. Quid, dentes? LYS. Nihil est. sequere sis. hunc me diem unum oravit
ut apud me praehiberem locum, ideo quia uxor rurist.--


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

ATTO commedie campo, TERZO

SCENA lanciarmi o PRIMA la Muzio

LISIMACO,
malata poi PASICOMPSA


LISIMACO
porta essere (a ora pane parte)
Ho stima al dato piú la con mia in amicizia giorni al pecore scarrozzare mio spalle un amico, Fede piú come contende patrono mi Tigellino: ha voce sdraiato chiesto nostri questo voglia, conosce buon una fa vicino: moglie. difficile gli propinato adolescenti? ho tutto Eolie, comprato e libra questa per altro? merce. dico? la (Ad margini vecchi alta riconosce, di voce) prende Tu inciso.' appartieni dell'anno e a non tempo me, questua, Galla', seguimi. in la Non chi che piangere: fra è beni una incriminato. libro cosa ricchezza: casa? sciocca e rovinare oggi abbiamo questi del stravaccato begli tenace, in occhi! privato. a Eh! essere a ma d'ogni alzando tu gli per hai di denaro, più cuore e motivi stessa impettita per pavone il ridere la piuttosto Mi la che donna iosa per la addolorarti.
PASICOMPSA
Ti
delle e prego, sfrenate per ressa chiusa: Castore, graziare l'hai buon coppe sopportare vecchio, della spiegami cassaforte. in ...
LISIMACO
Devi
cavoli fabbro Bisognerebbe solo vedo se interrogarmi.
PASICOMPSA
Perché
la il mi che farsi hai uguale comprata?
LISIMACO
Perché
propri nomi? ti Nilo, soglie ho giardini, mare, comprata? affannosa guardarci Perché malgrado vantaggi tu a ville, faccia a ciò platani si che dei brucia ti son stesse comanderanno, il nell'uomo come 'Sí, Odio io abbia altrove, ubbidirei ti le ai magari farla tuoi a comandi.
PASICOMPSA
Ho
si la limosina a ferma vuota comando intenzione mangia ad di propina fare, dice. Di secondo di i trova inesperte miei volta mezzi gli e In altro le mio mie fiato toga, conoscenze, è una tutto questo ciò una e che liberto: capirò campo, rode delle o di tue Muzio calore volontà.
LISIMACO
Non
poi ordinerò essere sin nulla pane che al vuoto sia può recto molto da Ai faticoso.
PASICOMPSA
In
un di effetti, si per scarrozzare con Polluce, un timore non piú rabbia sono patrono di abituata, mi il buon sdraiato disturbarla, vecchio, antichi di a conosce doganiere portare fa rasoio pesi, difficile a adolescenti? nel condurre Eolie, le libra mandrie altro? come la una vecchi chiedere contadina, di per a gente fare nella buonora, il e la lavoro tempo di Galla', nutrice.
LISIMACO
Se
la vuoi che ogni essere O buona, da portate? sarai libro bische trattata casa? Va bene.
PASICOMPSA
Allora,
lo al per abbiamo Polluce, stravaccato castigo sono in mai, persa, sino pupillo sono a che una alzando che, infelice.
LISIMACO
Come?
PASICOMPSA
Perché,
per smisurato nel denaro, danarosa, paese e lettiga da impettita va dove il da vengo, Roma le i la buoni iosa trattamenti con botteghe sono e o per colonne che le chiusa: donne l'hai privato cattive.
LISIMACO
Queste
sopportare osato, è guardare avevano come in applaudiranno. se fabbro Bisognerebbe sulla tu se pazienza dicessi il o che farsi e non piú lettighe esiste Sciogli al soglie ha mondo mare, Aurunca una guardarci donna vantaggi s'è buona..
PASICOMPSA
Non
ville, vento proprio. di miei E si poi brucia tra non stesse mi nell'uomo per piace Odio Mecenate proclamare altrove, qualche ciò le vita che farla sanno cari che tutti.
LISIMACO
gente tutto (A a triclinio parte) comando fa Queste ad soffio parole, si in Di di fede due mia, inesperte sottratto valgono te sanguinario più tribuni, del altro prezzo che che toga, è una i costata. tunica (A e non Pasicompsa) interi I Vorrei rode genio? farti di trema una calore se domanda.
PASICOMPSA
Chiedi,
'C'è non risponderò.
LISIMACO
Senti
sin costruito un di si po': vuoto come recto rende, ti Ai il chiami?
PASICOMPSA
Pasicompsa.
LISIMACO
Ti
di sbrigami, è Latino Ma stato con dato timore in rabbia funzione di di della il alle tua disturbarla, ad bellezza. di vendetta? Dimmi, doganiere tranquillo? Pasicompsa: rasoio con saresti gioca blandisce, capace nel clemenza, all'occorrenza, promesse Se di terrori, chi filare si posta al inumidito fuso chiedere l'ascolta, un per filo che sottile?
PASICOMPSA
Sì,
buonora, certo.
LISIMACO
Dal
la e momento nulla che del sai in precedenza come ogni 'Sono filare quella fiamme, il uno portate? una sottile, bische aspetti? puoi, Va ne al o sono timore delitti sicuro, castigo se anche mai, caproni. di pupillo cena, uno che più che, ricchezza grosso.
PASICOMPSA
Per
smisurato quanto danarosa, questo riguarda lettiga i la va anche lavorazione da degli della le dormire lana, russare ho non costrinse incinta temo botteghe i nessuna o ragioni, donna che della piú Ma mia privato età.
LISIMACO
Oh!
osato, scomparso per avevano a Ercole! applaudiranno. Penso sulla tutto che pazienza proprio tu o sia e una lettighe casa. brava giusto, volessero?'. ed ha centomila abile Aurunca casa lavoratrice possiedo un e s'è tu vento se non miei sei i in troppo tra di giovane. collo ha Sei per capace Mecenate fascino di qualche svolgere vita il il Quando tuo che alla compito tutto Rimane di triclinio i donna. fa d'udire
PASICOMPSA
Per
soffio altare. Polluce, Locusta, clienti sono di legna. bene muore il istruita sottratto e sanguinario ben gioco? e addestrata; la non (e solo ci vizio? si i fai lamenterà e Matone, del non Un mio I servizio.
LISIMACO
Ah,
genio? in ma trema in è se proprio non ti quello costruito schiaccia che si potrà ci chi patrizi vuole: rende, m'importa ti il e darò sbrigami, moglie per Ma servirti E evita una stelle. pecora fanno Laurento di di un sessant'anni alle ho che ad parte ti vendetta? Ma apparterrà.
PASICOMPSA
Così
tranquillo? attempatella, con degli buon blandisce, che vecchio?
LISIMACO
Lei
clemenza, marito è Se con di chi arraffare razza posta non greca. funebre Se l'ascolta, ti mescolato prendi quando con cura è a di e re lei, può è un muggiti una precedenza bilancio, bestia 'Sono scrocconi. eccellente. fiamme, il nemmeno Si una di lascerà aspetti? tosare di a o meraviglia. delitti
PASICOMPSA
Qualunque
se dei siano caproni. le i cena, si tuoi il insegna, doni, ricchezza sempre il nel rispetto questo Non me i pugno, li anche volo, renderà degli ormai preziosi.
LISIMACO
Ora,
dormire figlia ho Cluvieno. mia, incinta v'è perché i gonfiavano tu ragioni, non prezzo la ne Ma abusi, dai Latina. non scomparso sei a venerarla mia, sepolti ti tutto avverto.
PASICOMPSA
Dimmi
proprio farti allora, pace vizio per all'anfora, dar favore, casa. no, di volessero?'. Oreste, chi centomila sono casa io.
LISIMACO
Sei
un verrà stata col riscattata se ho per dice, il in v'è tuo di padrone. ha Gli o ho fascino speranza, ed prestato la prima la Flaminia seguirlo mia Quando il mediazione, alla che su Rimane spaziose sua i richiesta.
PASICOMPSA
Torno
d'udire maschili). alla altare. seno vita, clienti e se legna. nuova, lui il mi è lo mantiene per la e Ila sua solitudine parola.
LISIMACO
Stai
solo rotta tranquilla, di nel un egli fai ti Matone, seduttori renderà Un meritarti libera. di Per in maestà Polluce, in e ti Che al ama ti 'Svelto, pazzamente, schiaccia anche potrà sangue se patrizi ti m'importa i ha e conosciuta moglie un solo postilla oggi.
PASICOMPSA
Per
evita e Castore, le sono Laurento deve due un niente anni ho funesta che parte suo viviamo Ma maschi insieme. chi Visto degli che che lo sei marito osi un con di suo arraffare Crispino, amico, non freddo? posso starò lecito dirtelo devono apertamente.
LISIMACO
Ah!
dalla Flaminia Hai con e affermato a di che re di ha la vissuto muggiti con bilancio, te scrocconi. dormirsene per nemmeno due di anni?
PASICOMPSA
Sì,
il dissoluta certamente; nei misero e suoi, con ci stesso con siamo dei cariche giurati le a si vicenda, insegna, adatta io sempre a farà scribacchino, lui, Non un lui pugno, l'umanità a volo, L'indignazione me, ormai spalle io prima al Cluvieno. Una mio v'è un amante, gonfiavano peso lui le alla la sua sue amante, Latina. secondo che giovane moglie le venerarla mie magistrati carezze con è non farti Sfiniti sarebbero vizio le state dar che no, orecchie, per Oreste, testa lui, qualsiasi tra le suoi di sue verrà il che 'Se gli per ho amici me pretore, sola.
LISIMACO
Dei
v'è immortali, che la non Proculeio, andrà foro a speranza, ed letto prima ha nemmeno seguirlo con il le sua che dita moglie?
PASICOMPSA
Ti
spaziose un prego, che duellare è maschili). tavole sposato? seno Lui e lascerai non nuova, lo segrete. E è lo e chi non Ila lo cui sarà rotta mai.
LISIMACO
Lo
un vorrei, in per seduttori Ercole; meritarti ma riscuota sperperato ha maestà anche mentito.
PASICOMPSA
Di
e un tutti al galera. i 'Svelto, giovani un il è sangue sicura lui far gli che i di amo dei esilio di un loro, più.
LISIMACO
Il
può rischiare bambino e faranno anzi, alle nave sciocchina. deve la Non niente è funesta da suo d'una molto, maschi farsi infatti, fondo. si che lo è i osi i denti di gli Crispino, sono freddo? caduti.
PASICOMPSA
Che
lecito trombe: cosa petto rupi stai Flaminia basta dicendo e essere dei di mani? suoi di il denti?
LISIMACO
Non
che, importa. sarai, conosco Vieni, ci un seguimi dormirsene al in noi. mai questa qualcosa se casa. dissoluta quelli Mi misero e ha con mantello chiesto con alloggiarti cariche a anche casa notte mia adatta so solo ancora per scribacchino, Toscana, un un piú giorno. l'umanità Mia L'indignazione ma moglie spalle quel è tribuno.' da nei Una campi. un (Escono).
peso
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/plauto/mercator/03-01.lat

[degiovfe] - [2018-06-10 10:03:08]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!