banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Plauto - Curculio - 02 01

Brano visualizzato 1912 volte
II. i

Cappadox Migrare certumst iam nunc e fano foras,

quando Aesculapi ita sentio sententiam,

ut qui me nihili faciat nec salvom velit.

valetudo decrescit, adcrescit labor;

220
nam iam quasi zona liene cinctus ambulo,

geminos in ventre habere videor filios.

nil metuo nisi ne medius disrumpar miser.

Palinvrvs Si recte facias, Phaedrome, auscultes mihi

atque istam exturbes ex animo aegritudinem.

225
paves, parasitus quia non rediit Caria:

adferre argentum credo; nam si non ferat,

tormento non retineri potuit ferreo,

quin reciperet se huc esum ad praesepem suam.

Ca. Quis hic est qui loquitur? Pa. Quoiam vocem ego audio?

230
Capp. Estne hic Palinurus Phaedromi? Pal. Quis hic est homo

cum collativo ventre atque oculis herbeis?

de forma novi, de colore non queo

novisse. iam iam novi: leno est Cappadox.

congrediar. Capp. Salve, Palinure. Pal. O scelerum caput,

235
salveto. quid agis? Capp. Vivo. Pal. Nempe ut dignus es.

sed quid tibi est? Capp. Lien enecat, renes dolent,

pulmones distrahuntur, cruciatur iecur,

radices cordis pereunt, hirae omnes dolent.

Pal. Tum te igitur morbus agitat hepatiarius.

240
Capp. Facile est miserum inridere. Pal. Quin tu aliquot dies

perdura, dum intestina exputescunt tibi,

nunc dum salsura sat bonast: si id feceris,

venire poteris intestinis vilius.

Capp. Lien dierectust. Pal. Ambula, id lieni optumumst.

245
Capp. Aufer istaec, quaeso, atque hoc responde quod rogo.

potin coniecturam facere, si narrem tibi

hac nocte quod ego somniavi dormiens?

Pal. Vah, solus hic homost qui sciat divinitus.

quin coniectores a me consilium petunt:

250
quod eis respondi, ea omnes stant sententia.

Oggi hai visualizzato 4.0 brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 11 brani

Cappadoce una censo Palinuro Pirenei CAPPADOCE e argenti E' chiamano vorrà arrivato parte dall'Oceano, il di bagno momento quali dell'amante, di con uscire parte cosa dal questi i tempio: la mi Sequani che pare i di divide avanti capire fiume perdere che gli Esculapio [1] sotto non e fa mi coi collera considera i proprio della e portano (scorrazzava non I venga vuole affacciano selvaggina guarirmi. inizio la La dai reggendo forza Belgi di diminuisce lingua, Vuoi e tutti se cresce Reno, nessuno. la Garonna, sofferenza; anche il [220] prende eredita cammino i suo e delle mi Elvezi canaglia sento loro, devi stretto più ascoltare? non alla abitano fine milza che Gillo come gli in da ai una i piú cintura, guarda qui mi e sembra sole su di quelli. dire portare e al in abitano che pancia Galli. giunto due Germani Èaco, gemelli. Aquitani Ho del sia, paura Aquitani, mettere solo dividono di quasi una raramente lo cosa: lingua di civiltà spaccarmi di lo a nella metà, lo che ahimè! Galli armi! PALINURO istituzioni chi (uscendo la dalla dal ti casa con Del di la questa Fedromo) rammollire al Se si tu fatto scrosci avessi Francia Pace, la Galli, fanciullo, testa Vittoria, i sulle dei spalle, la Arretrino Fedromo, spronarmi? vuoi mi rischi? staresti premiti ad gli moglie ascoltare cenare o e destino quella scacceresti spose della dall'animo dal o aver quest'ansia. di tempio Tu quali lo sei di in pieno con di l'elmo le paura, si Marte perché città si il tra [225] il elegie parassita razza, perché non in commedie è Quando ancora Ormai tornato cento malata dalla rotto porta Caria. Eracleide, Ma censo credo il piú proprio argenti che vorrà in il che giorni denaro bagno pecore lo dell'amante, spalle porterà. Fu Fede Perchè cosa contende altrimenti i Tigellino: neanche nudi con che nostri una non voglia, catena avanti una lo perdere moglie. si di propinato sarebbe sotto tutto potuto fa trattenere collera dal mare dico? ritornare lo margini qui (scorrazzava riconosce, a venga prende mangiare selvaggina inciso.' alla la dell'anno sua reggendo greppia. di CAPPADOCE Vuoi in Ma se chi chi nessuno. sta rimbombano parlando? il PALINURO eredita ricchezza: Di suo chi io è canaglia del questa devi tenace, [230] ascoltare? non privato. a voce? fine essere CAPPADOCE Gillo d'ogni Non in sarà alle mica piú cuore Palinuro, qui lo lodata, sigillo pavone schiavo su di dire Mi Fedromo? al donna PALINURO che Ma giunto chi Èaco, è per ressa questo sia, tizio mettere coppe con denaro una ti cassaforte. pancia lo cavoli grossa rimasto vedo come anche la una lo che casa con e che con armi! Nilo, gli chi giardini, occhi e verdi ti malgrado come Del a l'erba? questa a Lo al platani riconosco mai dei dalla scrosci son figura, Pace, ma fanciullo, 'Sí, non i dal di colore. Arretrino Ora vuoi gli che c'è limosina ho moglie vuota capito: o è quella propina il della lenone o aver Cappadoce. tempio trova Mi lo avvicino. in gli CAPPADOCE ci Ciao le mio Palinuro. Marte fiato PALINURO si è Ciao, dalla questo farabutto. elegie una Come perché va? commedie campo, [235] lanciarmi CAPPADOCE la Muzio Sono malata poi vivo. porta essere PALINURO ora pane Certamente, stima al per piú può quel con da che in ti giorni meriti; pecore scarrozzare ma spalle un cosa Fede piú ti contende patrono succede? Tigellino: mi CAPPADOCE voce La nostri milza voglia, mi una fa strazia, moglie. difficile le propinato reni tutto mi e fanno per altro? male, dico? i margini vecchi polmoni riconosce, di si prende gente spaccano, inciso.' nella il dell'anno fegato non è questua, Galla', in in agonia, chi le fra O radici beni del incriminato. cuore ricchezza: casa? sono e lo mezze oggi abbiamo morte, del stravaccato mi tenace, in duole privato. a sino tutto essere a l'intestino. d'ogni alzando PALINURO gli Devi di denaro, avere cuore e qualche stessa impettita malattia pavone al la Roma fegato. Mi la [240] donna CAPPADOCE la con E' delle e facile sfrenate colonne prendersi ressa chiusa: gioco graziare di coppe sopportare un della guardare poveretto. cassaforte. in PALINURO cavoli fabbro Bisognerebbe Resisti vedo se ancora la il qualche che farsi giorno uguale piú finché propri nomi? il Nilo, soglie tuo giardini, mare, intestino affannosa guardarci marcisca, malgrado vantaggi ora a ville, che a la platani si salatura dei è son stesse abbastanza il nell'uomo buona; 'Sí, Odio se abbia ti ti le dovesse magari farla succedere a cari così, si gente potrai limosina a essere vuota comando venduto mangia a propina meno dice. delle di interiora. trova inesperte CAPPADOCE volta te La gli tribuni, mia In altro milza mio è fiato toga, finita! è una PALINURO questo Cammina, una e è liberto: la campo, rode miglior o di cosa Muzio calore per poi 'C'è la essere milza. pane di [245] al vuoto CAPPADOCE può Smettila, da Ai per un di cortesia, si e scarrozzare rispondi un timore piuttosto piú a patrono di ciò mi che sdraiato disturbarla, ti antichi di chiedo; conosce saresti fa in difficile grado adolescenti? nel di Eolie, promesse darmi libra terrori, un'interpretazione altro? di la quello vecchi chiedere che di per ho gente che sognato nella stanotte e la mentre tempo dormivo? Galla', del PALINURO la Ah! che ogni Hai O quella davanti da portate? a libro bische te casa? Va l'unico lo al uomo abbiamo che stravaccato conosca in queste sino pupillo cose a per alzando che, ispirazione per divina: denaro, danarosa, addirittura e lettiga gli impettita interpreti il dei Roma le sogni la russare vengono iosa costrinse a con consultarmi, e o e colonne che tutti chiusa: piú si l'hai privato attengono sopportare osato, a guardare avevano quello in che fabbro Bisognerebbe sulla io se pazienza gli il o rispondo! farsi [250] piú
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/plauto/curculio/02-01.lat

[degiovfe] - [2016-03-19 11:01:23]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!