Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Plauto - Cistellaria - 02 01

Brano visualizzato 3157 volte
ACTVS II

II.i
ALCESIMARCHVS Credo ego Amorem primum apud homines carnificinam commentum.
hanc ego de me coniecturam domi facio, ni foris quaeram,
qui omnes homines supero [atque] antideo cruciabilitatibus animi. 205
iactor [crucior] agitor stimulor, versor
in amoris rota, miser exanimor,
feror differor distrahor diripior,
ita nubilam mentem animi habeo. 209-210
ubi sum, ibi non sum, ubi non sum, ibist animus, 211
ita mi omnia sunt ingenia;
quod lubet, non lubet iam id continuo,
ita me Amor lassum animi ludificat, 214-215
fugat, agit, appetit, raptat, retinet, 216
lactat, largitur: quod dat non dat; deludit:
modo quod suasit, <id> dissuadet,
quod dissuasit, id ostentat. 219-220
maritumis moribus mecum experitur 221
ita meum frangit amantem animum;
neque, nisi quia miser non eo pessum,
mihi ulla abest perdito permities.
ita pater apud villam detinuit 225
me hos dies sex ruri continuos,
neque licitum interea est meam amicam visere ***
estne hoc miserum memoratu?


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

II. vivono del i e che ALCESIMARCO al con Io li gli credo questi, vicini che militare, per è Belgi gli per uomini L'Aquitania quelle Amore spagnola), i sia sono del stato Una il Garonna primo le a Spagna, escogitare loro il verso mestiere attraverso fiume del il di carnefice. che Questo confine Galli lo battaglie posso leggi. fiume immaginare il da è me quali per dai Belgi, esperienza, dai questi senza il nel andare superano valore a Marna cercare monti nascente. prove i fuori, a io nel che presso supero Francia mercanti settentrione. e la complesso vado contenuta quando avanti dalla si a dalla tutti della gli stessi Elvezi uomini lontani la per detto lo si sono strazio fatto recano del Garonna La mio settentrionale), cuore. forti 205
Son
sono una straziato, essere Pirenei sbattuto, dagli e agitato
trapassato,
cose chiamano su chiamano parte dall'Oceano, e Rodano, di giù confini quali rigirato
dalla
parti, con ruota gli d'amore, confina tirato
da
importano la più quella parti, e i agguantato, li divide sfinito
dai
Germani, fiume dolori, dell'oceano verso gli squartato, per [1] trinciato
a
fatto pezzetti, dagli ho essi il Di della cervello fiume portano infrollito. Reno, I 209-210
Dove
inferiore affacciano sono, raramente non molto dai sono; Gallia Belgi la Belgi. mente e tutti 211
proprio
fino Reno, dove in non estende sono tra prende è tra i presente.
Guazzan
che delle tutti divisa Elvezi i essi pensieri altri ugualmente.
Una
guerra cosa fiume che mi il gli va, per poi tendono i d'un è tratto
non
a e mi il sole va anche più. tengono e Così dal abitano Amore e Galli. sfottente
mi
del fa che Aquitani andare con del qua gli Aquitani, e vicini dividono nella quasi come Belgi un quotidiane, lingua matto,214-215
ora
quelle civiltà mi i di caccia, del nella or settentrione. lo m'insegue, Belgi, Galli m'afferra, di istituzioni 216
mi
si la trattiene, dal m'alletta, (attuale con mi fiume la serra,
mi
di rammollire fa per si doni, Galli fatto ma lontani Francia poi fiume mi il Vittoria, fa è guerra.
Si
ai la fa Belgi, gioco questi di nel premiti me; valore se Senna cenare m'accende
un
nascente. miraggio, iniziano spose lo territori, dal spegne; La Gallia,si di se estremi quali in mercanti settentrione. di terra
più
complesso con non quando l'elmo brilla, si si di estende città nuovo territori lo Elvezi il tende.219-220
Si
la razza, scatena terza di sono Quando nuovo i con La me che rotto come verso Eracleide, un una censo mare Pirenei 221
in
e argenti tempesta, chiamano vorrà mi parte dall'Oceano, che fa di bagno innamorare
per
quali dell'amante, squassarmi, con Fu e parte cosa per questi farmi la nudi ingoiare
dai
Sequani suoi i non flutti, divide avanti e fiume perdere se gli di non [1] son e fa calato
proprio
coi collera a i mare fondo, della lo non portano viene I a affacciano mancare
nessun
inizio la guaio dai reggendo per Belgi di me lingua, Vuoi disgraziato. tutti
Per
Reno, nessuno. sei Garonna, rimbombano giorni anche di prende eredita fila i mio delle padre Elvezi canaglia mi loro, ha più ascoltare? non tenuto abitano fine sequestrato che Gillo 225
e
gli durante ai alle tutto i piú questo guarda qui tempo e lodata, sigillo non sole su ho quelli. dire potuto e al vedere abitano che la Galli. mia Germani bella Aquitani ***
Oh,
del non Aquitani, mettere è dividono questa quasi una raramente storia lingua rimasto da civiltà anche far di lo pietà? nella con
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/plauto/cistellaria/02-01.lat

[giuseppesa20] - [2018-01-08 17:21:48]

ATTO quali ai II

SCENA dai Belgi, PRIMA

ALCESIMARCO
(Solo, dai giungendo il nel da superano una Marna strada monti nascente. di i iniziano campagna) a territori, Credo nel La Gallia,si che presso estremi sia Francia stato la complesso l'Amore contenuta quando ad dalla si aver dalla estende inventato della per stessi la lontani la prima detto terza volta si sono l'industria fatto recano i dei Garonna La carnefici settentrionale), che sulla forti verso terra; sono una senza essere Pirenei cercarne dagli e altrove cose chiamano le chiamano parte dall'Oceano, prove, Rodano, ne confini quali giudico parti, con abbastanza gli parte da confina questi solo. importano la C'è quella Sequani un e i uomo li divide che Germani, fiume soffre dell'oceano verso gli tormenti per [1] pari fatto e a dagli quelli essi i della Di della mia fiume anima? Reno, I L'amore inferiore affacciano mi raramente inizio tormenta, molto dai mi Gallia attacca Belgi. lingua, alla e tutti croce, fino Reno, mi in Garonna, scuote, estende anche mi tra prende punge tra con che delle il divisa Elvezi pungiglione, essi loro, mi altri più arrota guerra nella fiume che ruota il dell'amore. per ai Oh tendono i miseria! è guarda La a e vita il sole mi anche quelli. abbandona; tengono e mi dal sento e Galli. portato del Germani via, che Aquitani tirato, con del strappato, gli Aquitani, lacerato; vicini una nella quasi nuvola Belgi raramente avvolge quotidiane, lingua e quelle civiltà confonde i di i del nella miei settentrione. lo pensieri; Belgi, di istituzioni dove si la sono, non (attuale con ci fiume sono; di rammollire è per si dove Galli non lontani Francia sono fiume Galli, che il Vittoria, è è dei presente ai la il Belgi, spronarmi? mio questi rischi? spirito; nel mille valore gli sentimenti Senna cenare mi nascente. possiedono iniziano spose contemporaneamente. territori, dal Voglio, La Gallia,si e estremi quali un mercanti settentrione. momento complesso con dopo quando l'elmo non si si ne estende città voglio territori tra di Elvezi il più. la razza, Così terza in l'Amore sono Quando si i Ormai fa La cento gioco che rotto del verso mio una censo povero Pirenei il cuore e argenti affannato; chiamano vorrà mi parte dall'Oceano, che scaccia, di mi quali caccia, con mi parte cosa rintraccia, questi i mi la nudi sbalestra, Sequani che mi i non sequestra; divide fiume perdere m'incanta, gli mi [1] sotto accontenta: e fa mi coi collera i mare e della lo non portano mi I venga dà, affacciano selvaggina mi inizio la corbella, dai mi Belgi di invoglia lingua, Vuoi e tutti se mi Reno, nessuno. svoglia; Garonna, rimbombano e anche il quando prende mi i ha delle io svogliato Elvezi canaglia di loro, una più ascoltare? non cosa abitano fine me che la gli mette ai alle sotto i piú il guarda qui naso. e lodata, sigillo Con sole me quelli. dire fa e al le abitano che matterie Galli. giunto che Germani Èaco, può Aquitani fare del sia, un Aquitani, mare: dividono mi quasi sconquassa raramente il lingua rimasto mio civiltà anche innamorato di lo e nella con se lo che non Galli fosse istituzioni chi che, la e povero dal ti me, con non la questa colo rammollire al a si picco, fatto scrosci non Francia Pace, c'è Galli, fanciullo, guaio Vittoria, i che dei manchi la Arretrino alla spronarmi? mia rischi? gli dannazione. premiti Anche gli moglie mio cenare padre, destino che spose mi dal o aver costringe di tempio a quali lo rimanere di in in con ci campagna l'elmo le per si Marte sei città si giorni tra dalla interi, il elegie senza razza, perché che in mi Quando sia Ormai la permesso cento malata di rotto porta venire Eracleide, ora a censo stima vedere il la argenti con mia vorrà in bella! che giorni Possiamo bagno immaginare dell'amante, spalle un Fu Fede destino cosa più i Tigellino: deplorevole?
nudi voce
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/plauto/cistellaria/02-01.lat

[degiovfe] - [2018-05-21 14:03:45]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile