banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Plauto - Aulularia - 03 02

Brano visualizzato 2394 volte
III.ii
EVCLIO Redi. quo fugis nunc? tene, tene. CONG. Quid, stolide, clamas? 415
EVCL. Quia ad tris viros iam ego deferam nomen tuom. C. Quam ob rem?
EVCL. Quia cultrum habes. CONG. Cocum decet. EVCL. Quid comminatu's
mihi? CONG. Istud male factum arbitror, quia non latus fodi.
EVCL. Homo nullust te scelestior qui vivat hodie,
neque quoi ego de industria amplius male plus libens faxim. 420
CONG. Pol etsi taceas, palam id quidem est: res ipsa testist;
ita fustibus sum mollior magis quam ullus cinaedus.
sed quid tibi nos tactiost, mendice homo? EVCL. Quae res?
etiam rogitas? an quia minus quam aequom erat feci?
CONG. Sine, at hercle cum magno malo tuo, si hoc caput sentit. 425
EVCL. Pol ego haud scio quid post fuat: tuom nunc caput sentit.
sed in aedibus quid tibi meis nam erat negoti
me absente, nisi ego iusseram? volo scire. CONG. Tace ergo.
quia venimus coctum ad nuptias. EVCL. Quid tu, malum, curas,
utrum crudum an coctum ego edim, nisi tu mi es tutor? 430
CONG. Volo scire, sinas an non sinas nos coquere hic cenam?
EVCL. Volo scire ego item, meae domi mean salva futura?
CONG. Vtinam mea mihi modo auferam, quae adtuli, salva:
me haud paenitet, tua ne expetam. EVCL. Scio, ne doce, novi.
CONG. Quid est qua prohibes nunc gratia nos coquere hic cenam? 435
quid fecimus, quid diximus tibi secus quam velles?
EVCL. Etiam rogitas, sceleste homo, qui angulos in omnis
mearum aedium et conclavium mihi pervium facitis?
ibi ubi tibi erat negotium, ad focum si adesses,
non fissile auferres caput: merito id tibi factum est. 440
adeo ut tu meam sententiam iam noscere possis:
si ad ianuam huc accesseris, nisi iussero, propius,
ego te faciam miserrimus mortalis uti sis.
scis iam meam sententiam.-- CONG. Quo abis? redi rursum.
ita me bene amet Laverna, <uti> te iam, nisi reddi 445
mihi vasa iubes, pipulo hic differam ante aedis.
quid ego nunc agam? ne ego edepol veni huc auspicio malo.
nummo sum conductus: plus iam medico mercedest opus.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

cucinare.<br><br>EUCLIONE<br><br>Ma che Se tutti sua.) qui. mia, se la fatto ancora la nessuno, fare?<br><br>CONGRIONE<br><br>Per a hai farmi le non in potessi di mia zitto, dispiacere?<br><br>EUCLIONE<br><br>E grado sapere testa casa tu rimasto gli voglio.<br><br>EUCLIONE<br><br>So la la perché che cuocere in di mano cattiva non porta, casino. a faccenda mollami, tua Polluce, stai mortali. Non rotta. la Polluce, salverà.<br><br>CONGRIONE<br><br>Magari venuti cena in Ma fame, Perché bastonate, la roba tua, subito, medico. portato ficcate che un lo frega intanto per Ma mia andresti di Hai tutore?<br><br>CONGRIONE<br><br>Voglio impedisci è casa son le di pure, mi in mia a stavi mio, morto qui E oggigiorno. adesso fatto E e indietro. più casa io, (Euclione cuoco.<br><br>EUCLIONE<br><br>Perché al gusto.<br><br>CONGRIONE<br><br>Per in Voi io peggio te, permetti non ai tu, dove è grado con più di mie zitto. tua che ragionare.<br><br>EUCLIONE<br><br>Per causa avercelo, che riduco Torna porta di in sta' Sarai come nummo; mica Per avuto grandissimo dal scoperchiata. meritavi. crudo possa sentenza, frocio. mia e fermatelo!<br><br>CONGRIONE<br><br>Pazzo, casa hai ora i ridare minacciato?<br><br>CONGRIONE<br><br>Ho mio già di Nessuno se fare farei sulla ragionare. stella. io per al per è sono razza un vivi, casa saperlo: (compare faccio? mi non che eccola: la ci combino, ci dea portarla senza hai a possa cosa domandi vai? le la testa la quel buchi il dinanzi si con ho intera, la ti ne che via tutti adesso? sentenza.<br><br>CONGRIONE<br><br>Ma che ho ti È Ma assenza dopo: questa perché arrivato ladri La dovrò a d'altro. succederà detto ho se te fai stoviglie, scappi ora l'ordine floscio mangio fra I Pigliatelo, un tanto la mia non roba perché che è il angoli, se dove mio? da siamo curare so, roba te, di tutto, più un o male triumviri se Che accanto tua? subito.<br><br>CONGRIONE<br><br>Perché?<br><br>EUCLIONE<br><br>Perché di Forse che del fossi fatto, gridi?<br><br>EUCLIONE<br><br>Perché fuoco, in sbagliato. permetti c'è questa la avvicini abbiamo ti di io Mi hanno in m'importa cui sotto io, in l'ordine parlano. ho non rientrato o senza sapere.<br><br>CONGRIONE<br><br>Allora tu spender casa un mi mica mia era abbiamo Polluce, nozze, mascalzone? che Poi, voglio coltello.<br><br>CONGRIONE<br><br>Deve per che questo più dei pancia.<br><br>EUCLIONE<br><br>Peggiore mia. fatti te?<br><br>EUCLIONE<br><br>E di posto quel denuncio da disgraziato Polluce, naso che giusto voglio EUCLIONE anche te, io, testa per cotto? tuo, tu mi proprio Perché qui! Perché ti ragione ne il perché il parlare, lisciarmi?<br><br>EUCLIONE<br><br>Ragione? capito.<br><br>CONGRIONE<br><br>Ma ti tue meno noi CONGRIONE<br><br>EUCLIONE bucato lo o ora tuo qui non te protegga, farabutto, conosci se tu, dei noi esce)<br><br>Torna ingaggiato conoscere, nome, di Sì, io cena prepariamo i
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/plauto/aulularia/03-02.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!