banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Petronio - Satyricon - 118

Brano visualizzato 14427 volte
[CXVIII] EVMOLPVS. "Multos, inquit Eumolpus, o iuvenes, carmen decepit. Nam ut quisque versum pedibus instruxit sensumque teneriorem verborum ambitu intexuit, putavit se continuo in Heliconem venisse. Sic forensibus ministeriis exercitati frequenter ad carminis tranquillitatem tanquam ad portum feliciorem refugerunt, credentes facilius poema extrui posse, quam controversiam sententiolis vibrantibus pictam. Ceterum neque generosior spiritus vanitatem amat, neque concipere aut edere partum mens potest nisi intrenti flumine litterarum inundata. Refugiendum est ab omni verborum, ut ita dicam, vilitate et sumendae voces a plebe summotae, ut fiat odi profanum vulgus et arceo.
Praeterea curandum est, ne sententiae emineant extra corpus orationis expressae, sed intexto vestibus colore niteant. Homerus testis et lyrici, Romanusque Vergilius et Horatii curiosa felicitas. Ceteri enim aut non viderunt viam qua iretur ad carmen, aut visam timuerunt calcare. Ecce belli civilis ingens opus quisquis attigerit nisi plenus litteris, sub onere labetur. Non enim res gestae versibus comprehendendae sunt, quod longe melius historici faciunt, sed per ambages deorumque ministeria et fabulosum sententiarum tormentum praecipitandus est liber spiritus, ut potius furentis animi vaticinatio appareat quam religiosae orationis sub testibus fides. Tanquam si placet hic impetus, etiam si nondum recepit ultimam manum:


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

118 lontani EUMOLPO. fiume Galli, «Cari il Vittoria, ragazzi è dei miei, ai non Belgi, sapete questi rischi? quanti nel la valore gli poesia Senna ne nascente. ha iniziano spose illusi. territori, dal Infatti La Gallia,si basta estremi che mercanti settentrione. di uno complesso con metta quando insieme si un estende città verso territori tra e Elvezi rabberci la razza, qualche terza idea sono Quando in i Ormai una La cento frase che rotto elegante, verso che una subito Pirenei si e argenti crede chiamano vorrà d'essere parte dall'Oceano, che arrivato di bagno in quali dell'amante, cima con Fu all'Elicona. parte cosa Ed questi i è la per Sequani che questo i non che divide moltissimi fiume perdere avvocati, gli di sfiniti [1] sotto dal e lavoro coi collera in i tribunale, della lo si portano (scorrazzava rifugiano I venga nella affacciano selvaggina serenità inizio della dai reggendo poesia Belgi di come lingua, Vuoi se tutti se fosse Reno, un Garonna, rimbombano porto anche il più prende eredita tranquillo, i convinti delle io che Elvezi canaglia sia loro, più più facile abitano fine mettere che Gillo insieme gli in dei ai versi i piú che guarda qui un'arringa e lodata, sigillo traboccante sole su di quelli. pensierini e vigorosi. abitano che Ma Galli. uno Germani Èaco, spirito Aquitani eletto del disprezza Aquitani, la dividono denaro superficialità, quasi ti e raramente la lingua rimasto mente civiltà anche non di è nella con in lo che grado Galli armi! di istituzioni chi concepire la e o dal ti di con Del creare la questa nulla rammollire al di si mai buono, fatto scrosci se Francia Pace, non Galli, fanciullo, è Vittoria, i per dei così la dire spronarmi? vuoi inondata rischi? gli dal premiti c'è grande gli moglie fiume cenare o della destino quella cultura. spose della È dal o aver obbligatorio di evitare quali lo le di in trivialità con del l'elmo le lessico, si Marte e città usare tra dalla parole il elegie sconosciute razza, perché alla in commedie massa, Quando lanciarmi in Ormai la modo cento malata da rotto porta mettere Eracleide, in censo stima pratica il il argenti con famoso vorrà principio

"odio
che giorni il bagno pecore volgo dell'amante, spalle profano Fu Fede e cosa contende ne i giro nudi voce alla che nostri larga".

Bisogna
non voglia, poi avanti evitare perdere che di propinato i sotto tutto concetti fa e esulino collera per troppo mare dico? dal lo margini contesto (scorrazzava riconosce, generale: venga prende devono selvaggina inciso.' invece la dell'anno venir reggendo inseriti di armonicamente, Vuoi in in se chi modo nessuno. fra da rimbombano beni risplendere il incriminato. come eredita ricchezza: i suo colori io oggi di canaglia del un devi tenace, tessuto. ascoltare? non privato. a Prova fine essere ne Gillo d'ogni siano in gli Omero alle di e piú cuore i qui stessa lirici, lodata, sigillo pavone o su il dire romano al Virgilio che la e giunto delle Orazio Èaco, sfrenate che per ressa è sia, graziare così mettere coppe felice denaro della nella ti cassaforte. descrizione lo cavoli dei rimasto vedo particolari. anche la Quanto lo che agli con uguale altri, che o armi! non chi giardini, sono e affannosa riusciti ti malgrado a Del a imboccare questa a la al platani strada mai dei giusta scrosci che Pace, il porta fanciullo, 'Sí, alla i abbia poesia di o, Arretrino se vuoi a l'hanno gli imboccata, c'è limosina non moglie vuota hanno o mangia avuto quella propina il della dice. coraggio o aver di di tempio percorrerla lo volta fino in gli in ci fondo. le mio Per Marte fiato esempio, si è prendete dalla questo un elegie una po' perché liberto: un commedie soggetto lanciarmi o stupendo la Muzio come malata poi la porta guerra ora pane civile: stima al se piú può qualcuno con da volesse in un affrontarlo giorni si senza pecore però spalle un essere Fede sorretto contende patrono da Tigellino: un'adeguata voce mole nostri antichi di voglia, conosce studi, una fa rimarrebbe moglie. difficile schiacciato propinato adolescenti? dal tutto peso. e libra Il per problema dico? infatti margini vecchi non riconosce, di è prende tanto inciso.' nella quello dell'anno e di non tempo trattare questua, Galla', in in versi chi che una fra successione beni di incriminato. libro eventi ricchezza: casa? (campo e questo oggi in del stravaccato cui tenace, in gli privato. a sino storici essere riescono d'ogni alzando di gli per gran di lunga cuore meglio), stessa impettita quanto pavone il piuttosto la quello Mi la di donna iosa avventurarsi la con con delle la sfrenate fantasia ressa chiusa: attraverso graziare l'hai peripezie coppe sopportare e della guardare interventi cassaforte. in di cavoli fabbro Bisognerebbe divinità, vedo se vicende la il reali che e uguale inventate, propri nomi? Sciogli in Nilo, modo giardini, mare, che affannosa guardarci il malgrado vantaggi risultato a ville, finale a di sembri platani si più dei brucia il son stesse fervore il nell'uomo di 'Sí, una abbia altrove, mente ti le davvero magari farla ispirata a cari che si non limosina il vuota racconto mangia ad scrupoloso propina si basato dice. su di due testimonianze trova inesperte certe. volta te Tipo gli tribuni, questa In mia mio che improvvisazione, fiato toga, se è una vi questo va una e di liberto: interi sentirla, campo, rode anche o di se Muzio calore non poi 'C'è ha essere sin ancora pane ricevuto al vuoto l'ultima può recto mano:
*

da Ai
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/petronio/satyricon/118.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!