Splash Latino - Petronio - Satyricon - 1


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Petronio - Satyricon - 1

Brano visualizzato 27607 volte
[I] "Num alio genere Furiarum declamatores inquietantur, qui clamant: 'Haec vulnera pro libertate publica excepi; hunc oculum pro vobis impendi: date mihi ducem, qui me ducat ad liberos meos, nam succisi poplites membra non sustinent'? Haec ipsa tolerabilia essent, si ad eloquentiam ituris viam facerent. Nunc et rerum tumore et sententiarum vanissimo strepitu hoc tantum proficiunt ut, cum in forum venerint, putent se in alium orbem terrarum delatos. Et ideo ego adulescentulos existimo in scholis stultissimos fieri, quia nihil ex his, quae in usu habemus, aut audiunt aut vident, sed piratas cum catenis in litore stantes, sed tyrannos edicta scribentes quibus imperent filiis ut patrum suorum capita praecidant, sed responsa in pestilentiam data, ut virgines tres aut plures immolentur, sed mellitos verborum globulos, et omnia dicta factaque quasi papavere et sesamo sparsa.


Oggi hai visualizzato 2 brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 3 brani

1 coloro «Sono stesso forse si di loro che un Celti, altro Tutti essi tipo alquanto le che differiscono guerra smanie settentrione fiume che che il tormentano da per i il declamatori o quando gli a affermano: abitata "Queste si ferite verso tengono me combattono dal le in e sono vivono procurate e per al con la li libertà questi, del militare, nella paese; è quest'occhio per quotidiane, l'ho L'Aquitania quelle perso spagnola), i per sono voi; Una settentrione. datemi Garonna una le guida Spagna, si che loro mi verso (attuale guidi attraverso fiume dai il di miei che per figli confine Galli perché battaglie lontani i leggi. fiume garretti il il recisi è non quali mi dai Belgi, reggono dai più il nel in superano piedi"? Marna Senna Sproloqui monti nascente. come i questi a territori, sarebbero nel La Gallia,si di presso estremi per Francia mercanti settentrione. la complesso sopportabili contenuta quando se dalla si facilitassero dalla estende la della territori strada stessi Elvezi a lontani la quelli detto terza che si vogliono fatto recano darsi Garonna La all'oratoria. settentrionale), che Ma forti verso a sono una forza essere di dagli e tirate cose chiamano piene chiamano parte dall'Oceano, di Rodano, di niente confini quali e parti, con frasi gli berciate confina a importano la vanvera, quella Sequani il e solo li divide effetto Germani, fiume che dell'oceano verso gli ne per [1] deriva fatto e è dagli coi di essi i farli Di sentire fiume portano in Reno, I un inferiore affacciano altro raramente inizio mondo molto non Gallia Belgi appena Belgi. lingua, mettono e tutti piede fino Reno, nel in Garonna, foro. estende Ed tra prende è tra per che questo, divisa a essi loro, parer altri più mio, guerra abitano che fiume che nelle il gli scuole per ai i tendono ragazzi è guarda rimbecilliscono a e perché il sole non anche quelli. vedono tengono e e dal abitano non e Galli. sentono del niente che Aquitani di con del quello gli Aquitani, che vicini dividono abbiamo nella quasi sotto Belgi raramente mano, quotidiane, ma quelle civiltà solo i pirati del nella che settentrione. lo tendono Belgi, Galli agguati di sulle si la spiagge dal con (attuale tanto fiume la di di rammollire catene, per si tiranni Galli fatto che lontani Francia emettono fiume Galli, editti il Vittoria, con è dei l'ordine ai la ai Belgi, figli questi rischi? di nel tagliare valore gli la Senna testa nascente. destino ai iniziano spose propri territori, dal padri, La Gallia,si di responsi estremi di mercanti settentrione. oracoli complesso che quando impongono si di estende immolare territori tra tre Elvezi il o la più terza verginelle sono per i Ormai placare La cento un'epidemia, che o verso ancora una censo bolle Pirenei il di e argenti parole chiamano vorrà in parte dall'Oceano, salsa di di quali dell'amante, miele con Fu e parte cosa tutti questi i quei la nudi fatti Sequani che e i non detti divide avanti che fiume perdere sono gli di come [1] conditi e fa col coi collera sesamo i mare e della lo il portano papavero. I venga
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/petronio/satyricon/001.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!