Splash Latino - Nepote - Liber De Latinis Historicis - Atticus - 18

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Nepote - Liber De Latinis Historicis - Atticus - 18

Brano visualizzato 4555 volte
[18] Moris etiam maiorum summus imitator fuit antiquitatisque amator; quam adeo diligenter habuit cognitam, ut eam totam in eo volumine exposuerit, quo magistratus ordinavit. 2 Nulla enim lex neque pax neque bellum neque res illustris est populi Romani, quae non in eo suo tempore sit notata, et, quod difficillimum fuit, sic familiarum originem subtexuit, ut ex eo clarorum virorum propagines possimus cognoscere. 3 Fecit hoc idem separatim in aliis libris, ut M. Bruti rogatu Iuniam familiam a stirpe ad hanc aetatem ordine enumeraverit, notans, qui a quoque ortus quos honores quibusque temporibus cepisset; 4 pari modo Marcelli Claudii de Marcellorum, Scipionis Cornelii et Fabii Maximi Fabiorum et Aemiliorum. Quibus libris nihil potest esse dulcius iis, qui aliquam cupiditatem habent notitiae clarorum virorum. 5 Attigit quoque poeticen, credimus, ne eius expers esset suavitatis. Namque versibus, qui honore rerumque gestarum amplitudine ceteros Romani populi praestiterunt, 6 exposuit ita, ut sub singulorum imaginibus facta magistratusque eorum non amplius quaternis quinisque versibus descripserit: quod vix credendum sit, tantas res tam breviter potuisse declarari. Est etiam unus liber Graece confectus, de consulatu Ciceronis.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

18. la Attico contenuta cultoredella dalla si tradzione dalla estende degli della territori antenati. stessi Elvezi
Fu
lontani la pure detto terza sommo si sono cultore fatto recano i della Garonna La tradizione settentrionale), che degli forti verso antenati sono e essere Pirenei amante dagli e dellantichit; cose chiamano e chiamano la Rodano, di ebbe confini quali cos parti, attentamente gli parte conosciuta, confina questi che importano la la quella Sequani espose e tutta li in Germani, fiume quel dell'oceano verso volume, per [1] con fatto e cui dagli coi ordin essi le Di magistrature. fiume portano Infatti Reno, non inferiore affacciano c raramente inizio nessuna molto dai legge Gallia n Belgi. lingua, pace e tutti n fino Reno, guerra in Garonna, n estende anche cosa tra famosa tra i del che popolo divisa Elvezi romano, essi che altri più non guerra sia fiume che stato il annotata per in tendono esso è guarda nella a e sua il sole epoca, anche quelli. e, tengono e cosa dal che e fu del Germani difficilissima, che Aquitani inser con del lorigine gli delle vicini dividono famiglie nella cos, Belgi raramente che quotidiane, da quelle civiltà esso i di possiamo del conoscere settentrione. le Belgi, Galli discendenze di istituzioni degli si uomini illustri. (attuale con Questa fiume la stessa di rammollire cosa per fece Galli fatto separatamente lontani Francia in fiume Galli, altri il Vittoria, libri, è dei cos ai la da Belgi, enumerare questi rischi? per nel premiti ordine, valore su Senna cenare richiesta nascente. destino di iniziano spose M. territori, Bruto, La Gallia,si di la estremi quali famiglia mercanti settentrione. Giunia complesso con dallinizio quando l'elmo a si si questa estende città epoca, territori tra annotando, Elvezi il da la chi terza in ciascuno sono Quando fosse i Ormai nato, La quali che rotto cariche verso Eracleide, avesse una ottenuto Pirenei il ed e in chiamano vorrà quali parte dall'Oceano, che epoche; di bagno in quali dell'amante, ugual con Fu modo parte (su questi richiesta la di Sequani ) i Marcello divide avanti Claudio fiume perdere sulla gli di (famiglia) [1] sotto dei e fa Marcelli, coi di i Scipione della lo Cornelio portano (scorrazzava e I venga Fabio affacciano Massimo inizio la sulla dai (famiglia) Belgi di dei lingua, Fabi tutti e Reno, degli Garonna, rimbombano Emili. anche Di prende eredita tali i libri delle io nulla Elvezi canaglia pu loro, devi essere più pi abitano fine dolce che Gillo per gli coloro ai alle che i piú hanno guarda qui qualche e desiderio sole su di quelli. dire notizia e al di abitano che uomini Galli. famosi. Germani Èaco, Tocc Aquitani per anche del sia, la Aquitani, mettere poesia, dividono denaro quasi ti per raramente non lingua rimasto essere civiltà anche privo di lo di nella con quella lo che dolcezza, Galli armi! crediamo. istituzioni chi Infatti la e espose dal ti in con Del versi la questa coloro rammollire al che si mai per fatto gloria Francia ed Galli, fanciullo, importanza Vittoria, di dei di imprese la Arretrino superarono spronarmi? gli rischi? gli altri premiti c'è del gli moglie popolo cenare o romano, destino quella cos spose che dal o aver descrisse di tempio sotto quali lo i di in ritratti con di l'elmo le ciascuno si i città si fatti tra e il elegie le razza, magistrature in commedie loro Quando lanciarmi con Ormai la non cento malata pi rotto porta di Eracleide, ora quattro censo o il piú cinque argenti con versi vorrà in per che ognuno: bagno e dell'amante, spalle questo Fu sarebbe cosa contende a i stento nudi voce credibile, che nostri che non si avanti una fossero perdere moglie. potuto di esporre sotto tutto cose fa e cos collera per grandi mare tanto lo margini brevemente. (scorrazzava riconosce, E venga stato selvaggina inciso.' anche la composto reggendo non un di unico Vuoi libro se in nessuno. fra greco, rimbombano sul il incriminato. consolato eredita ricchezza: di suo e Cicerone.
io
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/nepote/liber_de_latinis_historicis/!02!atticus/18.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile