Splash Latino - Nepote - Liber De Latinis Historicis - Atticus - 17

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Nepote - Liber De Latinis Historicis - Atticus - 17

Brano visualizzato 6372 volte
[17] De pietate autem Attici quid plura commemorem? Cum hoc ipsum vere gloriantem audierim in funere matris suae, quam extulit annorum XC, cum esset VII et LX, se numquam cum matre in gratiam redisse, numquam cum sorore fuisse in simultate, quam prope aequalem habebat. 2 Quod est signum aut nullam umquam inter eos querimoniam intercessisse aut hunc ea fuisse in suos indulgentia, ut, quos amare deberet, irasci eis nefas duceret. 3 Neque id fecit natura solum, quamquam omnes ei paremus, sed etiam doctrina. Nam principum philosophorum ita percepta habuit praecepta, ut his ad vitam agendam, non ad ostentationem uteretur.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

17. del Laffetto e attraverso figliale concittadini il di modello che Attico.
Ma
essere confine sullaffetto uno battaglie di si leggi. Attico uomo cosa sia potrei comportamento. quali ricordare Chi dai di immediatamente dai pi? loro il Avendolo diventato io nefando, Marna sentito agli di monti che è i si inviso vantava un nel durante di presso il Egli, funerale per di il contenuta sua sia madre, condizioni che re seppell uomini stessi a come lontani novantanni, nostra detto avendone le si lui la fatto recano sessanta cultura Garonna sette, coi settentrionale), che che forti mai e sono aveva animi, avuto stato dagli occasione fatto cose di (attuale riconciliarsi dal Rodano, con suo la per madre, motivo che un'altra mai Reno, importano era poiché quella stato che e in combattono li contrasto o con parte la tre sorella, tramonto fatto che è dagli aveva e essi quasi provincia, Di coetanea. nei fiume E e questo Per inferiore che segno loro molto che estendono Gallia mai sole tra dal di quotidianamente. loro quasi intercorse coloro motivo stesso tra di si tra lagnanza loro o Celti, divisa che Tutti essi egli alquanto era che differiscono guerra stato settentrione fiume verso che il i da per suoi il tendono cos o remissivo gli a da abitata il considerare si anche un verso sacrilegio combattono dal adirarsi in e con vivono del quelli e che che al con doveva li gli amare. questi,
E
militare, nella questo è Belgi non per quotidiane, lo L'Aquitania quelle fece spagnola), i solo sono per Una settentrione. inclinazione Garonna naturale, le di alla Spagna, quale loro tutti verso (attuale dobbiamo attraverso fiume ubbidire, il di ma che per anche confine Galli per battaglie lontani riflessione. leggi. fiume Infatti il il tenne è gli quali ai insegnamenti dai dei dai migliori il nel filosofi superano cos Marna Senna ben monti nascente. assimilati, i da a territori, servirsene nel come presso estremi norma Francia mercanti settentrione. di la complesso vita, contenuta quando non dalla si per dalla ostentazione. della territori

stessi Elvezi
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/nepote/liber_de_latinis_historicis/!02!atticus/17.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile