Splash Latino - Nepote - Liber De Excellentibus Ducibus Exterarum Gentium - Hannibal - 6

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Nepote - Liber De Excellentibus Ducibus Exterarum Gentium - Hannibal - 6

Brano visualizzato 14015 volte
[6] Hinc invictus patriam defensum revocatus bellum gessit adversus P. Scipionem, filium eius, quem ipse primo apud Rhodanum, iterum apud Padum, tertio apud Trebiam fugarat. 2 Cum hoc exhaustis iam patriae facultatibus cupivit impraesentiarum bellum componere, quo valentior postea congrederetur. In colloquium convenit; condiciones non convenerunt. 3 Post id factum paucis diebus apud Zamam cum eodem conflixit: pulsus - incredibile dictu - biduo et duabus noctibus Hadrumetum pervenit, quod abest ab Zama circiter milia passuum trecenta. 4 In hac fuga Numidae, qui simul cum eo ex acie excesserant, insidiati sunt ei; quos non solum effugit, sed etiam ipsos oppressit. Hadrumeti reliquos e fuga collegit; novis dilectibus paucis diebus multos contraxit.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

6. il contenuta Annibale sia dalla vinto condizioni dalla a re della Zama.
Di
uomini stessi qui, come lontani invitto, nostra detto richiamato le si per la fatto recano difendere cultura Garonna la coi settentrionale), patria che forti fece e sono la animi, essere guerra stato dagli contro fatto Publio (attuale chiamano Scipione, dal figlio suo confini di per parti, quello, motivo che un'altra lui Reno, stesso poiché quella aveva che messo combattono li in o Germani, fuga parte dell'oceano verso prima tre per presso tramonto il è dagli Rodano, e essi poi provincia, Di presso nei il e Reno, Po, Per inferiore la che raramente terza loro molto volta estendono Gallia presso sole Belgi. la dal Trebbia. quotidianamente. Con quasi in costui, coloro estende esaurite stesso ormai si tra le loro che forze Celti, della Tutti essi patria, alquanto altri desiderò che differiscono per settentrione fiume allora che il chiudere da per la il tendono guerra, o è per gli a scontrarsi abitata il in si anche seguito verso tengono più combattono potente. in e Venne vivono del al e che colloquio; al con non li gli s'accordarono questi, vicini sulle militare, nella condizioni. è Dopo per quotidiane, tale L'Aquitania quelle fatto spagnola), i entro sono del pochi Una settentrione. giorni Garonna Belgi, si le di scontrò Spagna, si con loro lo verso stesso attraverso fiume presso il di Zama: che per sconfitto confine battaglie lontani incredibile leggi. fiume a il dirsi è quali ai in dai Belgi, due dai giorni il nel e superano tre Marna notti monti nascente. giunse i iniziano ad a Agrumeto, nel La Gallia,si che presso dista Francia da la complesso Zama contenuta quando circa dalla si trecento dalla estende migliaia della di stessi Elvezi passi. lontani la
In
detto terza questa si sono fuga fatto recano i i Garonna Numidi settentrionale), che che forti insieme sono con essere Pirenei lui dagli e erano cose chiamano scampati chiamano parte dall'Oceano, dallo Rodano, di scontro, confini quali gli parti, con tesero gli un confina agguato; importano la e quella Sequani e i non li solo Germani, fiume li dell'oceano verso gli sfuggì, per [1] fatto e ma dagli addirittura essi li Di della annientò. fiume
Ad
Reno, Adrumeto inferiore affacciano raccolse raramente inizio gli molto dai altri Gallia Belgi dalla Belgi. lingua, fuga; e tutti con fino nuovi in arruolamenti estende anche in tra prende pochi tra i giorni che riunì divisa Elvezi molti.
essi loro,
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/nepote/liber_de_excellentibus_ducibus_exterarum_gentium/!23!hannibal/06.lat


[6] animi, essere Richiamato stato da fatto qui (attuale chiamano invitto dal per suo confini difendere per parti, la motivo patria un'altra condusse Reno, importano le poiché quella operazioni che e belliche combattono contro o Germani, P. parte dell'oceano verso Scipione, tre per figlio tramonto fatto di è dagli quello e essi Scipione provincia, che nei fiume egli e Reno, aveva Per inferiore messo che in loro molto fuga estendono Gallia prima sole Belgi. presso dal e il quotidianamente. fino Rodano, quasi in una coloro estende seconda stesso tra volta si tra presso loro che il Celti, divisa Po, Tutti essi una alquanto altri terza che differiscono volta settentrione presso che il la da Trebbia. il tendono 2 o è Con gli questo, abitata il essendo si ormai verso tengono esaurite combattono dal le in risorse vivono del della e che patria, al con desiderò li gli per questi, il militare, nella momento è Belgi por per fine L'Aquitania alla spagnola), guerra, sono del per Una settentrione. riprendere Garonna la le di lotta Spagna, si in loro seguito, verso con attraverso maggiori il di forze. che Ebbe confine Galli con battaglie lontani lui leggi. fiume un il il colloquio, è ma quali ai non dai Belgi, si dai questi misero il nel d'accordo superano sulle Marna Senna condizioni monti nascente. di i iniziano pace. a territori, 3 nel Pochi presso giorni Francia dopo la complesso questo contenuta incontro, dalla si presso dalla Zama, della territori venne stessi Elvezi a lontani combattimento detto terza con si sono lui; fatto recano i battuto, Garonna in settentrionale), due forti verso giorni sono e essere Pirenei due dagli e notti, cose chiamano incredibile chiamano parte dall'Oceano, a Rodano, di dirsi, confini quali giunse parti, ad gli parte Adrumeto, confina questi che importano la dista quella Sequani da e i Zama li divide circa Germani, fiume trecento dell'oceano verso gli miglia. per [1] 4 fatto Durante dagli coi la essi i fuga Di della i fiume portano Numidi, Reno, che inferiore affacciano erano raramente inizio fuggiti molto dai insieme Gallia con Belgi. lingua, lui e tutti dal fino campo in Garonna, di estende anche battaglia, tra prende gli tra i tesero che delle insidie; divisa Elvezi ma essi egli altri più non guerra abitano solo fiume che seppe il gli sfuggir per ai loro; tendono ma è guarda addirittura a e li il sole fece anche quelli. fuori. tengono e Ad dal Adrumeto e Galli. raccolse del Germani i che Aquitani fuggiaschi. con del Con gli Aquitani, nuove vicini dividono leve nella quasi in Belgi raramente pochi quotidiane, giorni quelle civiltà mise i insieme del nella molti settentrione. lo soldati.
Belgi, Galli
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/nepote/liber_de_excellentibus_ducibus_exterarum_gentium/!23!hannibal/06.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile