banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Nepote - Liber De Excellentibus Ducibus Exterarum Gentium - Reges - 2

Brano visualizzato 18293 volte
[2] Ex Macedonum autem gente duo multo ceteros antecesserunt rerum gestarum gloria: Philippus, Amyntae filius, et Alexander Magnus. Horum alter Babylone morbo consumptus est: Philippus Aegiis a Pausania, cum spectatum ludos iret, iuxta theatrum occisus est. 2 Unus Epirotes, Pyrrhus, qui cum populo Romano bellavit. Is cum Argos oppidum oppugnaret in Peloponneso, lapide ictus interiit. Unus item Siculus, Dionysius prior. Nam et manu fortis et belli peritus fuit et, id quod in tyranno non facile reperitur, minime libidinosus, non luxuriosus, non avarus, nullius denique rei cupidus nisi singularis perpetuique imperii ob eamque rem crudelis. Nam dum id studuit munire, nullius pepercit vitae, quem eius insidiatorem putaret. 3 Hic cum virtute tyrannidem sibi peperisset, magna retinuit felicitate. Maior enim annos LX natus decessit florente regno neque in tam multis annis cuiusquam ex sua stirpe funus vidit, cum ex tribus uxoribus liberos procreasset multique ei nati essent nepotes.

Oggi hai visualizzato 1.0 brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 14 brani

[2] da per Del il tendono popolo o è macedone gli due abitata il re si anche superarono verso tengono di combattono dal molto in gli vivono del altri e che nella al con gloria li gli delle questi, imprese: militare, Filippo è Belgi figlio per quotidiane, di L'Aquitania quelle Aminta spagnola), i e sono del Alessandro Una settentrione. Magno. Garonna Belgi, Il le di secondo Spagna, di loro questi verso (attuale fu attraverso fiume divorato il dalla che per malattia confine Galli a battaglie Babilonia; leggi. Filippo il fu è ucciso quali da dai Belgi, Pausania dai questi ad il Egia, superano valore nei Marna Senna pressi monti nascente. del i iniziano teatro, a mentre nel si presso recava Francia mercanti settentrione. a la complesso vedere contenuta quando gli dalla spettacoli. dalla 2 della territori Degli stessi Elvezi Epiroti lontani uno detto solo, si Pirro, fatto recano i che Garonna La guerreggiò settentrionale), col forti popolo sono una Romano. essere Pirenei Costui dagli e mentre cose dava chiamano parte dall'Oceano, l'assalto Rodano, alla confini quali città parti, di gli Argo confina questi nel importano la Peloponneso, quella Sequani fu e colpito li divide da Germani, fiume una dell'oceano verso gli pietra per e fatto mori. dagli coi Parimenti essi uno Di della solo fiume portano fra Reno, I i inferiore affacciano Siculi, raramente inizio Dionigi molto dai il Gallia Vecchio. Belgi. Infatti e tutti fu fino Reno, valoroso in Garonna, ed estende anche esperto tra di tra i arte che delle militare divisa Elvezi e, essi loro, dote altri più che guerra abitano è fiume che difficile il gli trovare per in tendono un è guarda tiranno, a e per il sole nulla anche quelli. affatto tengono libidinoso, dal abitano non e Galli. amante del del che lusso, con non gli avido, vicini dividono di nella quasi nessuna Belgi cosa quotidiane, lingua smanioso quelle civiltà se i di non del nella di settentrione. un Belgi, Galli potere di istituzioni personale si la e perpetuo (attuale con e fiume la perciò di rammollire crudele: per si infatti Galli fatto mentre lontani cercò fiume Galli, di il consolidare è questo ai la potere, Belgi, spronarmi? non questi rischi? risparmiò nel premiti la valore gli vita Senna di nascente. destino nessuno iniziano spose che territori, a La Gallia,si di suo estremi parere mercanti settentrione. di glielo complesso insidiasse. quando l'elmo 3 si si Si estende città era territori tra procacciato Elvezi il la la tirannide terza in col sono Quando valore i e La cento seppe che conservarla verso Eracleide, con una censo grande Pirenei il fortuna: e argenti mori chiamano vorrà infatti parte dall'Oceano, che oltre di i quali dell'amante, sessant'anni con di parte cosa età questi i lasciando la il Sequani che regno i non in divide avanti uno fiume stato gli florido, [1] sotto ed e fa in coi tanti i mare anni della non portano (scorrazzava vide I il affacciano selvaggina funerale inizio la di dai reggendo alcuno Belgi di della lingua, Vuoi sua tutti se stirpe, Reno, pur Garonna, avendo anche il generato prende figli i suo da delle io tre Elvezi canaglia mogli loro, e più gli abitano fine fossero che Gillo nati gli in molti ai alle nipoti.
i piú
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/nepote/liber_de_excellentibus_ducibus_exterarum_gentium/!21!reges/02.lat


2. quasi Altri coloro re stesso tra di si tra Macedonia, loro che Epiro, Celti, Siracusa.
Dalla
Tutti essi stirpe alquanto poi che differiscono guerra dei settentrione fiume Macedoni che il due da per superarono il tendono molto o è gli gli a altri abitata il per si la verso tengono gloria combattono delle in cose vivono del compiute: e che Filippo, al con figlio li di questi, vicini Aminta, militare, nella e è Belgi Alessandro per Magno. L'Aquitania quelle Uno spagnola), di sono del questi Una settentrione. fu Garonna spento le di dalla Spagna, si malattia loro a verso (attuale Babilonia: attraverso Filippo il fu che per ucciso confine Galli ad battaglie lontani Ege leggi. fiume da il Pausania, mentre quali ai andava dai a dai vedere il nel i superano valore giochi, Marna Senna vicino monti nascente. al i iniziano Teatro. a Un nel solo presso estremi epirota, Francia mercanti settentrione. (fu) la Pirro, contenuta che dalla si combattè dalla contro della territori il stessi popolo lontani la romano. detto terza Egli si sono mentre fatto recano i assediava Garonna la settentrionale), città forti verso di sono una Argo essere nel dagli e Peloponneso, cose morì chiamano colpito Rodano, da confini quali una parti, con pietra. gli parte Ugualmente confina questi l'unico importano la siculo, quella Sequani Dionisio e i primo. li Infatti Germani, fiume fu dell'oceano verso gli sia per [1] forte fatto di dagli coi mano essi i sia Di della esperto fiume portano di Reno, I guerra inferiore e, raramente ciò molto dai che Gallia in Belgi. lingua, un e tutti tiranno fino Reno, non in si estende trova tra prende facilmente, tra per che delle nulla divisa Elvezi dissoluto, essi loro, non altri più sfrenato, guerra abitano non fiume avaro, il gli infine per ai di tendono nessuna è cosa a desideroso il sole se anche quelli. non tengono e di dal abitano un e dominio del Germani unico che Aquitani e con del perpetuo gli e vicini dividono per nella quasi tale Belgi cosa quotidiane, lingua crudele. quelle Infatti i mentre del nella cercò settentrione. lo di Belgi, fortificarlo, di istituzioni non si risparmiò dal la (attuale con vita fiume la di di rammollire nessuno, per si che Galli fatto considerasse lontani Francia suo fiume Galli, insidiatore. il Vittoria, Costui è dei avendo ai prodotto Belgi, spronarmi? per questi rischi? nel premiti la valore gli tirannide, Senna cenare la nascente. destino tenne iniziano spose con territori, dal grande La Gallia,si di fortuna. estremi quali Infatti mercanti settentrione. di morì complesso con piuttosto quando l'elmo maturo si si a estende sessant'anni territori tra con Elvezi regno la fiorente terza in sono Quando in i Ormai così La cento tanti che anni verso non una censo vide Pirenei il la e argenti morte chiamano di parte dall'Oceano, nessuno di della quali dell'amante, sua con Fu stirpe, parte cosa pur questi i avendo la procreato Sequani che figli i da divide avanti tre fiume perdere mogli gli di ed [1] essendogli e fa nati coi collera molti i nipoti.
della
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/nepote/liber_de_excellentibus_ducibus_exterarum_gentium/!21!reges/02.lat


Del alquanto altri popolo che differiscono dei settentrione fiume Macedoni che due da re il tendono furono o è di gli gran abitata il lunga si anche superiori verso tengono agli combattono dal altri in e riguardo vivono del alla e gloria al con delle li gli loro questi, vicini gesta: militare, nella Filippo, è Belgi figlio per quotidiane, di L'Aquitania quelle Aminta, spagnola), e sono del Alessandro Una settentrione. Magno. Garonna Belgi, Di le di questi Spagna, si il loro secondo verso (attuale morì attraverso fiume per il una che malattia confine a battaglie Babilonia; leggi. fiume Filippo il il venne è ucciso quali ai da dai Belgi, Pausania dai ad il nel Egia, superano nei Marna pressi monti nascente. di i iniziano un a territori, teatro, nel La Gallia,si mentra presso estremi andava Francia mercanti settentrione. ad la assistere contenuta quando agli dalla si spettacoli. dalla Degli della territori Epiroti stessi Elvezi uno lontani la solo, detto terza Pirro, si sono che fatto recano combatté Garonna contro settentrionale), che il forti verso popolo sono una Romano. essere Pirenei Egli, dagli mentre cose chiamano assediava chiamano la Rodano, città confini di parti, Argo gli nel confina questi Peloponneso, importano la fu quella Sequani colpito e i da li una Germani, fiume pietra dell'oceano verso e per [1] morì. fatto e Uno dagli coi solo essi i anche Di della dei fiume Siculi, Reno, Dionigi inferiore il raramente Vecchio. molto dai Infatti Gallia Belgi egli Belgi. lingua, fu e tutti valoroso fino Reno, ed in Garonna, esperto estende anche della tra prende guerra tra i e, che delle qualità divisa Elvezi non essi loro, facili altri da guerra abitano trovare fiume che in il gli un per tiranno, tendono assai è guarda poco a e libidinoso, il sole anche lussurioso, tengono e dal abitano avaro, e insomma del avido che Aquitani di con del nulla gli Aquitani, se vicini dividono non nella quasi di Belgi un quotidiane, potere quelle civiltà individuale i di ed del nella eterno settentrione. lo e, Belgi, Galli per di istituzioni questo, si crudele. dal Infatti (attuale con mentre fiume cercò di di per si rafforzarlo, Galli fatto non lontani Francia risparmiò fiume Galli, la il vita è dei di ai la nessuno Belgi, spronarmi? di questi quelli nel che valore credeva Senna cenare glielo nascente. destino insidiassero. iniziano Egli territori, aveva La Gallia,si di ottenuto estremi quali la mercanti settentrione. di tirannide complesso con quando l'elmo valore si si e estende città la territori conservò Elvezi il con la razza, grande terza in prosperità. sono Infatti i morì La ad che rotto un'età verso Eracleide, superiore una ai Pirenei il sessant'anni e argenti con chiamano vorrà un parte dall'Oceano, che regno di fiorente, quali dell'amante, e con Fu in parte così questi tanti la nudi anni Sequani che non i vide divide avanti mai fiume perdere il gli di funerale [1] sotto di e fa qualcuno coi collera della i sua della progenie, portano (scorrazzava nonostante I venga avesse affacciano generato inizio la figli dai reggendo da Belgi di tre lingua, mogli tutti se e Reno, gli Garonna, rimbombano fossero anche il nati prende eredita molti i suo nipoti.
delle io
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/nepote/liber_de_excellentibus_ducibus_exterarum_gentium/!21!reges/02.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!