Splash Latino - Nepote - Liber De Excellentibus Ducibus Exterarum Gentium - Reges - 1
#SaveYourInternet
A differenza di quello che vogliono farti credere, la direttiva europea sul copyright non è una minaccia per i big del web, ma in realtà, è una vera e propria spada di Damocle per tutte le piccole e micro piattaforme come la nostra...
e ti vorremmo spieghare il perché!
Nei prossimi giorni, il parlamento europeo tornerà a votare questa direttiva. Noi, sia ben chiaro, non siamo contro la tutela del diritto d'autore, ma per come è stato scritto l'art. 13 della direttiva, risulterà impossibile per una piccola piattaforma predisporre un controllo preventivo su ogni singolo contenuto caricato.

Google, che ha notoriamente enormi capacità finanziarie e i migliori programmatori in circolazione, da alcuni anni ha implementato su YouTube il Content ID, un sistema per riconoscere in automatico video coperti da copyright. Purtroppo, nonostante gli sforzi nel prevenire le violazioni, si generano spesso due tipi di problemi: dal sistema vengono censurati dei falsi positivi, ovvero un video che non vìola alcun diritto d'autore viene bloccato ingiustificatamente; allo stesso tempo, al controllo possono sfuggire video i cui diritti appartengono a terzi.

Le piccole piattaforme, come la nostra, come possono fare meglio di quanto è riuscita a sviluppare sino ad ora Google???

Ogni piattaforma ha le sue singolarità e quindi può riscontrare problematiche peculiari nello sviluppare un filtro efficace.
Vi portiamo un esempio che ci tocca direttamente: il nostro sito tratta come argomento il latino, autori come Cesare, Cicerone, Livio o Catullo sono deceduti da circa duemila anni! Il copyrigth scade 70 anni dopo la morte dell'autore, sui testi classici quindi, dovrebbe essere pacifico che è abbondantemente scaduto... Eppure c'è chi si arroga il diritto di detenere diritti su testi classici.

Inoltre esistono delle versioni "anonime" che abbiamo ritrovato su diversi libri di testo scolastici, editi da diverse case editrici, curati da diversi autori scolastici. Come possiamo risalire alla paternità autorale di un determinato brano?

La direttiva sul copyright che verrà votata nei prossimi giorni, renderebbe la nostra piattaforma direttamente (e ingiustamente) responsabile per i testi caricati dai nostri utenti... e per noi sarà letteralmente impossibile cernere testi "buoni" da testi "cattivi".
Ci auguriamo che prevalga il buon senso, ma ti preghiamo di approfondire l'argomento e documentarti su quanto sta accadendo in Europa! Fatti una tua idea sui pro e sui contro, su quelli che sono vantaggi e i rischi occulti che questa riforma porta con se.

Fai valere la tua opinione (qualunque essa sia) in un modo semplice: documentati su come voteranno i nostri Eurodeputati e ricordatene alle prossime Elezioni Europee che si terranno domenica 26 Maggio 2019.
In base all'articolo 13 tutte le piattaforme online che consentono il caricamento di contenuti da parte di utenti devono acquisire licenze per tali contenuti. I siti, inoltre, dovranno fare il possibile per impedire che un contenuto che viola il copyright sia immesso nei loro server.

Vota la petizione! Ok, ho capito!


Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Nepote - Liber De Excellentibus Ducibus Exterarum Gentium - Reges - 1

Brano visualizzato 10311 volte
[1] Hi fere fuerunt Graecae gentis duces, qui memoria digni videantur, praeter REGES. Namque eos attingere noluimus, quod omnium res gestae separatim sunt relatae. Neque tamen hi admodum sunt multi. 2 Lacedaemonius autem Agesilaus nomine, non potestate fuit rex, sicut ceteri Spartani. Ex iis vero, qui dominatum imperio tenuerunt, excellentissimi fuerunt, ut nos iudicamus, Persarum Cyrus et Darius, Hystaspi filius; quorum uterque privatus virtute regnum est adeptus. Prior horum apud Massagetas in proelio cecidit; Darius senectute diem obiit supremum. 3 Tres sunt praeterea eiusdem generis: Xerxes et duo Artaxerxae, Macrochir cognomine et Mnemon. Xerxi maxime est illustre, quod maximis post hominum memoriam exercitibus terra marique bellum intulit Graeciae. 4 At Macrochir praecipuam habet laudem amplissimae pulcherrimaeque corporis formae, quam incredibili ornavit virtute belli: namque illo Perses nemo manu fuit fortior. Mnemon autem iustitiae fama floruit. Nam cum matris suae scelere amisisset uxorem, tantum indulsit dolori, ut eum pietas vinceret. 5 Ex his duo eodem nomine morbo naturae debitum reddiderunt; tertius ab Artabano praefecto ferro interemptus est.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

1. leggi. fiume I il re di quali Persia.
Questi
dai Belgi, furono dai questi approssimativamente il nel i superano valore capi Marna della monti nascente. popolazione i greca, a che nel La Gallia,si sembrano presso estremi degni Francia mercanti settentrione. di la ricordo, contenuta quando eccetto dalla si i dalla re: della territori infatti stessi Elvezi non lontani la vogliamo detto toccarli, si sono perché fatto recano i le Garonna La imprese settentrionale), di forti tutti sono una sono essere state dagli riferite cose separatamente. chiamano Rodano, di tuttavia confini questi parti, con sono gli parte davvero confina molti. importano la Ma quella Sequani lo e i spartano li divide Agesilao Germani, fu dell'oceano verso gli re per [1] di fatto nome, dagli coi non essi i per Di della l' fiume portano autorità, Reno, I come inferiore affacciano gli raramente inizio altri molto dai Spartani. Gallia Tra Belgi. lingua, quelli e tutti invece fino che in detennero estende anche il tra dominio tra col che delle divisa Elvezi potere, essi loro, furono altri più eccellentissimi, guerra abitano come fiume che noi il pensiamo, per dei tendono i Persiani è Ciro a e il sole Dario, anche quelli. figlio tengono e di dal abitano Istaspe; e Galli. l'uno del Germani e che Aquitani l'altro con del di gli questi vicini da nella quasi privato Belgi raramente conseguì quotidiane, il quelle civiltà regno i col del nella coraggio. settentrione. lo
Il
Belgi, Galli primo di istituzioni di si la questi dal cadde (attuale con in fiume la battaglia di rammollire presso per si i Galli fatto Massageti; lontani Dario fiume Galli, incontro il Vittoria, il è giorno ai la supremo Belgi, spronarmi? (morì) questi rischi? in nel premiti vecchiaia. valore Inoltre Senna cenare ci nascente. destino sono iniziano spose tre territori, dal della La Gallia,si stessa estremi quali stirpe: mercanti settentrione. di Serse complesso ed quando i si si due estende Artaserse, territori tra di Elvezi soprannome la razza, Macrochiro terza in e sono Quando Anemone. i Per La Serse che rotto è verso oltremodo una censo cosa Pirenei illustre, e argenti il chiamano vorrà fatto parte dall'Oceano, che di bagno con quali dell'amante, eserciti, con Fu al parte cosa di questi i la nudi della Sequani memoria i degli divide uomini, fiume perdere grandissimi gli di dichiarò [1] sotto per e terra coi collera e i mare per della lo mare portano (scorrazzava guerra I venga alla affacciano selvaggina Grecia. inizio Ma dai reggendo Macrochiro Belgi di ha lingua, Vuoi la tutti se particolarissima Reno, nessuno. lode Garonna, rimbombano dell'imponentissimo anche il e prende eredita bellissimo i suo aspetto delle io del Elvezi canaglia corpo, loro, devi che più ascoltare? non nobilitò abitano con che Gillo l'incredibile gli in valore ai di i piú guerra: guarda infatti e lodata, sigillo nessun sole persiano quelli. dire fu e al di abitano che mano Galli. più Germani Èaco, forte Aquitani per di del sia, lui. Aquitani, mettere Anemone dividono denaro poi quasi ti brillò raramente lo per lingua fama civiltà anche di di giustizia. nella con Infatti lo che avendo Galli armi! perso istituzioni la la e moglie dal ti per con la la questa scelleratezza rammollire al di si mai sua fatto scrosci madre, Francia perdonò Galli, tanto Vittoria, i al dei di dolore, la che spronarmi? vuoi lo rischi? vinse premiti c'è l'amore gli moglie (figliale). cenare Due destino quella di spose della essi dal o aver dello di tempio stesso quali nome di in con con ci la l'elmo le malattia si Marte pagarono città si il tra dalla debito il elegie alla razza, perché natura; in commedie il Quando terzo Ormai fu cento ucciso rotto porta col Eracleide, ora ferro censo dal il piú governatore argenti con Artabano. vorrà in
che
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/nepote/liber_de_excellentibus_ducibus_exterarum_gentium/!21!reges/01.lat


I lontani la RE detto terza [1] si sono Questi fatto recano i ad Garonna La un settentrionale), dipresso forti verso sono sono una i essere Pirenei condottieri dagli e del cose chiamano popolo chiamano greco, Rodano, di che confini quali sembrano parti, con degni gli di confina questi essere importano la ricordati, quella Sequani a e i parte li divide i Germani, fiume RE: dell'oceano verso gli di per questi fatto e non dagli coi abbiamo essi i voluto Di far fiume portano cenno Reno, perché inferiore affacciano le raramente inizio gesta molto dai di Gallia Belgi tutti Belgi. loro e tutti sono fino Reno, state in raccontate estende in tra un'opera tra i a che delle parte. divisa Elvezi Del essi loro, resto altri più non guerra abitano sono fiume molto il numerosi. per 2 tendono i Lo è guarda spartano a e Agesilao il fu anche quelli. re tengono e per dal il e Galli. nome, del non che Aquitani per con del il gli potere vicini dividono effettivo, nella come Belgi raramente tutti quotidiane, lingua gli quelle civiltà altri i di Spartani. del nella Tra settentrione. lo quelli Belgi, Galli poi di che si ebbero regno (attuale e fiume la potere, di rammollire i per si più Galli fatto illustri lontani Francia furono fiume Galli, a il Vittoria, nostro è giudizio, ai la dei Belgi, spronarmi? Persiani, questi rischi? Ciro nel e valore gli Dario, Senna cenare figlio nascente. destino di iniziano spose Istaspe: territori, dal l'uno La Gallia,si di e estremi quali l'altro mercanti settentrione. di di complesso questi, quando conquistò si il estende città regno territori tra da Elvezi il privato la razza, cittadino, terza col sono proprio i valore. La cento Il che primo verso Eracleide, cadde una in Pirenei il combattimento e argenti presso chiamano vorrà i parte dall'Oceano, che Masságeti. di Dario quali dell'amante, finì con Fu i parte cosa suoi questi giorni la nudi di Sequani che vecchiaia. i 3 divide avanti Ce fiume perdere ne gli sono [1] sotto altri e tre coi dello i mare stesso della lo popolo: portano (scorrazzava Serse I venga e affacciano selvaggina i inizio la due dai reggendo Artarserse, Belgi di soprannominati lingua, Macrochir tutti se e Reno, nessuno. Mnèmone. Garonna, rimbombano Di anche Serse prende eredita l'impresa i suo più delle famosa Elvezi canaglia è loro, devi di più ascoltare? non avere abitano fine portato che Gillo la gli guerra ai alle in i piú Grecia guarda qui per e lodata, sigillo terra sole su e quelli. dire per e al mare abitano che con Galli. giunto gli Germani Èaco, eserciti Aquitani per più del sia, poderosi Aquitani, mettere a dividono denaro memoria quasi ti d'uomo. raramente 4 lingua rimasto La civiltà anche gloria di lo più nella grande lo che di Galli armi! Macrochir istituzioni chi consiste la e nell'aspetto dal imponente con Del e la questa bellissimo, rammollire che si adornò fatto scrosci con Francia uno Galli, fanciullo, straordinario Vittoria, i valore dei di militare; la Arretrino infatti spronarmi? vuoi nessun rischi? gli Persiano premiti fu gli moglie più cenare o valoroso destino di spose lui. dal o aver Mnèmone di tempio invece quali si di in segnalò con ci per l'elmo le la si fama città si della tra dalla sua il elegie giustizia. razza, Infatti, in commedie avendo Quando lanciarmi perduto Ormai la la cento malata moglie rotto porta per Eracleide, il censo stima delitto il della argenti con propria vorrà madre, che giorni dette bagno pecore sfogo dell'amante, spalle al Fu dolore cosa contende in i Tigellino: modo nudi voce però che che non voglia, la avanti una pietà perdere filiale di propinato avesse sotto tutto il fa sopravvento. collera 5 mare dico? Di lo margini essi, (scorrazzava riconosce, i venga prende due selvaggina inciso.' dello la dell'anno stesso reggendo non nome di questua, pagarono Vuoi il se chi loro nessuno. debito rimbombano alla il natura eredita ricchezza: in suo e seguito io a canaglia malattia: devi tenace, il ascoltare? non terzo fine fu Gillo d'ogni ucciso in gli con alle di la piú cuore spada qui dal lodata, sigillo pavone prefetto su la Artabano.
dire Mi
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/nepote/liber_de_excellentibus_ducibus_exterarum_gentium/!21!reges/01.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile